L'anniversario/ 20 anni di guide Lonely Planet in italiano

Per festeggiare il proprio compleanno, Lonely Planet ha deciso di regalare ai suoi lettori dei viaggi, attraverso il concorso "TueLonelyPlanet". E per l'occasione arriva l'edizione speciale della prima guida scritta dai fondatori, oltre a un volume fotografico intitolato "Grandi Viaggi"...

GrandiViaggi

 

Per l'occasione Lonely Planet ha deciso di pubblicare in edizione speciale la prima guida scritta dai fondatori oltre a un volume fotografico intitolato "Grandi Viaggi" , un libro di ispirazione per tutti gli amanti del viaggio o per chi ama viaggiare seduto in poltrona...

Per festeggiare il proprio compleanno, Lonely Planet ha deciso di regalare ai propri lettori dei viaggi, naturalmente. Attraverso un concorso, TueLonelyPlanet, che mette in palio sei viaggi ai quattro angoli del globo, tutti diversi ma tutti in linea con la filosofia che da vent’anni le guide seguono e diffondono a milioni di viaggiatori. Avventura, trekking, immersioni in paradisi acquatici, visite a città d’arte... Per partecipare è necessario caricare su tuelonelyplanet.it una propria foto con la guida Lonely Planet di un viaggio fatto o da fare, aggiungere 120 caratteri di auguri al marchio editoriale e farsi votare: tra i più cliccati, una giuria di Lonely Planet Italia sceglierà i dieci vincitori. I classificati dal 7° al 10° vinceranno un buono acquisto da spendere in titoli EDT e Lonely Planet. I primi sei invece dovranno preparare i bagagli: il 6° premio sarà un soggiorno di 4 notti a Mljet in Croazia; il 5° premio è un volo per Marrakech. 4° premio un volo per una delle più grandi mete del viaggio on the road: l’Australia, patria della Lonely Planet. Al 3° classificato soggiorno di una settimana alle Isole Vergini Americane. Il 2° premio sarà un viaggio di sei giorni tra i fiordi della Norvegia, e il vincitore assoluto vivrà un soggiorno da Mille e una Notte nella lussureggiante Malaysia.

 

"Doppio anniversario"

di Tony Wheeler

Quest’anno ricorrono due anniversari: da vent’anni EDT pubblica l’edizione italiana delle guide Lonely Planet e quarant’anni fa Maureen e io partimmo per il viaggio che ci portò a scrivere Across Asia on the Cheap, la prima guida Lonely Planet. Quando salimmo sul traghetto che dall’Inghilterra ci avrebbe portato in Olanda, non avevamo idea che quello in cui ci stavamo imbarcando non era un viaggio che sarebbe durato i successivi 12 mesi ma il resto delle nostre vite. O che al nostro peregrinare si sarebbero aggregati i milioni di persone che hanno esplorato il mondo con le guide Lonely Planet, quelle persone che consideriamo i nostri compagni di viaggio. Il nostro piano in origine era semplice: avremmo comprato una vecchia macchina a Londra, l’avremmo portata il più lontano possibile in direzione est, avremmo continuato con qualsiasi mezzo di trasporto fosse saltato fuori, saremmo arrivati in Australia dopo sei mesi circa, dopo di che avremmo lavorato qualche mese per risparmiare abbastanza denaro per poter ritornare in Europa in aereo. Per molti mesi tutto andò benissimo. Attraversammo l’Europa – e un buon pezzo dell’Italia, prima di prendere un traghetto che attraversato l’Adriatico ci portò a Dubrovnik – passammo in Asia a Istanbul, all’epoca in cui per attraversare il Bosforo si doveva prendere un traghetto, perché ancora non c’era il ponte. Quindi guidammo per tutta la Turchia e l’Iran fino a Kabul, in Afghanistan, dove vendemmo la nostra vecchia macchina (che non ci aveva mai tradito), guadagnandoci anche qualcosa. All’epoca si passava il tempo al ristorante Sigis su Chicken St dove si poteva trovare del vino rosso prodotto da italiani con uve che crescevano sul Khyber Pass. Sono tornato recentemente in Afghanistan: Chicken St c’è ancora, ma Sigis ha chiuso da molto tempo e di certo oggi non si trova più nessun vino di produzione locale. Continuammo poi attraverso Pakistan, India e Nepal e quindi giù per tutto il Sud-est asiatico prima di riuscire a scroccare un passaggio su una barca da diporto da Bali fino in Australia, dove approdammo sul remoto Northwest Cape in Western Australia. Quindi era andato tutto secondo i piani, eccetto per un unico, grosso problema. Ci eravamo talmente divertiti che non avevamo più intenzione di lavorare solo qualche mese per precipitarci di nuovo a Londra. E così il viaggio che doveva durare un anno si prolungò per altri due e durante i dodici mesi che passammo a lavorare – e a risparmiare per continuare a viaggiare – a Sydney scrivemmo e pubblicammo il nostro primo libro raccontando il viaggio dall’Australia all’Europa. Era primitivo, era dilettantesco, ma era l’inizio della Lonely Planet. È quello che avete in mano ora.

 

"1992-2012: vent’anni di Lonely Planet in italiano"

di Enzo Peruccio

Vent’anni fa EDT riuscì – con qualche difficoltà – a rintracciare Tony e Maureen Wheeler in giro per il mondo e a convincerli che eravamo le persone giuste per portare finalmente in Italia la straordinaria esperienza delle loro guide. A quell’epoca eravamo sicuramente pionieri in un’impresa del genere nel mercato italiano, ma l’idea di un’avventura così ci aveva letteralmente sedotti: e fu l’inizio del nostro viaggio. La piccola redazione di EDT, fino ad allora impegnata nell’altra grande passione editoriale, la musica, si trovò tutto a un tratto di fronte a un compito durissimo: non soltanto tradurre fedelmente l’originale inglese, ma arricchirlo di tutte quelle informazioni specifiche e indispensabili per organizzare il nuovo modo di viaggiare degli italiani. Ma un particolare rivoluzionario, su tutta la ricchezza di novità che quelle guide introducevano nel nostro panorama, fu decisivo per la scelta: ogni guida veniva aggiornata al massimo due anni dopo la sua pubblicazione e messa fuori commercio per essere sostituita da una nuova edizione frutto di un nuovo viaggio alla scoperta di nuovi percorsi. Un’autentica rivoluzione per il mondo delle guide, anche di quelle più blasonate. Dopo mesi di durissimo lavoro, nella primavera del 1992 apparvero nelle librerie le prime due Lonely Planet italiane: Bali e Lombok e Tunisia. Da allora molte cose sono cambiate – la fabbrica artigianale si è trasformata in un’agguerrita équipe di molte decine di redattori e traduttori, il numero annuale di novità ha raggiunto il centinaio mentre il catalogo è cresciuto fino a coprire, con i suoi 256 titoli, praticamente tutti i continenti. Nuove collane di libri mirati alla conoscenza del mondo si sono affiancate alle guide, autori italiani si sono uniti alla squadra, è nato il web con i suoi prodotti digitali: il metodo, la passione, gli obiettivi – a vent’anni dall’inizio di questa avventura – sono rimasti quelli di allora. Across Asia on the cheap, che è stato la prima guida Lonely Planet in lingua inglese – scritta quarant’anni fa da Tony e Maureen Wheeler sulla base degli appunti raccolti durante il loro lungo viaggio, quasi tutto via terra, che da Londra li ha portati in Australia – vuole essere un omaggio ai lettori italiani che potrà ricordare loro quanta strada è stata fatta da allora non solo nella diffusione del marchio australiano (oggi esistono edizioni Lonely Planet anche in francese, spagnolo, tedesco, cinese, russo, giapponese, portoghese) ma soprattutto nella radicale trasformazione del modo di viaggiare. Rifare oggi quel viaggio alla luce dei cambiamenti del costume nostro e degli altri popoli (erano di là da venire, all’inizio degli anni Settanta, i cellulari, il web e i low cost, tanto per dire) potrebbe un’esperienza di straordinario interesse, da tentare.

 

 


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Isola dei Famosi 2018, Francesco Monte ritorno clamoroso all'Isola dei Famosi? Canna-gate e Eva Henger... ISOLA CHOC

Isola dei Famosi 2018, Francesco Monte ritorno clamoroso all'Isola dei Famosi? Canna-gate e Eva Henger... ISOLA CHOC

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

In evidenza

Ascolti, Isola dei Famosi top Harry Potter batte Floris

I sondaggi di

Secondo te, chi ha maggiori possibilità di sconfiggere Matteo Renzi alle prossime elezioni politiche?

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it