A Roma tornano di moda i reading di poesia. E Giuliano Ferrara resta in piedi...

L'EVENTO/ Più di 500 presenti alla presentazione della raccolta di poesie di Claudio Damiani, organizzata dalla Fazi al al cinema Nuovo Sacher. Soddisfatto del successo della serata il padrone di casa Nanni Moretti. Tanti intellettuali e appassionati in sala, compreso Giuliano Ferrara, che non è riuscito a sedersi e ha dovuto seguire la serata in piedi insieme a molti altri...

Giovedì, 30 settembre 2010 - 13:00:00

LO SPECIALE

Libri

Speciale libri/ Scrittori, editori, editor, classifiche, interviste, poltrone, recensioni, brani in anteprima, blog, e-book, riviste online, notizie, curiosità, anticipazioni. Su Affaritaliani.it tutto sull'editoria

Giuliano Ferrara
Ferrara
Era da anni che non si vedeva tanto pubblico a un reading di poesia nella Capitale: a Roma, lunedì scorso, tutto esaurito (oltre 500 presenti, tanto che il "povero" Giuliano Ferrara non è riuscito a sedersi e ha dovuto seguire la serata in piedi insieme a molti altri...) al cinema Nuovo Sacher per la lettura delle "Poesie" di Claudio Damiani organizzata dal'editore Fazi (che ha da poco pubblicato la raccolta).

Damiani, classe 1957,  è uno dei poeti più stimati della sua generazione e l'uscita dell'antologia che raccolgie i suoi versi più belli è stata l'occazione per la Fazi per organizzare un evento in grande stile con l'intento di dimostrare che la poesia oggi è di nuovo capace di attirare l'attenzione del pubblico e sucitare grandi emozioni.

Sono venuti a leggere i versi di Damiani Piera degli Esposti, Valerio Magrelli, Valentino Zeichen, Sandra Petrignani, Davide Rondoni, Rosa Matteucci, Nada Malanima, Marco Lodoli, Cecilia Dazzi, Paolo Repetti, Valentina Carnelutti e molti altri artisti e intellettuali.

Ad accogliere gli artisti sul palco e condurre la serata c'erano Edoardo Camurri e la cantante Nicky Nicolai, mentre Nanni Moretti, padrone di casa al Nuovo Sacher, si è mostrato molto soddisfatto per aver ospitato con tanto successo un omaggio alla Poesia.

I PARTICOLARI SUL LIBRO DI DAMIANI:

Claudio Damiani
Poesie
Cura e prefazione di Marco Lodoli

Collana Le strade
pp. 170  euro 15,00

Dalla prefazione di Marco Lodoli: "La poesia di Claudio Damiani ha un timbro e una sostanza immediatamente riconoscibili, perché afferra il cuore e perché viene da lontano - dal sempre, direi, se il sempre fosse una categoria letteraria. Una poesia che non divaga e non si distrae in inutili acrobazie stilistiche, che non vuole scandalizzare o sorprendere grattando i nervi, ma che rimane costantemente fedele, persino nella sua metrica, al ritmo profondo dell'esistenza. Il ritmo dei versi è il respiro profondo e ciclico della vita, e le immagini di un uomo nella natura non pretendono di scavalcare un destino comune o peggio ancora di maledirlo in nome di una superiorità intellettuale: qui siamo esattamente dentro il percorso di un'emozione che sa quanto la vita sia breve e sacra. Una grande compassione lega Damiani alle creature del mondo, non c'è bisogno di andare via dalla propria terra, di moltiplicare incontri ed esperienze per scoprire l'evidenza di una legge naturale, tanto crudele quanto ineludibile. Amo i libri di Damiani come cose vive, tremanti, generose nella coscienza del limite: confesso di aver talvolta baciato queste pagine come amiche sincere che sul bordo di un addio ci dicono le cose più importanti, con il tono pacato di chi non ha più nulla da nascondere, nulla da abbellire con i fiocchi della letteratura. È una poesia grandissima perché va al cuore del problema, là dove la vita e la morte si guardano negli occhi e si riconoscono come parti del tutto. Queste poesie non solo ci convincono nella loro distesa purezza, ma per un poco almeno ci rendono migliori, come la grande poesia fa sempre, perché ci mettono in contatto con il centro della vita, vita che si disperde ovunque, che si ammala, soffre e scompare nella storia individuale e collettiva, ma che contiene un nocciolo fermo, fecondo come l'amore".

L'AUTORE -  Claudio Damiani è nato nel 1957 a San Giovanni Rotondo ma vive a Roma dall'infanzia. Ha pubblicato le raccolte poetiche Fraturno (Abete,1987), La mia casa (Pegaso, 1994, Premio Dario Bellezza), La miniera (Fazi, 1997, Premio Metauro), Eroi (Fazi, 2000, Premio Aleramo, Premio Montale, Premio Frascati), Attorno al fuoco (Avagliano, 2006, finalista Premio Viareggio, Premio Mario Luzi, Premio Violani Landi, Premio Unione Scrittori) e Sognando Li Po (Marietti, 2008, Premio Lerici Pea). Ha curato i volumi: Almanacco di Primavera. Arte e poesia (L'Attico Editore, 1992); Orazio, Arte poetica, con interventi di autori contemporanei (Fazi, 1995); Le più belle poesie di Trilussa (Mondadori, 2000). È stato tra i fondatori della rivista letteraria Braci (1980-84). Suoi testi sono stati tradotti in diverse lingue (tra cui principalmente inglese, spagnolo, serbo, sloveno, rumeno) e compaiono in molte antologie italiane (anche scolastiche) e straniere. Collabora con vari giornali tra cui la cronaca di Roma di «Repubblica».


 

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA