Inedita/ Maria Callas, un mito anche ai fornelli. In un libro le sue ricette

Mercoledì, 16 agosto 2006 - 09:00:00

Una ricetta autografa di Maria Callas
A quasi trent’anni dalla scomparsa, Maria Callas è ancora oggi un mito, idolatrato in tutto il mondo per la superba voce, l’inarrivabile tecnica e l’ineguagliabile personalità. Ma, oltre alla musica e all’opera, pochi conoscono l’altra grande passione della più grande cantante del secolo scorso: quella per la buona cucina. A scoprire questo lato della Divina è Bruno Tosi, presidente dell’Associazione Culturale Maria Callas (www.callas.it) e sicuramente uno dei più grandi ammiratori ed esperti del soprano, attraverso un libro con le ricette preferite dalla primadonna, che uscirà in autunno in Italia (Trenta Editore), Brasile (Mercuryo) e Germania (Bassermann).

Si preannuncia un prezioso volume che tratteggia una Maria Callas diversa, interessante figura di donna alla disperata ricerca di quella “normalità” domestica che avrebbe potuto renderla simile a tante serene casalinghe. Il libro contiene una prefazione d’eccezione di Arrigo Cipriani dell’Harry’s Bar di Venezia e la riproduzione di più di 100 ricette, dalla cucina veneta e milanese a quelle francese, greca e statunitense. Ma racconta anche la dieta ferrea a cui la cantante era stata costretta quando pesava oltre 100 chili, dopo la quale divenne l’icona glamour alla Audrey Hepburn conosciuta da tutti, con un invidiabile girovita di 58 centimetri.

Maria Callas ai fornelli
“La Divina incantava anche tra i fornelli e a tavola – anticipa Tosi – come testimoniano le sue numerose ricette autografe e la copiosa biblioteca personale di gastronomia di cui sono entrato in possesso. Questa passione della Callas è nata nel 1949: quando sposò a Verona Giovanni Battista Meneghini, infatti, la suocera Giuseppina le consigliò di impegnarsi davanti ai fornelli, ricordando che il marito era un buongustaio, e perciò andava conquistato giorno per giorno anche con i piaceri della tavola”.

Meglio tardi che mai/ E intanto Venezia pensa di istituire un museo dedicato a Maria Callas. Ma se ne parla nel 2011... (segue...)
La stessa cantante era del resto una buona forchetta: non disdegnava manicaretti, risotti e altri piatti succulenti, ed era piuttosto brava nel preparare gustosi dolci casalinghi. Con l’aiuto delle ricette ritagliate dai settimanali dell’epoca, la Divina ben presto imparò a preparare piatti di ogni genere per il marito e gli ospiti. "Quello che pochi sanno – conclude – è che raccoglieva meticolosamente le ricette preferite che si faceva dettare dai cuochi o dalle padrone di casa dov’era spesso ospite, e le trascriveva con estremo rigore in minuscoli foglietti di carta".

Massimiliano Goattin

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Agos Ducato

Prestiti personali fino a 30.000€ , calcola la rata
VAI AL FORM

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA