A- A+
Culture
Carlo Pedretti, massimo studioso di Leonardo da Vinci

Lo storico dell'arte Carlo Pedretti, considerato il massimo esperto di Leonardo da Vinci e direttore del Centro Studi Vinciani dell'Hammer Museum di Los Angeles, è morto il 5 gennaio nella sua villa di Lamporecchio (Pistoia). Il professore Pedretti era nato a Casalecchio di Reno (Bologna) il 6 gennaio 1928 e proprio il 6 gennaio 2018 avrebbe quindi compiuto 90 anni. Pedretti si è spento serenamente circondato dall'affetto della moglie Rossana, della nipote Susanna e delle sue assistenti. I funerali si terranno lunedì 8 gennaio, alle ore 11, presso la chiesa di Santa Croce di Vinci. Pedretti, per i suoi alti meriti come studioso di Leonardo, era cittadino onorario della città di Vinci.

Carlo Pedretti era professore emerito di storia dell'arte italiana presso l'Università della California a Los Angeles, dove era anche titolare della Cattedra di Studi su Leonardo. Dal 2013 si era trasferito definitivamente in Italia nella Villa di Castel Vitoni a Lamporecchio (Pistoia), sede della Fondazione Rossana e Carlo Pedretti che egli stesso ha diretto fino ai suoi ultimi giorni. Autore di oltre sessanta libri e seicento fra saggi e articoli in varie lingue sui molteplici aspetti della sua specializzazione, è stato membro della commissione permanente per l'Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci. I riconoscimenti ricevuti in Italia e all'estero includono la Medaglia d'oro alla Cultura da parte del presidente della Repubblica Italiana nel 1972, e nello stesso anno la Congressional Citation, che è il massimo riconoscimento da parte del governo degli Stati Uniti d'America. Ha inoltre ricevuto la cittadinanza onoraria di Arezzo (2002), Vinci (2008), Romorantin (2010), Firenze (2010), Lamporecchio (2011), Pennabilli, la città di Tonino Guerra (2015) e lauree honoris causa dalle università di Ferrara (1991), Urbino (1998) e Milano (Cattolica, 1999), come pure quella dall'Università di Caen in Francia (2002).

Il contributo del professor Pedretti per la conoscenza dei manoscritti e dei disegni di Leonardo è stato fondamentale. Lo studio diretto degli originali gli ha permesso di rimettere a posto le carte di Leonardo in ordine cronologico. Il suo lavoro pionieristico e profetico è stato il catalogo del 1957 dei frammenti dei disegni di Leonardo alla Royal Library a Windsor provenienti dal Codice Atlantico della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Da qui l'edizione monumentale dei disegni di Leonardo a Windsor (1968-1969), seguita dall'edizione dei disegni di Leonardo e della sua cerchia a Firenze (1985), Torino (l990) e nelle collezioni americane (1993). Le sue edizioni critiche e facsimilari dei testi di Leonardo comprendono il Codice Hammer (1987), il Libro di Pittura (1995) e anche il Codice Arundel (1998). Il giornalismo, l'attività con la quale Carlo Pedretti ha iniziato la sua carriera più di cinquant'anni fa (è stato un collaboratore regolare del "Corriere della Sera" e de "L'Osservatore Romano", il quotidiano vaticano), lo ha portato a collaborare anche con la televisione e il cinema, come autore, attore e consulente di produttori e registi. Amava ricordare la sua collaborazione con l'amico Piero Angela per la produzione di una serie di puntate dedicate a Leonardo della trasmissione "Superquarck". Membro onorario dell'Accademia degli Euteleti a San Miniato al Tedesco e dell'Accademia Raffaello di Urbino, recentemente era stato nominato membro onorario dell'Accademia Nazionale di Scienze Lettere ed Arti di Modena.

Le pubblicazioni di Carlo Pedretti sono elencate e commentate in due libri: Carlo Pedretti. A Bibliography of his Work on Leonardo da Vinci and the Renaissance (1944-1984) Compiled by Joyce Pellerano Ludmer, The Elmer Belt Library of Vinciana. Foreword by Kenneth Clark. In Celebration of His Twenty-Five Years with The University of California, Los Angeles, 1984; Nathalie Guttmann, Carlo Pedretti's Publications 1985-1995, with an Aftermath & a Supplement (1946-1998), Florence, 1998. A cui se ne aggiungerà una terza che comprende le pubblicazione tra il 1999 ad oggi a cura di Margherita Melani. E' stato pubblicato poi un volume in suo onore, "Tutte le opere non son per istancarmi'. Raccolta di scritti per i settant'anni di Carlo Pedretti", a cura di Fabio Frosini (Edizioni Associate, Roma, 1998). Da segnalare anche il recentre volume "The Brill Series of Leonardo Studies: 1. Carlo Pedretti. Seventy years of his Leonardo Scholarship (1944-2014). A fstschrift edited by Constance Moffatt & Sara Taglialagamba (Leiden and Boston, Brill, 2014).

Tags:
carlo pedrettileonardo da vinci

in vetrina
Inter-Milan, ecco come Icardi ha beffato Donnarumma. L'analisi dell'errore di Gigio

Inter-Milan, ecco come Icardi ha beffato Donnarumma. L'analisi dell'errore di Gigio

i più visti
in evidenza
Portachiavi chic a forma di pino Arbre Magique contro Balenciaga

Costume

Portachiavi chic a forma di pino
Arbre Magique contro Balenciaga

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Al Salone di Padova Citroen festeggia i 50 anni di Mehari

Al Salone di Padova Citroen festeggia i 50 anni di Mehari

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.