Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

"Cera ancora una volta…": oggi al Memoriale della Shoah di Milano

“Cera ancora una volta…” al Memoriale della Shoah di Milano con ingresso libero

"Cera ancora una volta…": oggi al Memoriale della Shoah di Milano

di Simonetta M. Rodinò

Una penombra muta, un suono arcano, sospeso, sordo e continuo che incombe sopra la testa, gli spazi ampi e carichi di silenzi avvolgono il visitatore che entra nel Memoriale della Shoah di Milano.

Situato al di sotto dei binari ferroviari della Stazione Centrale, da area di manovra realizzata in origine per i trasporti dei vagoni postali, divenne luogo di partenza per le centinaia di deportati che tra 1943 e 1945 furono caricati a forza su vagoni merci. Che una volta riempiti venivano sollevati uno per volta con un montacarichi tra i binari 18 e 19 (non il 21!) a formare i convogli diretti ai campi di concentramento.

Obiettivo della Fondazione onlus è la realizzazione di uno spazio che non solo ricordi di ricordare, ma che rappresenti anche un contesto vivo e dialettico in cui rielaborare attivamente la tragedia della Shoah.

Uno spazio per costruire il futuro e favorire la convivenza civile.

“Certe volte non basta parlare, ci vuole anche un luogo neutrale”, commenta Alberto Garlandini  (Vice Presidente ICOM International).

All’interno del progetto “C’era ancora una volta… attraverso una fiaba, il Museo come Laboratorio del Presente”, è prevista per oggi 15 giugno una serie di iniziative a ingresso libero, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei 2017, organizzata da ICOM (International Council of Museums) e dedicata quest’anno a “Musei e storie controverse: raccontare l’indicibile nei musei”.

Alle ore 18:30 una performance narrativa itinerante prende spunto da Hänsel e Gretel, celebre fiaba dei fratelli Grimm, per allestire nei grandi spazi un tema carico di dolore e minaccia. La fiaba intesa come metafora dell’indicibile che porta ad una fuga magica. La fiaba come archetipo di molte altre possibili storie controverse reali, incentrate su vicende di abbandono e smarrimento, deportazione e violenza, ma anche sulla pericolosità della bellezza.

Alle 19:30, nell’auditorium, Joseph e Jeanne Nissim del Memoriale, avranno luogo il dialogo fra direttori di musei italiani e internazionali e voci autorevoli di vari campi della cultura italiana.

Da settembre, poi, un appuntamento al mese coinvolgerà tutte le istituzioni che hanno aderito al progetto: oltre al Memoriale della Shoah di Milano e la Triennale di Milano con Triennale Design Museum, Brera con la sua Pinacoteca, i Musei del Castello, il Politecnico di Milano, l’Università Cattolica del Sacro Cuore, l’Università degli Studi di Milano.

 

Memoriale della Shoah

Largo Edmond J. Safra, 1 - Milano

Ingressi: intero 10 euro – ridotto 5 euro – bambini fino a 6 anni gratuito

Orari: lunedì dalle ore 10 alle ore 19.30 - Visita guidata alle ore 18.30 senza prenotazione

 martedì – giovedì dalle ore 10 alle ore 14.30.

infoline: 02/2820975

info@cerancoraunavolta-museo.org


In Vetrina

Grande Fratello Vip 2, Bossari sta male. Cecilia e Ignazio Moser... GF VIP 2 NEWS

In evidenza

Alessia Marcuzzi e gli uomini "Sono un'irrequieta, ma..."
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Peugeot Partner Tepee Full Electric: emissioni ZERO

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.