A- A+
Culture

 

POLTRONE NELL'EDITORIA/ Messaggerie, Vincenzo Russi Chief Digital Officer del gruppo
 

 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria


di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

Un matrimonio editoriale finito male, durato solo tre anni e mezzo. La casa editrice Fazi è tornata indipendente, e ad annunciarlo è lo stesso editore con un post sul sito http://lemeraviglie.net/ (Le Meraviglie è una collana Fazi, affidata alla moglie Alice Di Stefano, anche editor): <<Elido Fazi, negli ultimi anni Presidente e Amministratore delegato della casa editrice, da pochi giorni è di nuovo Amministratore unico, con pieni poteri e diritto di veto su tutto dopo il riacquisto del 35% delle quote cedute a GeMS nel 2009. Dopo il primo momento di entusiasmo e il brindisi per la ritrovata indipendenza, ecco le reazioni a caldo della redazione, dell’ufficio stampa e degli editor di fronte alla prospettiva di una restaurata, temutissima, monarchia assoluta. LAURA: “Madonnina mia!”; CHIARA: “Ora siamo fritti!!”; CRISTINA: “Speriamo bene…”; STEFANO: “Io sono fuori, ciao ragazzi, buona fortuna”; FRANCESCO: “Oddio, sono finito”; GIUSEPPE: “Scusate, non eravamo una monarchia assoluta? Non ho avuto altro capo all’infuori di Lui”>>. Un annuncio non privo di auto-ironia che, ci spiega lo stesso Elido Fazi che abbiamo contattato, "andrà avanti con altri divertenti post in cui mia moglie Alice racconterà questa fase di passaggio". Su quest'ultimo particolare torneremo dopo...

StefanoMauri

L'ACCORDO DEL 2009 - Era l'ottobre 2009 quando il Gruppo editoriale Mauri Spagnol comunicò di aver firmato un accordo per una partecipazione del 35% nella Fazi editore, che arrivava dagli straordinari successi di Melissa P. prima e di Twilight di Stephenie Meyer poi. Il marchio di Elido Fazi era dunque in forte ascesa, e l'approdo in un grande gruppo editoriale rappresentava un'occasione di crescita per entrambe le parti. Il presidente e Ad di GeMS annunciò anche che l'accordo prevedeva "l'opzione di acquisire la maggioranza tra otto anni (nel 2017, ndr)".

LA POSIZIONE DI STEFANO MAURI -  Le cose non sono andate come si prospettava, e in questi anni non sono mancate le incomprensioni tra le parti. Al telefono con Affaritaliani.it, stamattina Mauri ci conferma la fine "consensuale" del rapporto con Fazi, e sottolinea: "Avevamo prospettive diverse sul futuro. In 25 anni ho avuto 40 soci, ed è sempre andata bene. Questa volta no. Elido (Fazi, ndr) voleva proseguire l'avventura ed era più logico che riacquistasse la sua quota e che tornasse un editore indipendente". Mauri precisa:  "Al momento non ci sono in vista nuove acquisizioni. Certo, quest'esperienza ci insegna che è più semplice lavorare con persone formate nel nostro gruppo e quindi abituate ai nostri metodi. Metodi che Fazi non era più pronto a condividere. La sede della Fazi, tra l'altro, è a Roma, mentre noi siamo a Milano...".

Va anche aggiunto che la quota di mercato della Fazi in questi anni è scesa. Mauri però ci interrompe per precisare: "E' giusto dire che il 'fenomeno Meyer' si è 'sgonfiato' anche all'estero, non solo in Italia, e anzi da noi è durato più a lungo".

alice di stefano elido fazi

IL COMMENTO DI ELIDO FAZI - E torniamo a Elido Fazi, che ha poca voglia di parlare della fine dell'accordo con il gruppo GeMS (la firma è della settimana scorsa, ndr): "E' chiaro che qualcosa non ha funzionato. Avevamo visioni dell'editoria diverse", si limita a spiegarci.

Ma in una fase di generale rallentamento del mercato librario, che prospettive ha ora la Fazi tornata indipendente? "Intanto godiamoci questa ritrovata libertà, per le prospettive chi lo sa... Di sicuro, a fine agosto uscirà un libro auto-ironico di Alice, Publisher, che racconterà i dietro le quinte della Fazi e del mondo dell'editoria. Pensi che finora l'avevo un po' frenata, perché la direzione commerciale GeMS era preoccupata  che un testo di questo tipo facesse male all'immagine del marchio...".

PARLA ALICE DI STEFANO, MOGLIE DELL'EDITORE - Abbiamo sentito anche Alice Di Stefano, che ci conferma che sta curando sul sito le 'Cronache da una casa editrice indipendente', in cui "noi della Fazi parleremo della quotidianità della casa editrice. Sarà una sorta di anteprima del mio libro, che è una vera e propria biografia comica romanzata di Elido. Lo faremo scherzosamente passare per un dittatore cattivo".

Quando le chiediamo della fine del matrimonio con GeMS, Di Stefano si fa più seria: "In questo momento di crisi per tutti la scelta di ricomprarsi le quote potrebbe apparire anche un po' folle, ma mio marito ci teneva troppo. E' anche una questione di orgoglio. Lui ama la sua casa editrice. E poi l'indipendenza è un valore". Non resta che attendere l'uscita di Publisher, a questo punto...

Tags:
elido fazifazigemsstefano mauri
in vetrina
Barbara D'Urso regina della tv. Chi è la donna che ha stregato gli italiani

Barbara D'Urso regina della tv. Chi è la donna che ha stregato gli italiani

i più visti
in evidenza
Il segreto per la convivenza? L’ordine. E niente ospiti a casa

Costume

Il segreto per la convivenza?
L’ordine. E niente ospiti a casa

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Audi e-tron: debutta il primo SUV 100% elettrico

Audi e-tron: debutta il primo SUV 100% elettrico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.