Giovanni Bignami ad Affari: astrofisica? Italia al top

Sabato, 12 dicembre 2009 - 11:50:00

di Virginia Perini

a
Giovanni Bignami
"E' un grande onore vedere il mio nome insieme a quello di Rita Levi Montalcini o Luigi Luca Cavalli-Sforza". Emozionato. La voce di Giovanni Fabrizio Bignami (per gli amici Nanni) lascia trapelare un pizzico di imbarazzo mentre commenta con Affaritaliani.it la nomina a membro dell'Accademia delle scienze di Francia. Ma l'orgoglio è anche per l'Italia. Allievo di Giuseppe Occhialini, Bignami è uno dei maggiori fisici italiani, attualmente professore di astrofisica allo Iuss di Pavia. Si è sempre occupato di ricerca spaziale, partecipando alle tappe principali in Italia, in Europa e negli USA della progettazione e costruzione di missioni spaziali. E l'Accademia di Francia è un altro motivo di orgoglio. E' una delle società scientifiche più famose del mondo e ha dato impulsi fondamentali alla scienza dal XVII al XIX secolo in fisica, matematica e astronomia, geografia e biologia. "Sono onorato anche di comparire con il matematico Enrico Bombieri o il biologo Giacomo Rizzolatti che rappresentano ancor di più il nostro Paese".

"In Italia gli scienziati sono preparatissimi. La scuola del grande Enrico Fermi è solida e ha dato vita a un corposo gruppo di ricercatori validi come Giuseppe Occhialini a Milano e Edoardo Amaldi a Roma" - spiega. "Ma per essere scienziati di successo sono necessari i supporti e i fianziamenti pubblici. La ricerca non si può fare solo attraverso le industrie. E' importante anche quello, certamente, ma la solidità scientifica di un Paese, soprattutto se, come l'Italia, aspira ad essere una grande nazione industriale, si ottiene finanziando pubblicamente la ricerca a tutto campo".

"I tagli della finanziaria agli enti per la ricerca sono un grosso errore. E soprattutto il finanziamento pubblico che deve sostenerli non va confuso con il credito di imposta dato alle imprese". E qui la riflessione si fa politica, dimensione non estranea a Bignami che dopo essere stato capolista della Lista per Marino nella circoscrizione Lombardia 8 (Como) e candidato alle Europee è stato eletto membro della Assemblea Nazionale del PD. La sua 'missione' è portare la ricerca al centro delle esigenze politiche per rafforzare il valore della scienza e diffondere la cultura. 

"Negli altri Paesi, ad esempio in Francia - dove dal 2009 è Presidente del Consiglio Scientifico di “P2I”, un 'Groupment d’Interet Scientifique' di 19 Istituti di Fisica e Astrofisica a Parigi - l'attenzione economica alla ricerca è molto più alta".

Poi un tuffo nello spazio, nei temi più attuali dell'astrofisica, la sua materia. "Il progetto più importante del momento? Il satellite italiano AGILE ha appena scoperto un nuovo tipo di oggetto celeste che potrebbe essere un buco nero". Si ferma, sorride, poi aggiunge: "Non serve a niente, solo a renderci meno ignoranti... che però è fondamentale".

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA