"Accidia ed etica, vizi e virtù d'oggi"
Il filosofo Natoli ad Affari. VIDEO

Sabato, 20 giugno 2009 - 13:34:00

di Lodovica Maria Zanet

natoli (2)
IL VIDEO
Hanno avuto la parola filosofi e letterati, storici della filosofia e filosofi della storia, studiosi di storia della musica e giuristi. Nella suggestiva cornice dell’Alzaia del Naviglio Grande di Milano, la sala del “Gioco dell’oca” del ristorante El Brellin ha ospitato da febbraio a oggi voci del mondo accademico, docenti di filosofia, dottorandi e dottori di ricerca.

FILOSOFIA SUI NAVIGLI - Il ciclo d’incontri domenicali Filosofia sui Navigli, coordinato dall’avv. Pietro Tamburrini con la partecipazione del direttore di Affaritaliani Angelo Maria Perrino ha visto alternarsi nomi eccellenti, da Paolo Fenoglio che ha proposto una riflessione su Nietzsche e Wagner a Sante Cesqui, ordinario di Diritto commerciale alla Cattolica convocato per parlare della crisi dei valori e del diritto. Con il politologo della Statale Nicola Pisoni si è parlato di referendum e delle crisi nella democrazia che non per questo sarebbero anche crisi della democrazia. Matteo Amori ha letto i classici greci, Massimo Marassi i moderni e i contemporanei e Milli Martinelli il grande della letteratura russa Dostoevskij.

INCONTRO CON NATOLI SUL TEMA: "L'UOMO E' NATURALMENTE BUONO?" - Il Filosofo dell’Università di Milano Bicocca Salvatore Natoli ha concluso in crescendo il ciclo di incontri affrontando la domanda proposta per quest’anno da Filosofia sui Navigli a ogni relatore, indipendentemente dal tema trattato: «L’uomo è per sua natura benevolente o piuttosto guardingo e sospettoso nei confronti degli altri?». Vale a dire, come ha ricordato il moderatore degli incontri Pietro Tamburrini: «Con quale atteggiamento nasciamo? Siamo “buoni” o “cattivi”? Siamo capaci di rafforzare la nostra bontà naturale facendola diventare operative ed efficace?».

Salvatore Natoli, critico della contemporaneità

Anche i "maledetti" di South Park filosofeggiano

"L'ONTOLOGIA PRECEDE LA MORALE" - Natoli inizia rovesciando il problema, e ribaltando l’ordine delle risposte date dai relatori che lo hanno preceduto: l’uomo non sarebbe né benevolente né malevolente, e tantomeno attraversato da una dialettica dell’et-et tra l’una e l’altra soluzione. Interessato a ragionare su coppie di parole e su parole che trapassando l’una nell’altra (la verità che diventa falsità, la benevolenza che trapassa in malevolenza), Natoli enuncia innanzitutto la tesi portante del suo pensiero : «La moralità» – racconta a un pubblico attentissimo – «va pensata come deontologia. E ha un fondamento deontologico. Siamo fatti in modo tale da dover agire in un certo modo. Quindi non ci comportiamo in un certo modo perché ce lo dicono le leggi. Piuttosto, creiamo leggi che corrispondono alla natura del nostro essere». L’ontologia precede la morale e ne detta tempi e ritmi. E rimanda innanzitutto a un “evento originario” dal quale tutti gli uomini, che lo vogliano o no, si trovano a essere definiti: quello della nascita. «La nascita è un fatto di relazione, qualcuno ci ha messi al mondo e quindi la nostra potenza è ricevuta e donata da altri. Non è potenza incondizionata, ma dono rispetto al quale c’è innanzitutto un obbligo di gratitudine. L’uomo è finito, e questo comporta che gli altri, per lui, oltre che un potenziale o reale ostacolo rappresentino anche un aiuto».

LA RICERCA DEL "BENE DELLA PACE" - La finitezza, insomma, spinge alla condivisione e a una necessaria benevolenza nei confronti degli altri. Occorre pertanto inseguire il «bene della pace»: pensare la vita pubblica come «forma di neutralizzazione che garantisca non uno spazio grigio ma uno spazio pubblico»; generare intorno a sé il consenso, «forma di contratto tacito e non firmato»; intervenire (alla Spinoza) con un’emendazione dell’intelletto che «attraverso un’estremizzazione metodica permetta di comprendere meglio quali siano i termini in gioco». Per agire in modo vincente.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA