Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Isis, perché l'Italia viene risparmiata

L'acuto del poeta-opinionista Lidia Sella

Di Lidia Sella
Isis, perché l'Italia viene risparmiata

Territorio franco

Regina dell’illegalità,

lavatrice di denaro sporco,

asilo prediletto dai musulmani,

l’Italia costituisce un molo ideale

dove sbarcare armi, droga, assassini e schiavi.

Mentre si riempiono le tasche con i fondi stanziati per fronteggiare l'emergenza migratoria,

i nostri politicanti si fingono misericordiosi,

sensibili alle esigenze della comunità,

purché multietnica.

Questo Papa gesuita,

a parole schierato con i più deboli,

si guarda bene dal difendere i diritti del popolo italiano

e lancia anzi ripetuti appelli a occupare la Penisola.

Al momento, l’Isis evita il suolo italico,

privilegia altri bersagli.

Se infatti sferrasse qui un attacco terroristico,

per reazione,

il governo potrebbe intensificare i controlli,

difendere le coste,

svuotare le carceri dai delinquenti stranieri,

smettere di curare

istruire

e mantenere

gente allevata a sharia e jihad.

Per i fanatici di Maometto,

il Bel Paese rappresenta il ventre molle del Vecchio Continente,

una corsia preferenziale per garantirsi l’accesso al caposaldo centrale

così da colpire i gangli vitali del nemico.

Ma se noi chiudessimo le frontiere,

negassimo l’accoglienza,

l’Islam riuscirebbe lo stesso a conquistare l’Europa

e asservirla alla sua ideologia guerresca?

In Gran Bretagna

i proseliti di Allah hanno già tentato di impadronirsi delle scuole,

per imporvi lo studio del Corano.

Solo una questione di tempo.

Quando gli adoratori della pietra nera saranno in maggioranza,

il muezzin, la nostra sveglia,

e noi a pregare Maometto cinque volte al giorno, rivolti verso la Mecca.

Tuttavia le nostre donne, coperte dal burqa,

non potranno più starnazzare di gossip

stalking

rivendicazioni femministe

e borsette di Prada.

E gli uomini,

con quattro mogli a testa,

ritroveranno infine la loro perduta virilità.


In Vetrina

GFVip 2, Luca Onestini e Ivana Mrazova "innamorati". Ma spunta un dubbio...

In evidenza

Tina Kunakey in topless La signora Cassel è hot. Foto
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Dakar 2018, le Peugeot dettano legge

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.