A- A+
Culture
La Madonna Litta di Leonardo dall’Ermitage di San Pietroburgo a Milano
Leonardo da Vinci Madonna Litta , 1495 circa Museo dell'Ermitage


di Simonetta M. Rodinò

La Madonna Litta giunge a Milano, per la prima volta dopo quasi trent’anni, dal Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.  Il celebre dipinto, che rientra nelle celebrazioni nazionali dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, è ospitato presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano. La mostra è sostenuta dalla Fondazione Bracco, grazie a cui sono state fatte le indagini diagnostiche su alcune opere leonardesche.

Fulcro dell’esposizione “Leonardo e la Madonna Litta”, la tempera su tavola eseguita dal genio fiorentino nel capoluogo lombardo nel 1490 circa, è, insieme a uno studio riferibile alla mano di Leonardo, realizzato a punta metallica - raffigura un profilo femminile e un occhio dalla palpebra nettamente delineata -, l’unica opera vinciana.

Nel dipinto, che mostra la Vergine che allatta il Bambino nella stanza aperta sul cielo e sui monti, spiccano la nitidezza delle figure e le cromie brillanti.

Un’opera milanese, appartenuta ai Belgiojoso, poi ai duca Litta finché, nel 1865, Antonio Litta Visconti Arese la cedette allo zar Alessandro II. Da allora si è mossa sei volte dall’Ermitage e una di queste per venire a Milano, trent’anni fa, a Palazzo Reale.

Gli altri lavori, una ventina tra dipinti e disegni, furono eseguiti, negli ultimi due decenni del Quattrocento, dai suoi allievi più vicini: da Giovanni Antonio Boltraffio a Marco d’Oggiono, dall’ancora misterioso Maestro della Pala Sforzesca a Francesco Galli detto Napoletano fino ad anonimi pittori lombardi.

Un’articolata campagna di analisi diagnostiche, eseguite su alcune opere presenti in mostra, ha permesso di evidenziare i diversi modi di realizzare i disegni preparatori e i dipinti da parte degli artisti che operavano nella bottega di Leonardo, dal 1482 al 1499, anni della sua presenza a Milano.

La piccola mostra segue un criterio di pertinenza cronologica e tematica: la Madonna e il bambino.

Giovanni Antonio Boltraffio a Marco d’Oggiono, i due più antichi allievi di Leonardo, già presenti nella sua bottega intorno al 1490, non solo devono essere considerati i responsabili nella diffusione delle novità stilistiche vinciane, ma anche gli esecutori materiali di alcune delle pitture uscite dallo studio che venivano recepite quali opere originali del maestro, essendo egli l’ideatore.

Il caso della Madonna Litta è il più significativo: si tratta di un’opera disegnata e progettata da Leonardo, ma possibilmente condotta, con la sua supervisione, da uno dei due allievi.

Ma allora dove si riconosce la paternità dell’opera?

I curatori Pietro C. Marani e Andrea Di Lorenzo suggeriscono che la “lettura” più convincente dei diversi momenti di composizione dei lavori, all’interno dell’atelier leonardesco, dovrebbe riconoscere nella fase dell’ideazione e della stesura del disegno il momento creativo e quindi la paternità dell’opera, che veniva seguita dal maestro nelle differenti fasi esecutive realizzate dai suoi collaboratori.

“Leonardo e la Madonna Litta”

Museo Poldi Pezzoli - Milano

7 novembre – 10 febbraio 2020

www.museopoldipezzoli.it

Loading...
Commenti
    Tags:
    madonna litta leonardomadonna litta mostra milanomadonna litta milanoleonardo madonna litta san pietroburgo
    Loading...
    in evidenza
    Francesca Cipriani, lato B nuovo 'Glutei alla Jennifer Lopez'

    Ferragni, sotto l'orsetto niente. FOTO

    Francesca Cipriani, lato B nuovo
    'Glutei alla Jennifer Lopez'

    i più visti
    in vetrina
    Donnarumma, assalto della Juventus. Il Milan, Raiola, Ibrahimovic e...

    Donnarumma, assalto della Juventus. Il Milan, Raiola, Ibrahimovic e...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Si rinnova l’appuntamento con gli “Alfa Action Days”:

    Si rinnova l’appuntamento con gli “Alfa Action Days”:


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.