A- A+
Culture

Nero è il buio della notte. Nero è il mare in tempesta. Nero che cancella i colori. Nero il giorno in cui muori e il colore di chi si veste al tuo funerale. Nera la speranza che va in fumo. Nera è la polvere da sparo. La magia è nera e la macchia che investe la tela. Nera è la bandiera e la cronaca che fa male”.

Frank Said Amir Ebo.

Il poeta. Il principino. Lo schiavo nero.

 

La storia ha un inizio che purtroppo è già una fine. È l'anima di Frank che racconta la sua vita, mentre sta morendo, dopo che un auto gli si è schiantata addosso. Ha paura Frank di abbandonare questo mondo e urla e impreca il suo Dio affinché quello resti solo un brutto sogno. Ma è verità purtroppo come lo è quella del razzismo, una delle piaghe del mondo. Lui è nero e ha già firmato con la vita il suo castigo.

È nonno Said, appassionato di musica e di Frank Sinatra, a dargli questo nome e a spedirlo in Italia tramite un caro amico, per farlo studiare e lavorare.

Ma non è tutto oro quel che luce e l'amico altro non è che uno schiavista e un traditore. Frank rimane a lavorare nei campi di arance e pomodori fino a quando Marco, amico bianco e apparentemente per bene, lo fa scappare e dal sud lo fa andare nella capitale.

In città Frank è libero ma si ritrova solo e affamato. Diventa un barbone a tutti gli effetti. La stazione ferroviaria la sua casa. Un quaderno il suo sfogo dove scrivere pensieri e strofe. Conosce suoi simili come Marta, donna sessantenne che si definisce ragazza madre e chiede aiuto per quel figlio immaginario. Lui, invece, non chiede aiuto a casa. Non vuole essere come suo padre, ubriacone e perdente. Aveva promesso a nonno Said di tornare un giorno vincente.

S'innamora come aveva fatto da bambino, ma il ceto e il colore della pelle fanno le differenze e la storia non può continuare.

Incontra Coletta, vedova e sola, che gli regala un tetto dove dormire. Trova finalmente lavoro come muratore. Operaio ma in nero, gli spiega il titolare. Prendere o lasciare.

In quel cantiere non era l'unico straniero senza nome e documenti. Anime allo sbando. Fantasmi sfruttati e mal voluti.

Uno spiraglio di luce che torna a perdersi nel vuoto più nero.

Frank odia quel colore che è solo negativo. Odia la sua pelle e il mondo intero.

Il nero non ha luce. Il nero è sofferenza e paura e fa da contorno in un disegno bello, dove tutti i colori sono sgargianti e vivi. Il nero è ombra e movimento secondario. Il nero è ambiguo ed è anche il peggior nemico, quello che si segna in basso, nella pagina in fondo, in un'agenda da dimenticare.”

Vaga Frank senza meta. Senza ragione e solo con la voglia di morire. Ma arriva un altro angelo a salvarlo, Michel. Universitario francese che d'estate vende borse in spiaggia, come gli altri “marocchini”. È così che vengono chiamati, marocchini, anche se del Marocco non sono. È solo per la loro pelle nera che vengono classificati tutti uguali.

Ho conosciuto gente nera in terra straniera, alzarsi all'alba per raccogliere arance e olive nei campi, con in tasca una laurea in ingegneria, medicina o architettura. Nella testa più lingue da parlare e nel cuore una speranza per un futuro migliore. Nel taschino un sorriso da esibire e occhi lucidi e brillanti da far vedere; ricchezze che difficilmente faranno svanire.”

Frank... il marocchino, il poeta, il principino nero.

L'ignoranza è legge per chi vive nel buio della sapienza, quella che viaggia di leggenda in leggenda”.

Il razzismo è medicina amara che viene data da bere a chi non ha ragione e intelletto per capire che si è tutti uguali, anche se diversi di pelle, nazione e pensiero.”

Frank ci prova, tenta di riscrivere un destino già segnato.

Sogni di speranza sbattono sugli scogli di una cruda realtà. Un mare in burrasca dove costruire un'identità sconosciuta persino a se stesso. Bianco e nero, alla ricerca di un equilibrio, in un commovente viaggio di conquista dove l'interrogativo della possibilità di riscatto resta aperto alle conclusioni del lettore.

 

Tags:
maria suppamalanima
in vetrina
Inter-Icardi, rinnovo di contratto? Wanda Nara al lavoro: "Sto..."

Inter-Icardi, rinnovo di contratto? Wanda Nara al lavoro: "Sto..."

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Macron (in gilet) visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Macron (in gilet) visti dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo CR-V Hybrid, il primo SUV Honda in versione ibrida

Nuovo CR-V Hybrid, il primo SUV Honda in versione ibrida

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.