Massimo Lugli, la cronaca nera è il succo di un buon thriller

Giovedì, 25 febbraio 2010 - 09:44:00

Arte della Seta/ Massimo Lugli ad Affaritaliani.it: "Il sesso? Ho avuto un passato irrequieto...". L'INTERVISTA A TUTTO CAMPO

In esclusiva su Affaritaliani.it, i sonetti in romanesco di Massimo Lugli

LO SPECIALE

Libri

Speciale libri/ Scrittori, editori, editor, classifiche, interviste, poltrone, recensioni, brani in anteprima, blog, riviste online, notizie, curiosità, anticipazioni. Su Affaritaliani.it tutto sull'editoria

di Virginia Perini

Leggendo si riesce a sentire perfino l'odore stantio delle sigarette fumate in attesa dello scoop. La gente che grida, il lavoro di chi batte tutto il giorno le dita sulla tastiera. Il carezzevole, nuovo noir di Massimo Lugli, proietta il lettore nella realtà frenetica della redazione per raccontare una storia che richiama i grandi thriller americani, ma senza abbandonare il contatto con la realtà della cronaca nera. "Le descrizioni, la storia, i particolari sono tratti da esperienze vissute da me o da alcuni colleghi". Dal 1975 si occupa di cronaca nera e alterna la passione per il giornalismo e la scrittura con quella delle arti marziali, che pratica fin da bambino. Ha pubblicato Roma maledetta (1998) e, con la Newton Compton, La legge di Lupo solitario (2007). Ha ottenuto, poi, un grande successo di pubblico e di critica con L’istinto del Lupo, finalista al Premio Strega 2009. "Una volta era diverso, i cronisti dovevano correre sul cadavere ancora caldo, guardarlo anzi studiarlo fino all'ultimo capello e poi tornare in ufficio e raccontare tutto al direttore. Si cresceva a ritmo di strada e sangue".

massimo lugli
Massimo Lugli
E' un giornalismo reale e non burocratico quello che racconta l'autore, fatto di parolacce e ansia da notizia. "Ma a questo ho voluto affiancare una storia fantastica. Per non rendere noioso il noir. Sullo sfondo di una realtà tangibile a tutti si cela un male oscuro, profondo, una personalità deviata che si discosta dal succedere degli eventi per incarnare il polo negativo di un manicheismo radicale". E questa è la parte carezzevole. La letteratura poetica anche nel suo descrivere la cattiveria più profonda e lacerante. "Il giallo in senso classico è tramontato. Oggi il mondo letterario è alla ricerca di nuovi format. Così ho voluto scrivere un libro in cui il lettore possa oscillare continuamente tra finzione narrativa e realtà senza doversi concentrare nella ricerca dell'assassino. Ho voluto creare un gioco letterario". Poi parla del suo autore di riferimento: "De Cataldo è un maestro. Romanzo criminale è straordinario". E sul futuro: "Mi dedicherò al romanzo storico. 1346, durante la battaglia di Crecy. Ci saranno due arceri, uno inglese dell'esercito di Edoardo III e uno francese sotto Filippo VI che combatteranno non solo per la patria...".


IL BOOKTRAILER

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA