A- A+
Culture
Milano e il cinema, la mostra: un viaggio da ieri a oggi
da sinistra - Renato Salvatori, Luchino Visconti, Claudia Cardinale e Alain Delon in una pausa durante la lavorazione del film Rocco e i suoi fratelli - 1960,

di Simonetta M. Rodinò

 

Appuntamento da non perdere, la mostra “Milano e il cinema” esplora il rapporto del capoluogo lombardo e la “settima musa”.

Curata da Stefano Galli, la rassegna, da domani a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, racconta un secolo di storia del cinema: dalle prime sperimentazioni degli anni Dieci all’epoca d’oro degli anni sessanta, fino alle produzioni più recenti con la nascita di un genere-commedia tutto milanese.          

Forse non tutti sanno che nel lontano 1909, Luca Comerio, fotografo della Real Casa Savoia, fece costruire nella zona di Turro, a Milano, uno stabilimento, per diversi teatri di posa, all’epoca il più grande e attrezzato del mondo. Da qui nacque l’industria cinematografica.

Come mai allora Roma prenderà il posto di Milano divenendo il nuovo polo produttivo? “Prima di tutto - risponde il curatore -per il rapporto con il denaro: la natura stessa dell’industria cinematografica, così differente da ogni altra forma d’impresa, presenta una serie di specificità che mal si conciliano con l’operato tipico dell’industria tradizionale. L’imprenditore milanese è decisionale, è nella sua natura avere l’ultima parola. Non può giocare a un gioco le cui regole sono scritte da altri. Di fronte a un’impresa come quella cinematografica, il suo spirito, pragmatico, finisce per stancarsi, vedendo in questo genere di operazione più rischi che benefici”.

Quindi circa vent’anni dopo ecco nascere Cinecittà, cui i Ministeri erogano molti fondi. Il filo rosso dell’esposizione s’intreccia su tre tematiche: il denaro, la modernità e il lavoro. Attraverso 150 foto di scena, manifesti, locandine e splendidi contributi video, con frammenti di film impareggiabili, si scopre la vera natura di Milano.

Dalla modernizzazione che la città intraprese sin dagli anni Trenta e proseguito negli anni Cinquanta, in pieno boom economico - Milano diventa il set ideale di registi come Antonioni, Ermanno Olmi, Carlo Lizzani, Luchino Visconti, ma anche di Marco Ferreri, Liliana Cavani … che affrontano le contraddizioni, le storture e le lacerazioni ma anche le meraviglie di quell’epoca, da Miracolo a Milano a Rocco e i suoi fratelli, da La Notte a Il posto - alla cinematografia industriale. Che produce filmati per dare visibilità alle aziende.

Dal filone cinematografico pubblicitario – la cui espressione più famosa fu Carosello, trasmissione televisiva trasmessa quotidianamente dalle 20:50 alle 21:00 - ai polizieschi all’italiana degli anni Settanta.

Per tornare in seguito alla commedia milanese, quel mondo fatto di Pozzetto, Celentano, Abatantuono…e di registi come Nichetti, Salvatores, Vanzina…

 

“MILANO E IL CINEMA”
Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, spazi espositivi piano terra, via Sant’Andrea 6, Milano

8 novembre - 10 febbraio 2019

Orari: martedì- domenica: 10.00-20.00 - Giovedì: 10.00 - 22.30

Biglietti: intero: € 12 - ridotto: € 10 (studenti under 26, over 65, disabili, gruppi adulti e tutte le convenzioni)

Infoline: 02 884 65735 – 64532 

Catalogo: edizioni MilanoinMostra 

ww.civicheraccoltestoriche.mi.it

Commenti
    Tags:
    milano e il cinemamostra milano e il cinemamilano cinema mostramilano cinema palazzo morando
    in evidenza
    Nadia Toffa torna coi suoi capelli "Non sono guarita, ma..."

    LE IENE, LA BELLA NOTIZIA

    Nadia Toffa torna coi suoi capelli
    "Non sono guarita, ma..."

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei Famosi 2019: Taylor Mega, Sarah Altobello e... I NAUFRAGHI. Isola dei Famosi 2019 news

    Isola dei Famosi 2019: Taylor Mega, Sarah Altobello e... I NAUFRAGHI. Isola dei Famosi 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Kia PROCEED shooting brake, l'alternativa alle tradizionali station wagon

    Kia PROCEED shooting brake, l'alternativa alle tradizionali station wagon


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.