A- A+
Culture
Milano set sempre più ambito per foto, video, cinema e tv
Il Duomo di Milano

Film, serie tv, pubblicità, documentari, videoclip. Dal 2010 al 2018 sono più che raddoppiate le richieste per utilizzare Milano come set: passate da 342 a 717 all’anno.Una crescita iniziata nel 2015, quando per la prima volta le domande hanno superato quota cinquecento, passando da 459 dell’anno precedente a 572, grazie al riposizionamento del ‘brand’ Milano innescato dall’Expo e dagli interventi di rigenerazione urbanistica che hanno trasformato il volto di alcune zone della città, e che non si è poi mai fermata fino alle 717 del 2018.Anche per i primi sette mesi del 2019 si conferma il trend: 462 sono le richieste pervenute tra gennaio e luglio di quest’anno (404 nello stesso periodo del 2017 e 453 nel 2018).

I set preferiti sono Duomo, Galleria, Scala e Palazzo Reale (124 in questi primi mesi del 2019), i parchi e i giardini (122) e gli interni di palazzi, musei e biblioteche comunali (77).Gli introiti delle tariffe per le autorizzazioni, stabilite dal Comune nel 2010, riferite a fasce orarie della durata di 6 ore (mattina e pomeriggio) o 12 ore (in notturna) e che vanno da 103 euro per le riprese fotografiche a 444 euro per le riprese televisive e cinematografiche, sono di conseguenza aumentati negli anni: dagli oltre 60.000 euro del 2010, si è passati a 89.500 nel 2015, mentre il 2018 si è chiuso a quota 186.000. Dal versamento dei corrispettivi per le autorizzazioni sono esentate le riprese commissionate o patrocinate dal Comune di Milano, effettuate da Enti pubblici, da soggetti che agiscano senza scopo di lucro o in forma amatoriale, quelle per servizi di informazione e le produzioni cinematografiche o televisive di intrattenimento e culturali.Dall’immagine di Milano alle immagini su Milano: nel 2019 sono aumentate anche le richieste di permessi per affissioni di messaggi pubblicitari negli spazi dedicati e in quelli sulle facciate dei palazzi in restauro.

Tra gennaio e giugno di quest’anno sono state 2.255 le richieste di permessi: +63% rispetto allo stesso periodo del 2018, quando le richieste erano a quota 1.428. In crescita anche i relativi incassi per la tariffa comunale sulla pubblicità, passati da 2,2 milioni di euro nel 2018 a 3.7 milioni di euro nel 2019 (un picco dovuto anche all’aumento dal 1° gennaio 2019 del 5% dell’imposta su alcune tipologie).“L’aumento del numero di richieste racconta di una città in forte crescita economica – afferma l’assessore al Bilancio Roberto Tasca –. Alla luce di questo ritrovato dinamismo è stata giusta la scelta del gennaio scorso di parametrare le tariffe per l’occupazione degli spazi pubblicitari agli attuali livelli di mercato, scontando quello che oggi è il grado di attrattività di Milano e sulla base del fatto che le tariffe sono ferme dal 2002. È una questione di equità a favore del bene collettivo”.

Commenti
    Tags:
    milanoset
    in evidenza
    Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
    Tutti i topless da urlo (e non solo)

    i più visti
    in vetrina
    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand

    Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.