A- A+
Culture
In mostra a Milano la nuova “amicizia” tra arte e cattolicesimo
Aldo Carpi, L'arresto di Gesù, 1951

Mostra a Milano: "amicizia" tra arte e cattolicesimo

di Raffaello Carabini

Chissà perché di Giovanni Battista Montini da Concesio (Brescia) nessuno ricorda che è stato proclamato santo il 14 ottobre scorso. San Paolo VI, arcivescovo di Milano per quasi dieci anni e papa dal 1963 per tre lustri, fu colui che riportò la Chiesa Cattolica ad avere un rapporto diretto con l’arte contemporanea dopo un paio di secoli di separazione e di diffidenza reciproca. Arrivò persino ad affermare che si sarebbe dovuto “far coincidere il sacerdozio con l’arte” e concluse il Concilio Vaticano II con il celebre Messaggio in cui affermava “questo mondo nel quale viviamo ha bisogno di bellezza per non sprofondare nella disperazione. La bellezza, come la verità, è ciò che infonde gioia nel cuore degli uomini, è quel frutto prezioso che resiste al logorio del tempo, che unisce le generazioni e le fa comunicare nell’ammirazione”. Se mi è consentito: parole sante!

Oggi alla GASC, Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Villa Clerici a Milano, è aperta fino al 14 aprile prossimo la sintetica esposizione Torniamo amici. Paolo VI e gli artisti, che presenta una cinquantina di lavori di quel consesso di pittori, scultori, architetti che il Cardinal Montini radunò proprio attorno alla settecentesca dimora della famiglia Clerici acquisita dall’arcivescovato già dal primo anno del suo mandato.In contrasto con l’establishment curiale, ma con la feconda idea di rilanciare l’arte sacra anche nell’oggi – parola d’ordine la domanda rivolta agli artisti ricevuti in udienza nel maggio 1964: “ritorniamo a essere amici?” – san Paolo VI iniziò anche a titolo personale quella collezione che divenne la magnifica ala dedicata all’arte contemporanea dei Musei Vaticani. (E di cui rimangono anche numerose testimonianze assai interessanti nella Collezione Paolo VI aperta nel suo paese natale).

Non solo, fece erigere a Milano e dintorni ben 123 nuove chiese nei quartieri periferici come “prospettive inedite immerse nell’uniformità disumana delle periferie: fiori di spiritualità nel deserto”. Esempi di un’architettura contemporanea propositiva e ricca di idee, punteggiate di opere, spesso ancora da valorizzare adeguatamente, capaci di essere “veicolo, tramite, interprete, ponte tra il mondo religioso e spirituale e la società civile”.

Affacciati su uno dei teatri all’aperto e sul bel giardino all’italiana di Villa Clerici si ammirano dipinti – tra cui l’“Ultima cena” con protagonisti di oggi di Floriano Bodini, il “Cristo e l’angelo” su tavola di Luigi Filocamo e lo struggente “L’arresto di Gesù” di Aldo Carpi-, sculture – vari bronzi di Francesco Messina e Libero Andreotti e la “Colonna con storie dell’Antico e del Nuovo Testamento” in gesso dipinto di Giuseppe Pirrone -, bozzetti, grafiche e anche l’installazione “Inter Mirifica 2.0” di Daniele Coltro, con una serie di immagini di oggetti simbolo dell’oggi visualizzate su diversi schermi in minimalistica trasformazione a offrire una sorta di “pittura elettronica” del quotidiano.Il tutto aperto da quel magnifico “Ritratto di un papa”, l’iconica scultura del 1968 di Bodini fusa in bronzo (l’originale ligneo dei Musei Vaticani è in mostra al Palazzo Leone da Perego di Legnano fino al 31 prossimo, insieme a incisioni, quattro altre sculture e fotografie della sua realizzazione), che presenta il volto del santo nelle sue diverse sfaccettaure emotive, sereno e buono, spigoloso e inquieto, tenero e profondo, mentre le enormi mani fuoriescono dal piviale avvolgente come un sudario a distribuire una generosità e un’umanità malinconiche e insieme impossibili da frenare. Quelle di un santo, appunto.

Torniamo amici. Paolo VI e gli artistiVilla Clerici – GASC, Galleria d’Arte Sacra dei Contemporaneivia Terruggia, 14 – Milanofino al 14 aprileorari: giovedì 15/20; venerdì 15/18; sabato e domenica 10/18biglietti (museo + mostra) € 7; ridotti € 5; scuole e parrocchie € 3info tel. 026470066-int.2; www.villaclerici.it

Commenti
    Tags:
    mostramilanoamiciziaartecattolicesimooperechiesa cattolicagalleria arte
    in evidenza
    JENNIFER LOPEZ NUDA COSI' LANCIA BAILA CONMIGO

    Le foto delle vip

    JENNIFER LOPEZ NUDA
    COSI' LANCIA BAILA CONMIGO

    i più visti
    in vetrina
    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508

    Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.