A- A+
Culture
Premio America, l’erede dei Savoia Emanuele Filiberto tra i premiati del 2019

Torna come ogni anno il Premio America, assegnato dalla Fondazione Italia Usa. Verrà assegnato giovedì 10 ottobre 2019 a  Roma nell’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati (accesso con documento di identità e solo dopo conferma da richiedere alla segreteria della Fondazione Italia Usa entro il 5 ottobre, nel limite dei posti disponibili) con una cerimonia diretta dalla giornalista Didi Leoni. Il premio consiste in una pregiata opera esclusiva del maestro orafo Gerardo Sacco. La Fondazione Italia-Usa nasce per testimoniare l’amicizia tra gli italiani e il popolo americano. Da tempo Italia e Stati Uniti si scambiano cultura, beni materiali, influenze e tradizioni, sì da poter affermare che, senza l’apporto dell’uno, l’altro sarebbe diverso da com’è, e viceversa. Stati Uniti e Italia sono legate da ottime relazioni, e per rafforzare tali relazioni è nata una fondazione che intende svolgere un ruolo pubblico con carattere apartitico al di qua e al di là dell’Atlantico. L’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma ha partecipato ufficialmente all’atto costitutivo della Fondazione, rappresentata dal ministro consigliere per gli affari pubblici. Conoscere l’America significa apprezzarne i lati ancora poco noti alla maggioranza degli italiani, esercitando quello spirito critico che guarda alla realtà senza pregiudizi. E’ necessario comprendere gli Stati Uniti per quello che realmente sono senza filtri politici e ideologici, e migliorarne l’immagine in Italia rispetto alle distorsioni che circolano in abbondanza. La Fondazione opera grazie unicamente ed esclusivamente al sostegno dei soci in quanto, per scelta e a tutela della propria totale indipendenza, non riceve alcuna forma di contributi, sussidi o sovvenzioni, neppure nella forma di incarichi professionali, da alcuna istituzione o ente pubblico, governativo o locale, né sponsorizzazioni o pubblicità da parte di aziende. Questo garantisce la libertà e l’ autonomia della Fondazione e del relativo Premio, che anche quest’anno verrà assegnato a personalità italiane ed internazionali che hanno contribuito allo sviluppo dei rapporti tra i due Paesi. I premiati del 2019 sono Manuel Agnelli, José María Aznar, Laura Cioli, Carlo Cracco, Brunello Cucinelli, Marcello Foa, Maria Latella, Danny Quinn, Emanuele Filiberto di Savoia, Curtis M. Scaparrotti. Un premio speciale alla memoria andrà al compianto scrittore Giorgio Faletti. All’interno del Premio America, la Fondazione Italia-Usa attribuirà anche tre medaglie della Camera dei Deputati ad altrettanti studenti di università americane: Djuna L. Carlton, Adriana M. DeNoble, Micah K. Hinnergardt.Il premio consiste in una pregiata opera esclusiva del maestro orafo Gerardo Sacco. I profili dei premiati. Manuel Agnelli (Milano, 13 marzo 1966) è un musicista, produttore discografico, personaggio televisivo e rocker italiano, fondatore del gruppo Alternative Rock Afterhours. La carriera musicale di Manuel Agnelli ha inizio nel 1985 quando dà vita agli Afterhours insieme con Lorenzo Olgiati e Roberto Girardi. Ai tre si aggiungerà dopo Paolo Cantù. Nel 1987 gli Afterhours pubblicano il 45 giri My bit boy, a cui seguirà il primo album All the Good Children Go to Hell. Nel 1989 fonda assieme ad altri musicisti l'etichetta discografica Vox Pop, che nell'arco della sua attività durata cinque anni produrrà circa novanta dischi tra cui band come Rirmo Tribale, mau Mau, Prozac + e Casino Royale. Nel 1998 ha prodotto Club Privé dei Massimo Volume e ha collaborato con i La Crus nella realizzazione dell'album Dietro la Curva del Cuore. Nel 1999 ha collaborato nuovamente con Emidio Mimi Clementi dei Massimo Volume, con cui realizza il progetto Gli Agnelli Clementi che prevede uno spettacolo di reading itinerante in Italia. Nel 2016 prende parte come giudice alla decima edizione del Talent musicale X-Factor. Nel 2018 presta la voce a Caravaggio nel film Caravaggio - l'Anima e il Sangue, prodotto da Sky. Nel settembre 2018 torna in tv come giudice di X-Factor alla guida delle under donne, ma con un producer diverso: non più il violinista degli Aftherhours Rodrigo D'Erasmo, ma il disc jokey Big Fish. Al termine della semifinale annuncia che questa sarà la sua ultima partecipazione al programma. Il 7 febbraio 2019 ha collaborato con Daniele Silvestri e Rancore al singolo Argentovivo, pubblicato in occasione del 69º Festival di Sanremo. José María Alfredo Aznar López (Madrid, 25 febbraio 1953) è un politico spagnolo, già Presidente del Governo della Spagna dal 5 maggio 1996 al 17 aprile 2004, appartenente al Partito Popolare. Dopo aver lasciato il governo, dal 2004 ha lavorato in varie compagnie private. È stato anche presidente onorario del Partito Popolare (2004-2016), e membro del Consiglio di Stato. Aznar si presenta come "l'erede della tradizione liberale spagnola," uno dei riferimenti del settore Liberal conservatore del centro-destra conservatore spagnolo. Laura Cioli (10 luglio 1963), laureata con lode in Ingegneria Elettronica presso l'Università di Bologna, è abilitata alla professione di ingegnere e ha conseguito un Master in Business Administration presso la SDA Bocconi di Milano. Ha servito in qualitá di top manager esecutivo diverse aziende globali leader nei settori telecomunicazioni, media, energia, financial services, management consulting. È membro del Consiglio di Amministrazione di Pirelli e del Consiglio di Amministrazione di Brembo. Dal 26 aprile 2018 ricopre la carica di Amministratore delegato di GEDI Gruppo Editoriale. Carlo Cracco (Creazzo, 8 ottobre 1965) è un cuoco, personaggio televisivo, gastronomo e ristoratore italiano. Dopo aver frequentato l'istituto alberghiero "Pellegrino Artusi" di Recoaro Terme e aver lavorato nel ristorante "Da Remo" di Vicenza, la svolta professionale avviene quando nel 1986 collabora con Gualtiero Marchesi. In seguito lavora ne "La Meridiana" a Garlenda e a Parigi, dove ha studiato la cucina francese presso il ristorante dello chef Alain Ducasse e al "Lucas Carton" sotto la guida di Alain Senderens. In seguito Carlo Cracco è stato primo chef presso l'Enoteca Pinchiorri guidata da Giorgio Pinchiorri e sua moglie Annie Feolde. Durante la sua conduzione, l'enoteca ottenne tre stelle sulla Guida Michelin. Gualtiero Marchesi lo chiama nuovamente per l'apertura del suo ristorante "L'Albereta" a Erbusco, dove Cracco ha lavorato come chef per tre anni. Subito dopo ha aperto "Le Clivie" in Piobesi d'Alba, ristorante il quale, dopo solo un anno, guadagna una stella Michelin. Nel 2001, su invito della famiglia Stoppani, proprietaria del negozio di gastronomia Peck, Cracco apre il ristorante "Cracco Peck" a Milano, dove lavora come executive chef fino al 2007. Con il suo arrivo, il ristorante guadagna due stelle Michelin. Dal 2007 diventa patron chef del ristorante, che rinomina semplicemente in "Cracco".  Nel 2014 ha dato vita al bistrot "Carlo e Camilla in Segheria", che prende il nome da una vecchia segheria in disuso, mantenuta nella sua struttura originale, nella zona dei Navigli di Milano. Nel novembre del 2016 ha aperto il suo primo ristorante all’estero, Ovo by Carlo Cracco, situato a Mosca, all’interno dell'Hotel Lotte. Il 4 marzo 2017, contestualmente all'annuncio dell'abbandono del ruolo di giudice di MasterChef Italia, ha dichiarato di volersi dedicare altri progetti, come l'apertura di due nuovi ristoranti a Milano, uno dei quali in Galleria Vittorio Emanuele II, che attualmente sta avendo un grande successo. Ha avuto due figlie, Sveva e Irene, da un precedente matrimonio e due figli dalla seconda moglie, Rosa Fanti, con la quale si è sposato il 19 gennaio 2018. Marcello Luigi Foa (Milano, 30 settembre 1963) è un giornalista e scrittore italiano con doppia cittadinanza svizzera e italiana. Laureato in Scienze politiche all'Università degli Studi di Milano, inizia la sua carriera nel 1984 a Lugano, alla Gazzetta Ticinese, e poi nel 1987 al Giornale del Popolo, due quotidiani ticinesi. Dal 26 settembre 2018 è presidente della Rai. Maria Latella (Reggio Calabria 13 giugno 1957) è una giornalista e conduttrice televisiva italiana, attualmente fra le conduttrici di Radio 24. Laureata in giurisprudenza, ha iniziato la carriera giornalistica al «Secolo XIX». Dal 1990 al 2013 è stata una dei giornalisti di punta del gruppo Rcs, prima come inviata di politica per il “Corriere della Sera”, poi come direttore del settimanale “A”.  Giornalista multimediale, ha scritto diversi libri, l’ultimo dei quali è “Il potere delle donne” pubblicato da Feltrinelli. In precedenza per Rizzoli ha pubblicato “Tendenza Veronica“, la prima e unica biografia di Veronica Berlusconi e “Come si conquista un Paese“ sul ventennio di Berlusconi. Maria Latella è spesso chiamata a moderare dibattiti su temi relativi alla politica, all’economia e al rapporto tra il mondo del lavoro, la scuola e le nuove generazioni. È sposata con il pubblicitario inglese Alasdhair Macgregor-Hastie. Ha una figlia, Alice, creative director a Berlino. Danny Quinn, (Roma, 16 aprile 1964) è un attore e regista italiano. È figlio di Anthony Quinn e dell'attrice italiana Jolanda Addolori. Lavora sia negli Stati Uniti che in Italia. Uno dei suoi primi lavori è Stradivari, regia di Giacomo Battiato. Nel 1989 interpreta anche il ruolo di Renzo Tramaglino nella serie TV i promessi Sposi regia di Salvatore Nocita, e inoltre presenta il Festival di sanremo 1989 con Rosita Celentano Gianmarco Tognazzi e Paola Dominguin. L'anno successivo, oltre che interprete, è sceneggiatore, direttore del casting, produttore e regista del film David e Lola. Nel 2004 vince la prima edizione del reality show di Italia 1, La fattoria, condotta da Daria Bignardi. Nel 2007 è uno degli interpreti del film Go Go Tales, regia di Abel Ferrara.  Il 15 febbraio 2013 è ritornato sul palco del Teatro Ariston durante la quarta serata del Festival di Sanremo, come ospite insieme agli altri tre conduttori dell'edizione del 1989. Curtis Michael "Mike" Scaparrotti (5 marzo 1956) è un generale dell'esercito degli Stati Uniti, già comandante generale della Nato. Nel 1978, si è laureato presso l'Accademia militare degli Stati Uniti a West Point, New York. La sua formazione militare comprende i corsi di base e avanzati per ufficiali di fanteria, il Comando e il General Staff College e il War Army College degli Stati Uniti. Scaparrotti ha ricoperto il ruolo di comandante, comando congiunto e vice comandante della Forza di assistenza internazionale per la sicurezza, forze armate statunitensi in Siria, comandante generale del'I Corpo e della base Lewis-McChord e comandante generale dell'82a Divisione Airborne. Emanuele Filiberto di Savoia (Ginevra, 22 giugno 1972) è l’erede di Casa Savoia in quanto figlio del principe Vittorio Emanuele di Savoia e di Marina Ricolfi Doria. E’ nato e vissuto in Svizzera fino all’età di 31 anni, quando il parlamento italiano abrogò i commi primo e secondo della XIII disposizione transitoria e finale della Costituzione che impedivano agli eredi maschi di casa Savoia di entrare e soggiornare sul territorio italiano. A seguito di tale provvedimento (datato 10 novembre 2002) Emanuele Filiberto, insieme al padre Vittorio Emanuele e la madre Marina (che però non era soggetta a tale restrizione), effettua una prima visita in Italia nel dicembre dello stesso anno, rendendo visita al papa Giovanni Paolo II. Nipote dell’ultimo Re d’Italia Umberto II, che lasciò il Paese dopo il contestato referendum istituzionale del 2 giugno 1946, vive tra Parigi, Montecarlo e la cittadina svizzera di Gstaad, dove risiedono stabilmente i genitori. E’ sposato dal 25 settembre 2003 con l’attrice cinematografica francese Clotilde Coureau, da cui ha avuto due figlie femmine: Vittoria (28 dicembre 2003) e Luisa (16 agosto 2006). Ancora nei tempi dell’esilio (1995-96) era ospite fisso della trasmissione sportiva Quelli che il calcio condotta da Fabio Fazio. Nel 2009 partecipa come concorrente alla quinta edizione del talent show di Rai Uno Ballando con le stelle, in coppia con la maestra di ballo Natalia Titova, e il 21 marzo se ne aggiudica la vittoria. Nel 2010 conduce con Pupo, Georgia Luzi e Valeria Marini il talent show I Raccomandati e presenta il varietà Ciak... si canta!, e sempre con Pupo, partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Italia amore mio. Nel 2011 partecipa all'ottava edizione del reality show di Rai 2 L'isola dei famosi. Nel 2015 prende parte come concorrente alla terza edizione del talent show Notti sul ghiaccio, condotto da Milly Carlucci su Rai 1. Ormai da qualche anno Emanuele Filiberto di Savoia ha rallentato l’attività nel mondo dello spettacolo per dedicarsi al Prince of Venice food truck, un’azienda che produce e vende con dei mini trucks pasta fresca nelle principali strade degli Stati Uniti d’America.

Commenti
    Tags:
    premio americasavoiaemanuele filibertocerimoniafondazione italia usacamera dei deputatiromagiornalistadidi leonigerardo saccoitaliastati unitiambasciatamanuel agnellijosé maría aznarlaura ciolicarlo craccobrunello cucinellimarcello foamaria latelladanny quinnemanuele filiberto di savoiacurtis m. scaparrottigiorgio falettidjuna l. carltonadriana m. denoblemicah k. hinnergardt
    Loading...
    in evidenza
    Victoria’s Secret, show annullato Niente sfilata di Angeli per Natale

    Costume

    Victoria’s Secret, show annullato
    Niente sfilata di Angeli per Natale

    i più visti
    in vetrina
    Taylor Mega gioca a calcio senza vestiti: lato B in primo piano. VIDEO

    Taylor Mega gioca a calcio senza vestiti: lato B in primo piano. VIDEO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda. Ecco Kamiq, il City Suv camaleontico per giovani e famiglie

    Skoda. Ecco Kamiq, il City Suv camaleontico per giovani e famiglie


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.