A- A+
Culture
Ragazzi a scuola di legalità per conoscere l’Italia e i suoi Eroi
Gloria Giorgianni, produttrice, fondatrice e AD di Anele

Il Progetto Legalità nato dal Protocollo d’intesa tra Luiss, Anac, Csm e Dna in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione partirà a febbraio in 21 scuole italiane - tra nord e sud - e coinvolgerà 60 studenti universitari, in qualità di tutor, per diffondere una maggiore cultura della giustizia tra i banchi di scuola. Il tour prevede l’organizzazione di una serie di incontri tra gli alunni degli istituti di primo e secondo grado e i protagonisti dell’anticorruzione, attraverso attività e argomenti volti a favorire la formazione e l’integrazione sociale.

Alla conferenza di presentazione del progetto sono intervenuti la prof.ssa Paola Severino, Rettore dell’Università Luiss Guido Carli e illustri rappresentanti del mondo della giustizia e del giornalismo, tra cui Giovanni Legnini, Vice Presidente Consiglio Superiore della Magistratura; Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri; Federico Cafiero de Raho, Procuratore Nazionale Antimafia; Eugenio Albamonte, Presidente Associazione Nazionale Magistrati; Luigi Contu, Direttore ANSA; Gianni Riotta, Editorialista de La Stampa e Condirettore Master Macom, LUISS School of Government. 

“La collaborazione tra università, studenti, magistratura e forze dell’ordine permetterà ai giovani alunni di vivere una esperienza formativa e di crescita personale, volta ad una maggiore consapevolezza dell’attualità, i rischi ma anche gli strumenti legali che abbiamo a disposizione per tutelarci e per formare le nuove generazioni nella cultura della legalità e del merito.” – Ha commentato Gloria Giorgianni, produttrice, fondatrice e AD di Anele (in foto), durante la presentazione del progetto– “Anele, in coproduzione con Rai Cinema e Rai Com, ha realizzato una serie docu-film ‘Nel nome del popolo italiano’, andati in onda su Raiuno ad inizio settembre 2017, che verranno diffusi e proiettati durante i laboratori di legalità. I video sono incentrati sulla vita e la figura di quattro personaggi italiani del mondo istituzionale, giuridico e miliare che hanno protetto il nostro Paese dalla criminalità e che sono rimasti vittime del terrorismo e della mafia. Le storie sono raccontate in un linguaggio innovativo e moderno che ha coinvolto le giovani generazioni delle famiglie delle vittime, in un confronto tra memoria, passato e proiezione del futuro. I ragazzi conosceranno quindi la passione e l’impegno di Marco Biagi, giuslavorista; Vittorio Occorsio, magistrato; Natale De Grazia, capitano di fregata e di Piersanti Mattarella, politico italiano. È questa l’Italia dei valori e degli Eroi, da cui le future generazioni devono poter prendere esempio per trarne ispirazione.”

Tags:
progetto legalitàanelenel nome del popolo italiano

in vetrina
Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

i più visti
in evidenza
Tre stelle a Mauro Uliassi E' il decimo chef in Italia

Siamo il secondo paese al mondo

Tre stelle a Mauro Uliassi
E' il decimo chef in Italia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.