Willy Pasini ad Affari: "Il tradimento? Sempre più frequente, e soprattutto con persone dello stesso sesso..."

Venerdì, 21 ottobre 2011 - 08:13:00

 

di Virginia Perini

 
SONDAGGIO: L'AMORE DURA PER SEMPRE? O FINISCE DOPO TRE ANNI? Dì LA TUA...

Il fascino della fuga nascosta, il bello dell'innamoramento fugace, la passione che la moglie non dà più. La forza di quelle sensazioni che da adolescente ti facevano chiudere i libri sulla scrivania per fuggire dalla amata. Alla domanda "moglie o amante?" un buon 40% degli "accoppiati di tutta Europa" rispondono amante. E non solo per il sesso. "Lo rivelano i sondaggi, è una realtà incontestabile: oggi si tradisce molto di più che in passato e soprattutto con persone dello stesso sesso". Lo sostiene il grande psichiatra e sessuologo Willy Pasini. Voglia di trasgressione? "Non solo, anche amore dell'innamoramento, che dopo tre anni cessa fisiologicamente. La ricetta è la seduzione intraconiugale, ma in Italia è difficile".

 

Willy Pasini
 

Il tradimento. Mi verrebbe da dire 'vecchio quanto l'uomo', invece..."Oggi non è più un tabù, è stato sdoganato, prima era un crimine e un peccato mortale. Basti pensare che Coppi andò in prigione perchè stava con la Dama Bianca. In più c'è un grande pressing mediatico: la tv dice che per essere in devi avere un arcipelago di persone intorno. Sta di fatto che un buon 40% delle persone accoppiate tradisce abitualmente".

 

La pressione mediatica incide tanto?
"Il processo è complesso. Lo chiamo di exciviltà: il meccanismo per cui si è ciò che si vede. Una volta voi donne portavate la sottoveste sotto l'abito, ora è sopra. Per usare una metafora. A questo si aggiunge il cambiamento della coppia che, oggi, non è più legata solo alla procreazione, ma trova soddisfazione oltre i figli, nelle emozioni e nella felicità dei due componenti. Questo ha tra le sue conseguenze anche il tradimento, ovvero un rapporto a due, esterno alla coppia, passionale e intenso".

Quindi il tradimento è la ricerca di qualcosa che la coppia non dà più?
"Credo che un uomo davvero innamorato non pensi al tradimento. Lo fa chi ha superato la fase dell'innamoramento e a cui non basta emotivamente quella della tenerezza. Gli americani le chiamano 'cercatori di sensazioni'".

La fase dell'innamoramento è quella della passione travolgente? Quella del desiderio erotico profondo, in cui non ci si stanca mai di stare insieme? E ha una durata?
"L'innamoramento non può durare più di tre anni. E' un fatto biologico, ormonale. Per tre anni domina l'ormone della dopamina, dopo viene sostituito dall'ossitocina, l'ormone della tenerezza. In questa fase, o se non si è innamorati davvero, anche prima, si arriva a tradire. Le cause sono tante: perchè si è innamorati di un'altra persona, una delle cause più frequenti. O uno dei due non si accontenta dell'amore, ma vuole costantemente essere innamorato. E' innamorato dell'innamoramento. E lo ricerca altrove. Con un'altra persona. Poi c'è il modello madame Bovary: una fuga inarrestabile dalla noia".

L'adulterio è una via di fuga dalla routine, ma non soltanto sessuale dunque...
"No, c'è anche chi lo fa per sesso. Ne ha bisogno più di quanto non possa averne all'interno della coppia. In questo cso c'è una forte componente trasgressiva. Un fenomeno del momento è il tradimento con persone del proprio sesso. Questo avviene perchè tenerezza ed erotismo sono due sfere diverse. Con la moglie o il marito si ha un rapporto basato sulla prima. Ma al di là di essa si può scoprire un erotismo omosessuale: più nuovo, più eccitante".

Psicologicamente come se lo spiega?
"Tutto è riconducibile al rapporto cha si ha con la madre e col padre. Si è legati al padre per alcuni motivi, per altri alla madre. E i due modelli si ricercano nel partner. Così possono svilupparsi sessualità differenti".

Esiste una ricetta per non far appiattire la coppia, che so, per prolungare i fatidici 3 anni d'innamoramento?
"Sì, la seduzione intraconiugale. Io a ginevra vivo di fianco a due coppie: una americana e una dell'Arabia saudita. I comportamenti delle due donne sono molto diversi. L'americana rivolge il suo potere seduttivo verso l'esterno. Si fa bella il venerdì sera e in casa è sempre in tuta e coi bigodini. L'altra invece è sexy in casa con il marito, mentre esce col velo. Vince sicuramente il secondo modello. Oltre a questo bisogna conoscere i punti deboli del partner, i suoi gusti sensoriali e stimolarli".

Il fatto di sentire il pieno possesso del partner alla lunga non stufa? Non crea un'alternanza di noia e abitudine?
"Sì certo, si chiama sindrome del marinaio. A Parigi per esempio molte coppie non vivono insieme. In Inghilterra invece si usa avere camere separate. La camera matrimoniale è un portato della tradizione cattolica del sud. C'era un editto della chiesa che diceva che un grande letto porta più figli. Nel resto del mondo le coppie hanno trovato degli escamotage per fare in modo che certi spazi individuali vengano mantenuti. Questo, certo, aiuta a mantenere la coppia viva. Aiuta a tenere alto il desiderio erotico. E' un po' come se una donna si presentasse all'altro sempre nuda... No. Il segreto è mostrarsi con dei vestiti vedo-non vedo, che lasciano intendere che lei si può spogliare".

Nel suo libro parla anche del poliamore. La tendenza delle persone a vivere relazioni con più persone...
"Sì, è una tendenza che va affermandosi sempre di più perchè le persone vogliono avere sia tenerezza che erotismo e la stessa persona non può dare entrambe le cose. Anche questo è riconducibile al rapporto con il padre e la madre. Noi cresciamo con due figure di riferimento distinte, che ricerchiamo nel partner. Il problema è che non sono riconducibili a un'unica persona. E l'uomo non si accontenta, vuole amare, vivere le proprie passioni, ma anche trovare le sicurezze che cerca. La soluzione è dunque cercare persone".

Il problema è poi capire chi si ama davvero... Ma quindi il poliamore fa venire a galla l'indole naturale dell'uomo?
"Assolutamente sì. Infatti la teoria del poliamore urta con una delle più forti pulsioni: la gelosia. Che può diventare uno stimolo nuovo tra due persone, ma anche una passione compulsiva. La gelosia afrodisiaca permtte quello che tra gli adolescenti avviene col flirt: un uomo vede che la sua donna piace ad altri e si riaccende in lui un certo sentimento. Però può diventare molto più forte. Allora capita che due amanti, quindi formalmente separati  e appartenenti ad altri, risultino ancora più legati proprio dalla forza della gelosia che provano l'uno per l'altro".


 

 

0 mi piace, 0 non mi piace

In Vetrina


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA