A- A+
Cura di sé
L'era dei social: siamo più o meno soli in questa società?

Di Antonella Gramigna*

TUTTA SALUTE/ Su Affari la rubrica a cura di Antonella Gramigna, laureata in comunicazione con master in Orientamento e promozione della salute. E' impegnata nella ricerca e divulgazione di tematiche legate allo "star bene".

Sarà mai possibile che un social possa conoscere i miei gusti e, addirittura, arrivare a farmi avere migliaia di auguri per il mio compleanno? Pare di si. Tutto ciò deriva, ovviamente, dalle tracce che noi seminiamo. I social ci inducono a porre i nostri Mi piace, a scrivere la data di nascita, le parentele e i gusti. Più bravo di mariti e parenti che, spesso per distrazione, non si ricordano degli eventi importanti legati a noi. Addirittura sul social più famoso, e parlo di Facebook, sono arrivati a creare " un anno di ricordi". Un vero e proprio album di foto accompagnate da musica ( emozionante devo dire) che ripercorre i momenti salienti del periodo appena trascorso. Naturalmente modificabile, ci mancherebbe. L'incidente di percorso, infatti, è in agguato. Poco tempo fa, sulla pagina di un utente è apparso il suddetto album con, all'interno, le foto della propria figlia prematuramente scomparsa. Questo perché una macchina, per quanto possa essere avanti a livello ingegneristico, non avrà mai capacità di anima e sentimenti.
Viene reso noto che un'analisi condotta su oltre 86.000 profili Facebook,  dai ricercatori delle università di Cambridge e Stanford ed uno studio, pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze (Pnas), fa riflettere e porge  elementi utili per poter ulteriormente fare passi avanti nel cercare di pensare a nuove modalità di interazione uomo-macchina, proprio per poter creare computer capaci di riconoscere le emozioni umane, quasi come si vede nei film di Fantascienza. Ma è già impressionante come si possa tracciare il tipo di personalità che abbiamo
con solo pochi 'mi piace' ad un argomento, ad un politico , ad un progetto pubblicato.
Una sorta di  "Grande Fratello" delle emozioni, quindi. Qualcosa di impalpabile che silenzioso penetra nella nostra vita e non ce ne accorgiamo. Ormai oggi, tutti quanti, e ahimè sin dalla tenera età ,disponiamo di strumenti di telefonia il cui uso primario è diventato 'esimo. Siamo in continua connessione con il mondo, da sud a nord, est e ovest, nel pianeta. Ed il bello è che pensiamo di essere , così, finalmente liberi , di dire, di scrivere, addirittura di pensare. Ma così non è. Addirittura, e paradossalmente, siamo più soli di prima. Vedere due persone, spesso coppie , ad un tavolo, di un bar , di un ristorante o comunque di un luogo di condivisione, usare i mezzi informatici addirittura per mandarsi messaggi ha della fantascienza. Se pensiamo con calma e razionalità emerge, chiara, proprio la scena principale di un film famoso nel quale si vede una parvenza umana con un microchip che la dirige e le fa compiere azioni ben precise. Non siamo poi tanto lontani da tutto questo, solo che non ce ne accorgiamo. Questo non esiste solo adesso, con l'uso dei social, ma da quando c'è internet. Nato proprio come mezzo di spia militare ha trovato, poi, campo anche nella società come mezzo di conoscenza e divulgazione, di comunicazione global, insomma. Da qui a diventare contenitore di informazioni il passo è stato breve.  E poi ci chiediamo come mai, all'apertura di un sito o di una pagina social, appaia ( ma guarda un po') quel link di un viaggi da sempre sognato e quel dato oggetto cercato o quel libro che tanto cerchiamo.
E a chi mi dice di sbagliare in questi concetti perché sono troppo estremi rispondo :" Stacca la spina e cerca di sconnetterti. Solo così capirai l'importanza legata all'uso che stai facendo di questo mondo cybernetico. Se ti mancherà, saprai che avrò avuto ragione".

D.ssa Antonella Gramigna

* Esperta in comunicazione, promozione e orientamento alla salute

Tags:
neck nominationmodatendenza

in vetrina
The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

i più visti
in evidenza
"Dogman" candidato dell'Italia Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Spettacoli

"Dogman" candidato dell'Italia
Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati Ghibli Ribelle, in edizione limitata

Nuova Maserati Ghibli Ribelle, in edizione limitata

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.