A- A+
Home
Diamanti: la banca deve risarcire i truffati, lo stabilisce il Tribunale

E' finita bene per coloro che avevano investito ingenti quantità di denaro in diamanti. Pietre preziose che non rispettavano il loro valore reale. Un inganno che aveva coinvolto anche personaggi noti al grande pubblico come Vasco Rossi e Federica Panicucci. Il provvedimento emesso dal Tribunale di Verona ha messo in rilievo il difetto di informazione corretta, da parte dell’Intermarket Diamond Business, circa le varie componenti del prezzo di acquisto dei diamanti.

Il Tribunale quindi dà ragione ai truffati e la banca deve risarcire. Sentenza che assume un significato storico che crea un importante precedente. La Banca è responsabile per il danno economico subito dai clienti, che hanno acquistato i diamanti in filiale e va condannata al risarcimento.

Diamanti: tra i truffati tanti vip, da Vasco Rossi a Federica Panicucci

Da Vasco Rossi a Diana Bracco, da Federica Panicucci a Simona Tagli. Tutti vip truffati nel mercato delle pietre preziose. Diamanti venduti a prezzi gonfiati rispetto al loro valore reale, con false quotazioni pubblicizzate sui giornali e con l’intermediazione anche di istituti di credito. È il fulcro dell’inchiesta della Procura su una presunta maxi truffa da centinaia di milioni di euro ai danni di risparmiatori, investitori ma anche clienti vip.

Il provvedimento ripercorre l’intera vicenda che ha interessato tantissimi risparmiatori, coinvolti nel recente crack della Intermarket Diamond Business S.p.A. (IDB), la società che vendeva le pietre, a scopo investimento, attraverso gli sportelli di alcune importanti Banche italiane.

Il Giudice - dato atto delle precedenti pronunce dell’Antitrust e del TAR Lazio - ha messo in rilievo, con inciso condivisibile, il difetto di informazione corretta circa le varie componenti del prezzo di acquisto dei diamanti. Il cliente era del tutto ignaro che il costo complessivo comprendesse solo in (minima) parte il valore reale della pietra e fosse gravato, invece, da una pluralità di oneri accessori: ciò, anche per effetto della pubblicazione da parte di IDB, sui quotidiani economici e sul materiale promozionale, delle cc.dd. “quotazioni”, che - ben lungi dal rappresentare un listino ufficiale - non erano altro che i prezzi di acquisto dei diamanti decisi dalla stessa società venditrice.

È significativo quanto si legge nell’ordinanza: “La rimessione alla sola IDB della definizione dei prezzi di vendita dei diamanti consentiva ad essa anche di fornire una rappresentazione fuorviante dell’andamento di quello che era presentato come il mercato di tali preziosi, volta ad avvalorare la bontà dell’investimento in essi in termini di convenienza e redditività di lungo periodo (nelle brochure prodotte sub e sub 10 dal Banco si affermava, rispettivamente, che era “Un rendimento sicuro nel tempo” e che la sua “quotazione” era destinata ad aumentare naturalmente) e al contempo evitava di dar conto delle oscillazioni di prezzo, che invece vengono oggettivamente registrate dai diversi indici basati sulle rilevazioni di contrattazioni”.

 

 

Commenti
    Tags:
    diamantitruffati dalle banchetribunale di verona
    in evidenza
    Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

    Affari Europei

    Brigitte Macron torna a insegnare
    Prof in una scuola per disoccupati

    i più visti
    in vetrina
    Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

    Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Coffee Break

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.