A- A+
Dottori
Intervista al Dott. Maioli

Oggi abbiamo incontrato il Dottor Filippo Maioli, Chirurgo vascolare, per scoprire alcune curiosità sul suo percorso professionale e approfondire il suo punto di vista su alcuni temi di attualità legati alla Sanità.
 

1) Come mai ha scelto di fare il medico?

In realtà, ho scelto questa professione fin da bambino, infatti, già alle scuole elementari andavo dicendo che da grande avrei fatto il Dottore.
 

2) Perché proprio la specializzazione in Chirurgia vascolare?

Ho scelto di diventare chirurgo vascolare perché è un tipo di chirurgia di alta precisione e, soprattutto, perché è una branca fortemente legata alla tecnologia. Aspetto della chirurgia che mi ha sempre affascinato.
 

3) Come è cambiata la sua professione grazie all’avanzamento tecnologico in medicina?

La tecnologia ci ha permesso di essere meno invasivi e di garantire al paziente un comfort maggiore sia durante l’intervento, sia nel post-operatorio, mantenendo gli stessi risultati degli interventi invasivi.
 

4) Vivere in un mondo sempre connesso ad internet ha modificato, e se si come, il suo modo di rapportarsi con i pazienti?

Sicuramente essere visibili sul web oggi è importante e credo lo sarà sempre di più. Tuttavia, resta solo il primo contatto, la cura e la soluzione dei problemi di salute dipendono fortemente dal rapporto di fiducia tra medico e paziente e, soprattutto, dal livello di comunicazione che si riesce ad instaurare.
 

5) Internet ha modificato il modo in cui i pazienti affrontano la malattia? Si sente messo in competizione con il “Dottor Google”?

Questo è un aspetto talvolta preoccupante, seppure sia un bene che i pazienti si informino, spesso le informazioni sulla rete non sempre sono adeguate o provengono da fonti autorevoli, la spiacevole conseguenza è che alcuni pazienti vengono in ambulatorio chiedendo di essere sottoposti all’intervento utilizzando una determinata tecnica. Come potete capire la chirurgia è un’attività complessa, propone approcci diversi per casi diversi, soprattutto quando si tratta di metodiche mini-invasive (giustamente divulgate), le caratteristiche del paziente devono essere idonee, altrimenti il rischio di non risolvere il problema o di arrecare danno si eleva.
 

6) Secondo lei sanità pubblica e privata come potrebbero integrarsi in futuro per fornire al cittadino un servizio migliore?

Auguriamoci un futuro dove la realtà pubblica e quella privata siano sovrapponibili in termini di standard di cura e di efficienza, a costi controllati e controllabili, intanto mi piacerebbe che la sanità privata fosse davvero considerata una risorsa per la pubblica, ciò permetterebbe una migliore gestione delle liste di attesa e sarebbe uno stimolo per medici e amministratori.
 

7) Lei come chirurgo vascolare si è mai imbattuto in una particolare leggenda metropolitana che vorrebbe smentire?

Non ho leggende metropolitane da smentire, tuttavia capita che i pazienti ci chiamino chirurghi cardiovascolari o angiologi, vorrei chiarire che il chirurgo vascolare cura le patologie dei vasi arteriosi e venosi, non si occupa del cuore (per quello ci sono i colleghi cardiochirurghi), né si occupa solo di vene varicose, ma anche di aneurismi aortici, stenosi carotidee e arteriopatie periferiche.
 

8) Quindi il chirurgo vascolare è uno specialista che si occupa di chirurgia delle arterie e delle vene, ma ha anche ruolo nella prevenzione?

Certamente, il chirurgo vascolare ha il "sesto senso" dell’ecocolordoppler, ovvero la metodica ecografica che lo affianca durante molti interventi chirurgici sulle vene e sulle arterie, ma è anche il mezzo con cui si riesce a fare diagnosi precoce di rischio di ictus (da stenosi della carotide), valutare la presenza di un aneurisma dell’aorta addominale, oppure a valutare se la presenza di gambe gonfie e dolenti è legata ad insufficienza venosa. Insomma chi può fare diagnosi meglio di chi cura?

 

Il Dott. Filippo Maioli riceve nei suoi studi di Arezzo e Rimini, per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento potete visitare il suo profilo:

Visita il profilo

Tags:
intervistadottorechirurgo vascolareangiologointernetnuove tecnologiecomunicazione digitaleprivatizzazionepazientimedicinasanità pubblicasanità privataveneaortacapillarivene varicoseflebite

in vetrina
Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.