A- A+
Dottori
Nuovo Decreto sulle vaccinazioni obbligatorie
Vaccinazioni

Lo scorso 7 Giugno il Presidente Mattarella ha firmato il discusso Decreto legge (D.L. n. 73 del 7 giugno 2017) che introduce l’obbligo di vaccinazione per i minori (0-16 anni), prevedendo sanzioni più pesanti per i genitori che non lo osservano e affidando alle istituzioni scolastiche il compito di vigilare, controllare e segnalare le trasgressioni.

Vediamo quindi i punti principali del Decreto e cosa occorre fare per adeguarsi alla nuova normativa.

 

 

 

 

Vaccinazioni obbligatorie

I vaccini resi obbligatori dalla nuova normativa sono in totale 12:

  • anti-poliomielitica;

  • anti-difterica;

  • anti-tetanica;

  • anti-epatite B;

  • anti-pertosse;

  • anti-Haemophilus influenzae tipo b;

  • anti-meningococcica B;

  • anti-meningococcica C;

  • anti-morbillo;

  • anti-rosolia;

  • anti-parotite;

  • anti-varicella

 

Vaccini richiesti in base all’età del minore

L’obbligo varia, tuttavia, in base all’età del minore, che dovrà effettuare solo le vaccinazioni previste nel Piano vaccinale del suo anno di nascita, seguendo il Calendario vaccinazioni, quindi:

  • Per i nati tra il 2001 e il 2011 è necessario aver effettuato 9 dei 12 vaccini obbligatori, ossia l’esavalente (che immunizza da difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B ed haemophilus influenzae di tipo B), l’anti-morbillo, l’anti-parotite e l’anti-rosolia.

  • I nati tra il 2012 e il 2016, oltre alle 9 vaccinazioni nominate sopra, dovranno avere l’anti-meningococco C, per un totale di 10 vaccini;

  • Infine, i nati nel 2017 dovranno effettuare tutte le 12 vaccinazioni obbligatorie.

 

Vaccinazioni e iscrizione a scuola

I bambini più piccoli, in età da nido o materna, non potranno essere iscritti se sprovvisti delle vaccinazioni, che costituiscono un requisito necessario per essere ammessi.

Per i ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo (elementari, medie inferiori e primi due anni di superiori), invece, è prevista la possibilità di iscriversi anche con vaccinazioni mancanti, tuttavia, se i genitori non provvedono a metterli in regola nei termini previsti dalla Asl, rischiano sanzioni che vanno da 500 a 7.500 € e una denuncia per inadempimento da parte della stessa Asl al Tribunale dei minorenni (nelle prime bozze del provvedimento era prevista come sanzione anche la rimozione della patria potestà, che è ora rimessa alla decisione dei giudici del Tribunale minorile).

 

Eccezioni ed esoneri

I minori che hanno già contratto una o più delle 12 malattie, sono esonerati dall’obbligo di vaccinarsi contro queste patologie, ma il medico curante deve certificare e notificare l’avvenuta immunizzazione spontanea.

Inoltre, è previsto un esonero per i minori che, per motivi di salute, correrebbero dei rischi effettuando le vaccinazioni obbligatorie. Le particolari condizioni di salute del bambino vanno attestate da un medico generale o da un pediatra di libera scelta.

 

Ruolo della scuola

Al momento dell’iscrizione, il Dirigente scolastico deve chiedere ai genitori o ai tutori la documentazione attestante una delle seguenti condizioni:

  • l’avvenuta vaccinazione;

  • l’esonero (per chi si è immunizzato naturalmente);

  • l’omissione o il differimento (per chi si trova in particolari condizioni cliniche);

  • la  presentazione della richiesta di vaccinazione all’azienda sanitaria  locale territorialmente competente (che deve provvedere alla vaccinazione entro la fine dell’anno scolastico).

Se la documentazione non c'è, oppure è carente, la scuola deve effettuare una segnalazione alla Asl entro 10 giorni. L'ufficio di igiene convoca i genitori, cercando di convincerli se sono contrari a questa forma di prevenzione e dandogli un termine per mettersi in regola.

Se ad un bambino mancano dei vaccini, ma i genitori possono dimostrare di avere una prenotazione alla Asl per effettuarli, questi non incorrono in alcun provvedimento.

I genitori, inoltre, al momento dell'iscrizione, che avviene nei primi mesi dell'anno, potranno far prendere a scuola il figlio presentando un'autocertificazione, dove si dichiara che i vaccini sono stati fatti, in questo caso, entro il 10 luglio dovranno documentare l'effettuazione degli stessi.

I bambini che non potranno effettuare le vaccinazioni per comprovati motivi di salute, dovranno essere inseriti in classi composte interamente da compagni vaccinati, per proteggere dalle patologie anche chi non può fare nulla per prevenirle. Inoltre, il Dirigente scolastico entro il 31 Ottobre di ogni anno dovrà comunicare alla Asl quali classi dell’istituto contengono più di due bambini non vaccinati.

Anno scolastico 2017/2018

Per l’anno scolastico 2017/2018 sono state previste delle disposizioni particolari, poiché le iscrizioni sono già avvenute e mancano pochi mesi all’inizio della scuola.

Il termine per presentare la documentazione riguardante le vaccinazioni del minore è stato, infatti, spostato al 10 Settembre 2017, mentre in caso di autocertificazione la documentazione deve essere presentata entro il 10 Marzo 2018.

Infine, per essere in regola, è sempre sufficiente aver presentato la richiesta per vaccinare i propri figli alla Asl.

 
Tags:
vacciniminorisaluteobbligodecretosanitàscuolagenitoriaslcalendario vaccinibambinineonatiadolescentilibretto vaccinazioni

in vetrina
The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

i più visti
in evidenza
"Dogman" candidato dell'Italia Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Spettacoli

"Dogman" candidato dell'Italia
Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.