A- A+
Economia
500 milioni per la ricerca nel settore delle acque e nell'agroalimentare
Nella foto il prof. Riccaboni (Miur)

Le acque superficiali e sotterranee sono risorse essenziali per la sopravvivenza di intere nazioni. Mantengono l’equilibrio microclimatico e salvaguardano la biodiversità. Crescita demografica, cambiamenti climatici provocano però una sensibile riduzione di queste risorse e di quelle agroalimentari. La ricerca e l’innovazione in questi due settori può pertanto rappresentare uno strumento importante per il dialogo e la cooperazione fra i paesi euro-mediterranei e per uno sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo nel tempo.

Questo è il segnale che proviene dal programma di cooperazione internazionale Prima che nei prossimi dieci anni gestirà oltre mezzo miliardo di euro nell’innovazione dei sistemi alimentari, delle tecnologie per la sostenibilità e la sicurezza in agricoltura, dell’uso efficiente delle risorse idriche. Ci sono circa 500 milioni da spendere in dieci anni, 220 milioni arriveranno dalla Commissione europea nell’ambito del programma quadro per la ricerca Horizon 2020, oltre 300 milioni dai 18 Paesi partecipanti, di cui 11 dell’UE (Francia, Spagna, Italia, Portogallo, Grecia, Malta, Cipro, Slovenia, Croazia, Lussemburgo e Germania) e sette extra Ue, come Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Tunisia e Turchia.

“Si tratta del più grande e importante programma mai lanciato per l'area del Mediterraneo, sia in termini di investimento economico sia per numero di nazioni coinvolte”, sottolinea Carlos Moedas, commissario europeo per la ricerca, la scienza e l'innovazione. Presso la Federico II di Napoli, prima tappa di un tour nel Mediterraneo, la presentazione del progetto di cooperazione che sarà operativo dal 2018. “Ci sono voluti cinque anni di intenso lavoro per raggiungere questo traguardo che è finalizzato alla cooperazione euro mediterranea con il contributo determinante del Miur che, come leader del programma, ha sempre creduto nell’importanza strategica dell’iniziativa. Entro il 2017 partiranno i primi bandi finalizzati a promuovere la collaborazione tra enti di ricerca, aziende ed altri stakeholders per un totale di 500 milioni, l’interazione sarà basata su principi di condivisione dei benefici: equal footing, co- ownership, common interest, shared benefit”, anticipa ad Affaritaliani.it, il presidente di Prima Foundation, Angelo Riccaboni, ordinario di economia aziendale presso l’università di Siena, a conferma del ruolo direttivo e di coordinamento svolto dall’Italia già nella fase di costruzione dell’iniziativa.

“Prima parte dalla convinzione che per affrontare le grandi sfide ambientali e sociali del Mediterraneo -afferma il rettore della Federico II, Gaetano Manfredi- ricerca innovazione debbano svolgere un ruolo centrale nella realizzazione di sistemi agricoli più sostenibili e per un migliore uso dell’acqua. In questo quadro lo sviluppo delle imprese del settore alimentare possono contribuire alla crescita economica e sociale dell’area, anche ai fini della gestione dei fenomeni migratori”. Prima è anche un programma di riferimento per importanti piani di azione nazionali come quello per la Bioeconomia.

Tags:
agroalimentare

in vetrina
Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

i più visti
in evidenza
La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

Schumi, parla Corinna

La moglie rompe il silenzio
"Michael è un combattente e..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.