A- A+
Economia
A Piazza Affari brilla la stella Prysmian. Assist Generale Cable per Battista

A Piazza Affari torna a brillare la stella di Prysmian, public company multinazionale dei cavi per energia e telecomunicazioni guidata da Valerio Battista evolutasi per successive aggregazioni a partire da Pirelli Cavi con Draka e poi, da quest'anno, con General Cable. E proprio la controllata statunitense ha dato un assist importante a Battista per battere le attese del mercato, facendo scattare acquisti che hanno riportato il titolo sopra i 22 euro per azione, in crescita del 5,26%.

Rispetto al primo semestre 2017, il fatturato consolidato è cresciuto del 10,8% salendo a 4.364 milioni di euro, di cui 381 milioni ascrivibili a General Cable, consolidata dal primo giugno. Senza considerare l'apporto di General Cable l'aumento del fatturato sarebbe invece stato pari solo all'1,1%. Particolarmente positivo è apparso l'andamento delle vendite nel comparto telecomunicazioni, salite a quota 645 milioni di euro con una crescita organica del 4,4% su base annua grazie alla forte domanda di cavi ottici e Mms (cavi per soluzioni multimediali).

Per quanto riguarda la gestione operativa, l'Ebitda adjusted (ossia il risultato operativo lordo rettificato, ndr) è calato del 6,9% a 339 milioni di euro, con un incidenza sul fatturato del 7,8% (in calo dell'1,40%), mentre l'Ebit adjusted (risultato operativo netto rettificato) è diminuito del 10,9% a 246 milioni, con un Ros (ritorno sulle vendite) del 5,6% (in calo a sua volta dell'1,4%).

Su tale andamento ha pesato il già annunciato accantonamento di 70 milioni relativo al progetto Westernlink (il collegamento via cavi tra Scozia e Galles). L'utile netto dei soci è risultato in calo del 27,4% a 82 milioni di euro (furono 113 milioni alla fine dei primi sei mesi del 2017), con un primo contributo di General Cable di 3 milioni. L'acquisizione di General Cable, costata 3 miliardi di dollari (oltre 2,5 miliardi di euro), ha fatto salire l'indebitamento finanziario netto a circa 3 miliardi di euro dai 436 milioni di fine 2018.

Considerato che a giugno è stato portato a termine un aumento di capitale de 500 milioni di euro e che il Cda ha confermato la guidance per l'intero 2018 (nominando inoltre Claudio De Conto quale nuovo presidente in sostituzione del dimissionario Massimo Tononi, lo scorso luglio nominato presidente di Cdp), fatto quest'ultimo che non appariva scontato vista l'incertezza sul progetto Westernlink e il rischio di ripercussioni sul business di Prysmian legato alle tensioni commerciali Usa-Cina e ai loro possibili contraccolpi sull'economia mondiale, il titolo è tornato di prepotenza sotto i riflettori dei trader di Piazza Affari con la chiusura di alcune strategie ribassiste.

Anche perché dopo aver perso nei precedenti 12 mesi circa il 23% in borsa, in attesa della definizione dell'operazione General Cable e dell'aumento di capitale collegato, in molti sono pronti a scommettere che se il mercato americano continuerà nella sua corsa e se non vi saranno ulteriori incertezze in Europa, il gruppo guidato da Battista potrebbe stupire positivamente anche a fine anno.

Se nell'immediato non si esclude qualche presa di profitto e il permanere delle quotazioni tra i 21 e i 22 euro, un ritorno dei prezzi in area 24-25 euro a cui il titolo oscillava prima dell'aumento di capitale a inizio giugno non sembra impossibile, mentre anche un graduale riavvicinamento ai 30 euro da cui a fine novembre dello scorso anno ha preso il via il calo delle quotazioni appare un'ipotesi non così irrealistica.

 

Commenti
    Tags:
    prysmiangeneral cablevalerio battista
    i più visti
    in evidenza
    Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

    Sport

    Juve, regina degli stipendi in A
    CR7 davanti a Higuain. Classifica

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    I motori diesel BMW promossi a pieni voti agli EcoTest ADAC in Germania

    I motori diesel BMW promossi a pieni voti agli EcoTest ADAC in Germania

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.