A- A+
Economia
Amazon, Bezos sfida l'italiano Pessina e compra le farmacie Pillpack

di Andrea Deugeni
twitter11@andreadeugeni

Prima il lancio di una linea propria di farmaci da banco (i cosiddetti Otc, over the counterdrugsBasic Care, realizzata poi in concreto dalla casa farmaceutica specializzata in farmaci generici Perrigo. Decisione che aveva messo in allarme i big delle catene di farmacie americane quotate a Wall Street, come ad esempio Walgreens Boots Alliance degli italiani Stefano Pessina e Ornella Barra (rispettivamente chief executive officer e co-chief operating officer di Walgreens Boots Alliance, nella foto in basso). Ora un piede effettivo nel settore delle farmacie: dopo mesi di indiscrezioni e annunci, Amazon ha appena comunicato infatti al mercato l'acquisto di PillPack, una farmacia online che offre medicine pre-dosate e consegne a domicilio. Operazione il cui closing è previsto nella seconda metà del 2018 ed è soggetto ai via libera regolatori. I termini finanziari dell'operazione non sono stati forniti.

walgreens 800 1
 

Stando alla nota diffusa dal gruppo guidato da Jeff Bezos, "PillPack è pensata per fornire la migliore esperienza possibile in Usa alle persone che prendono vari farmaci al giorno". L'uomo più ricco del mondo ha spegato che la sua creatura, il colosso mondiale delle vendite online, "sta migliorando significativamente la vita dei clienti e vuole aiutarli a risparmiare tempo, semplificando le loro vite e a sentirsi più in salute".

TJ Parker, cofondatore di PillPack, invece ha aggiunto che la società "rende facile l'assunzione della giusta medicina nel momento giusto. Insieme ad Amazon, siamo impazienti di continuare a lavorare con i partner nel settore della sanità per aiutare le persone a vivere una esperienza migliore".

Pessina Barra
 

L'acquisto del marchio Pillpack è una vera e propria dichiarazione di guerra alle farmacie. Al momento, i competitor non si dicono preoccupati, anche se la concorrenza di Amazon si farà sentire. Il Ceo di Walgreens Boots Alliance, Stefano Pessina, ha spiegato al Wall Street Journal di "non essere particolarmente preoccupato" dell'acquisto da parte di Pillpack. Il manager ha spiegato che la sua azienda, un colosso mondiale del benessere e della commercializzazione di medicinali, "non si sta comunque compiacendo" e che "il mondo delle farmacie è molto più complesso della semplice consegna di medicine", di cui si occupa Pillpack. Pessina crede "fortemente che il ruolo delle farmacie fisiche continuerà a essere molto, molto importante in futuro".  

bezos
 

Le tre più grandi catene farmaceutiche americane - CVS, Walgreens Boots Alliance e Rite Aid che oggi soffrono pesanti vendite in Borsa - si stanno inseguendo da mesi per possibili M&A nel tentativo di proteggersi da Amazon. A febbraio la catena di grocery Albertson, controllata dal private equity Cerberus Capital, ha acquisito le farmacie di Rite Aid. Un’operazione che ha creato un colosso del retail del farmaco con 4.900 store e 4.350 farmacie diffuse in 38 stati americani.

Lo scorso anno Walgreens ha acquisito le altre duemila farmacie della catena Rite Aid, per le quali ha avuto l’ok dal regolatore del mercato lo scorso settembre. Alcune indiscrezioni, non confermate, parlano inoltre di negoziati in corso di Walgreens per acquisire o avere una partecipazione di peso nel primo distributore farmaceutico AmerisourceBergen. CVS a dicembre ha acquisito Aetna, società di assicurazioni sanitarie. Un deal da 69 miliardi per creare un sistema integrato che combini cliniche, farmacie e assicurazioni. Insomma l’industria del farmaco sta cercando di resistere come può.

 

 

 

Tags:
amazonpharma amazon

i più visti
in evidenza
Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Milan News

Si ferma anche Calhanoglu
Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel punta a un ruolo guida nel progresso della mobilità elettrica

Opel punta a un ruolo guida nel progresso della mobilità elettrica

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.