A- A+
Economia
Apple, primo accordo con l'Irlanda: "Pronti a pagare 13 miliardi di tasse"

C'e' l'accordo tra l'Irlanda e Apple, il produttore di iPhone accusato dalla Ue di non avere versato tasse per 13 miliardi di euro. Dublino iniziera' a raccogliere le imposte a partire dal primo trimestre del 2018, oltre un anno dopo la scadenza fissata originariamente dalla Commissione Ue. Lo ha annunciato il ministro delle finanze irlandese Paschal Donohoe in vista di un incontro con Margrethe Vestager, la commissaria per la Competizione Ue, pensato per aggiornarla sugli ultimi sviluppi.

L'intesa e' arrivata dopo che la Ue in ottobre aveva segnalato l'Irlanda al piu' alto organo giudiziario della Ue, la Corte europea di Giustizia, per avere fallito di attuare l'ordine del 2016 di collezionare tasse arretrate di Apple entro il gennaio 2017. Il caso e' esploso nell'agosto 2016, quando Vestager annuncio' che l'intesa fiscale tra Apple e Dublino non era legale; le due parti negarono. "Abbiamo raggiunto un accordo con Apple in relazione ai principi per creare un fondo di garanzia", ha detto il ministro irlandese delle finanze. "Ci aspettiamo che il denaro inizi a essere trasferito nel conto da parte di Apple nel corso del primo trimestre del prossimo anno", ha aggiunto parlando da Bruxelles, dove si trova per partecipare al regolare incontro con i ministri delle Finanze Ue.

Dal canto suo la Commissione ha spiegato che "oltre un anno dopo la decisione della Commissione, l'Irlanda non ha ancora recuperato gli aiuti illegali [concessi a Apple], nemmeno in parte. E' per questo che la Commissione decise di segnalare l'Irlanda alla Corte Ue...speriamo che si possa lavorare in modo costruttivo con le autorita' irlandesi per garantire che il recupero [delle tasse arretrate] sia completato il prima possibile. Questo ci permetterebbe di chiudere la procedura".

Apple ha commentato dicendo di avere dedicato "un team per lavorare in modo diligente e veloce con l'Irlanda sul processo richiesto dalla Commissione Ue. Restiamo fiduciosi che la Corte ribaltera' la decisione della Commissione una volta che avra' analizzato tutte le prove". Immediata la risposta dell'Antitrust europeo. "Speriamo di poter lavorare costruttivamente con le autorita' irlandesi per assicurarci che il recupero (degli aiuti a Apple, ndr) sia completato il prima possibile. Questo consentirebbe di chiudere la procedura" contro l'Irlanda, per non aver finora recuperato gli aiuti, ha detto un portavoce dell'organismo comunitario dopo l'incontro tra il ministro irlandese e la Vestager.

Tags:
appleantitrust ue apple

in vetrina
Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

i più visti
in evidenza
Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Spettacoli

Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.