A- A+
Economia
Argentina, chiesto l'arresto di Rocca. E il titolo Tenaris va giù in Borsa
Da tn.com.ar

Tenaris in rosso a Piazza Affari perde l'1,5%, in un mercato in calo dell'1,2%. La societa' guidata dalla famiglia Rocca ha confermato nella notte in una nota le indiscrezioni secondo cui i pubblici ministeri argentini hanno chiesto l'arresto del presidente e ad di Tenaris, Paolo Rocca, nell'ambito della inchiesta per corruzione in Argentina legata a pagamenti di tangenti a esponenti del passato governo della ex presidente Cristina Fernandez de Kirchner (il cosiddetto 'Notebooks Case').

La richiesta, precisa la nota di Tenaris, "non costituisce un ordine e non ha effetti immediati". La decisione spetta infatti alla Corte. I pm hanno fatto appello contro la decisione del giudice Claudio Bonadio di rinviare a giudizio Rocca senza far ricorso alla detenzione preventiva.

'Riteniamo che le notizie sul 'Notebooks Case' creino incertezza sul titolo nel breve e un potenziale rischio overhang, nonostante le accuse non siano rivolte direttamente a Tenaris come entita' giuridica', commentano gli analisti di Equita.

'I nostri timori - aggiungono - riguardano maggiormente la visibilita' sul recupero dei prezzi dei tubi e dei rig-count sul mercato Usa nei prossimi mesi alla luce del recente calo del prezzo del petrolio'. Equita ha un giudizio hold con target a 16,8 euro. 

Commenti
    Tags:
    borsapiazza affarimercati
    i più visti
    in evidenza
    Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

    Sport

    Juve, regina degli stipendi in A
    CR7 davanti a Higuain. Classifica

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford presenta la Edge di nuova generazione

    Ford presenta la Edge di nuova generazione

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.