A- A+
Economia
Asi, caso Battiston agita la maggioranza.5S: mosse sulla ricerca non condivise
LaPresse
 

Asi, verso nomina di Pasquale Preziosa  - Dopo l'uscita di Roberto Battiston dalla presidenza dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), a quanto si apprende, si va verso la nomina di Pasquale Preziosa, ex capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare Italiana.

Polemica su twitter del viceministro grillino dell'Istruzione, dell'università e della ricerca, Lorenzo Fioramonti sulla decisione di Marco Bussetti di rimuovere Roberto Battiston dall'incarico di presidente dell'Agenzia spaziale italiana (Asi). "Ho appreso anche io questa notizia dai social network stamattina - ha twittato Fioramonti - non sarebbe male se decisioni che attengono allo sviluppo ed alla leadership del sistema di ricerca in Italia si condividessero anche con il Vice Ministro, visto che si è occupato di ricerca scientifica per anni".

Oggi, a sorpresa, il ministro Bussetti ha rimosso dal suo incarico il presidente dell'Asi, Battiston al suo secondo mandato che sarebbe scaduto nel 2022. "È il primo spoil system di un Ente di Ricerca. Grazie alle migliaia di persone con cui ho condiviso quattro anni fantastici di spazio Italiano", ha twittato amareggiato il fisico trentino.

A quanto si apprende, la motivazione relativa alla revoca sarebbe una verifica formale relativa alle modalita' in cui è avvenuta la nomina. Trentino, sessantadue anni, Roberto Battiston era al suo secondo mandato come presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, dopo la prima nomina avvenuta nel 2014. Ordinario di Fisica Sperimentale all'Università di Trento, insieme al premio Nobel Samuel Chao Chung Ting è considerato il "papà" dello spettrometro magnetico (AMS-2), dal 2011 in orbita agganciato alla Stazione spaziale internazionale, per effettuare per la prima volta misure di precisione dei Raggi Cosmici nello Spazio.

È stato anche presidente della seconda commissione dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) per la Fisica Astroparticellare ed è membro del Tifpa, il nuovo Centro Nazionale dell'Infn a Trento. L'Agenzia Spaziale Italiana che dipende funzionalmente dal Miur, è l'ente governativo italiano che ha il compito di diffondere la cultura aerospaziale e coordinare sforzi e investimenti italiani nel settore.

A 30 anni dalla sua fondazione, si è ritagliata un ruolo da protagonista a livello mondiale e proprio mentre si parla di Space economy, con l'ormai ex presidente Battiston che aveva annunciato una nuova fase con la creazione di un fondo di Venture capital dedicato allo Spazio da 80 milioni di euro per attrarre possibili investitori internazionali e l'organizzazione a Roma della prima mostra-mercato di Space economy italiana. Curiosamente, alla festa dei 30 anni dell'Asi il ministro Bussetti aveva dato forfait. 

Commenti
    Tags:
    asi agenzia spaziale italianaroberto battistonpresidente agenzia spaziale italianamiurnicola fioramonti
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Sanremo Young va in pensione Cancellato il talent della Clerici

    Rai

    Sanremo Young va in pensione
    Cancellato il talent della Clerici


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes punta sull’innovazione con Marco Polo

    Mercedes punta sull’innovazione con Marco Polo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.