A- A+
Economia
Banche, accordo Abi-Confindustria su nuove misure per il recupero del credito

Un accordo che "assicura un miglior servizio del credito alle imprese, consentendo loro di allungare la durata dei finanziamenti e liberare risorse per la crescita, grazie a un sistema delle garanzie piu' flessibile e a tempi di recupero dei crediti piu' veloci". Questa la finalita' dell'intesa firmata a Palazzo Chigi dal presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia e dal direttore Generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, alla presenza del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni e dei ministri dell'Economia, Pier Carlo Padoan e della Giustizia, Andrea Orlando.

L'accordo per il credito e la valorizzazione delle nuove figure di garanzia promuove, si legge in una nota congiunta Abi-Confindustria, l'utilizzo del cosiddetto Patto Marciano e del Pegno mobiliare non possessorio a garanzia di finanziamenti bancari, introdotti nel 2016. L'obiettivo di queste nuove forme di garanzia, assieme alle misure introdotte per efficientare le procedure esecutive e concorsuali, e' quello di migliorare l'accesso al credito per le imprese e rafforzare la ripresa economica nel nostro Paese.

In particolare, l'accordo punta alla "possibilita' che il contratto di finanziamento tra banca e impresa possa essere garantito dal trasferimento in favore del creditore, in caso di inadempimento del debitore, della proprieta' di un immobile (non abitazione principale) posto a garanzia dello stesso". E' cosi' prevista la "possibilita' di inserire apposite clausole contrattuali volte a rafforzare il valore della garanzia e nello stesso tempo a tutelare maggiormente l'impresa debitrice, anche in termini di piu' favorevoli condizioni applicabili al contratto creditizio, in particolare sotto forma di maggiore durata e ammontare dei finanziamenti e di riduzione del loro costo".

Abi e Confindustria si impegnano, tra l'altro, alla valorizzazione e alla diffusione delle linee guida per la valutazione degli immobili residenziali, nonche' alla definizione di analoghe linee guida anche con riferimento agli immobili a uso industriale e alla salvaguardia dell'equilibrio tra le parti e massimizzino l'utilita' della nuova garanzia. Infine, banche e imprese si impegnano a collaborare per promuovere la definizione di ulteriori misure per rendere piu' efficiente il meccanismo di escussione delle garanzie.

Tags:
abi-confindustriapretiti bancari garanzieaccordo abi confindustria sulle garanzie delle imprese

in vetrina
Laura Torrisi di nuovo single con il rallysta Luca Betti è finita. E Inzaghi... I GOSSIP

Laura Torrisi di nuovo single con il rallysta Luca Betti è finita. E Inzaghi... I GOSSIP

Advertisement
Advertisement
i più visti
in evidenza
"No al Grande Fratello Vip 3" Rifiuto eccellente. News cast

Spettacoli

"No al Grande Fratello Vip 3"
Rifiuto eccellente. News cast

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il 24 giugno Alfa Romeo compie 108 anni

Il 24 giugno Alfa Romeo compie 108 anni

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.