A- A+
Economia
Le banche tornano ad assumere. Le figure più ricercate nel credito

Il settore bancario è in piena trasformazione in tutto il mondo e se gli istituti non sembrano avere più bisogno di sportellisti o addetti di back-office, le richieste di esperti in Fintech e digitalizzazione sono in crescita, a partire dagli Stati Uniti, il paese che per primo ha affrontato la crisi del settore ricorrendo a maxi licenziamenti dopo il 2009 e che dopo anni di pausa vede le grandi banche ricominciare ad assumere, purché si tratti di profili specializzati appunto nel settore digitale e fintech. Non che per le migliaia di banker che hanno perso il posto in questi ultimi 8 anni sia facile tornare in sella. Anche se la domanda è elevata, sono ancora pochi i profili "giusti" in tutto il mondo, soprattutto in Asia, dove da tempo i maggiori gruppi finanziari mondiali stanno provando a crescere.

unicredit ape
 

Ma in Italia a che punto siamo con la trasformazione del settore? Se gli esuberi sono tuttora in crescita e probabilmente dureranno ancora alcuni anni, i principali gruppi stanno già iniziando a muoversi alla ricerca di nuove professionalità con cui ridisegnare le proprie attività. Intesa Sanpaolo, ad esempio, non solo ha puntato da oltre un anno sulla formula della banca "di prossimità" attraverso l'acquisizione di Banca Itb, ridenominata Banca 5 e resa accessibile, oltre che dai 20 mila tabaccai convenzionati in tutta Italia, anche tramite app mobili (per Android e IoS) e sito web, ha avviato un avvicendamento manageriale che dal primo gennaio del prossimo anno porterà, tra le altre cose, Massimo Proverbio a lasciare Accenture per entrare nel gruppo quale Chief It, digital and innovation officer, "a presidio della trasformazione digitale e dell'innovazione" in atto, mentre Silvio Fraternali, attuale responsabile dell'area Strategie operative integrate di Intesa Sanpaolo Services assumerà la carica di amministratore delegato della stessa Banca 5.

Unicredit, da parte sua, ha già avviato il conto alla rovescia per il lancio di Buddybank, un nuovo servizio bancario destinato ai possessori di iPhone che sarà disponibile esclusivamente sull'Apple App Store a partire dal prossimo 29 gennaio. L'idea è di dar vita a una banca "molecolare" che possa offrire dalle polizze vita a una serie di operazioni quotidiane come le prenotazioni e il pagamento di servizi di ristorazione, trasporto tramite taxi o viaggi, potendo inoltre disporre di un'assistenza tramite chat o messaggi vocali 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Il servizio, destinato a partire per ora da Milano ma che potrebbe nei prossimi mesi espandersi anche su altri mercati in Europa o negli Stati Uniti, richiede l'apertura di un conto corrente dal proprio iPhone e prevede il recapito di una carta di credito e, su richiesta, di una carta di credito.

marco morelli
 

Mps ha a sua volta puntato ormai da qualche tempo sul modello omnicanale, che consente ai propri clienti di operare tramite internet, app di mobile banking, banca telefonica e atm "cordless". Tra le funzionalità già attive la firma digitale remota, l'account personale di Posta elettronica certificata e un assistente virtuale sempre disponibile. Sempre in casa Mps, poi, la controllata Widiba ha lanciato un mese fa la prima filiale virtuale, avendo inoltre inaugurato proprio in questi giorni a Siena il primo corner Widiba Dialog che tramite l'uso di ologrammi virtuali visualizzati tramite il visore Hololens consente ai clienti di condividere informazioni col proprio consulente, potendo inoltre effettuare disposizioni bancarie grazie al supporto di un assistente virtuale con cui il cliente può interagire a voce.

Più indietro in questa rivoluzione appaiono le banche ex popolari: se Banco Bpm è impegnata nell'integrazione delle componenti IT di Bpm e Banco Popolare e nello sviluppo di un canale interamente digitale, oltre che nel rafforzamento dell'offerta digitale per le Pmi, Ubi Banca è a sua volta alle prese con la digitalizzazione di processi e investimenti, così come Bper Banca.

(Segue...)

Tags:
banchepiani fintech banche italiane
in vetrina
Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

i più visti
in evidenza
Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

Affari Europei

Brigitte Macron torna a insegnare
Prof in una scuola per disoccupati


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.