A- A+
Economia
Bitcoin, l'Italia studia la sua criptomoneta. In buona compagnia

Nella prima bozza del programma di governo Cinquestelle-Lega era stata inserita l’idea di creare dei mini-Bot, ovvero delle obbligazioni di piccolissimo taglio, a partire da 100 euro. L’obiettivo di questa idea era di iniettare liquidità nel mercato aggirando i vincoli imposti dalla Banca Centrale Europea. I Mini-bot sarebbero stati usati come moneta alternativa all’euro. Fonti ben informate raccontano che i mini-bot ad un certo punto fossero diventati una cryptovaluta, ossia una valuta digitale alternativa all’euro da utilizzare in Italia. Tra l’altro la fonte racconta che l’idea l’abbiano avuta Beppe Grillo e Davide Casaleggio.

L’idea può sembrare fantascientifica, in realtà nel mondo già alcuni paesi si stanno muovendo con progetti concreti per creare una loro cryptovaluta, una valuta digitale di stato, mentre altri, intuendo la forza dirompente della nuova tecnologia che sta alla base delle valute digitali, sta promuovendo iniziative che diffondano la tecnologia blockchain. Ovviamente tra questi paesi c'è il Giappone molto attivo nel supportare le cryptovalute. E’ qui che è nato nel 2008 il Bitcoin grazie a Satoshi Nakamoto.Gli exchange, i mercati dove si scambiano le cryptovalute, che operano nel paese del Sol Levante si sono riuniti formando una nuova organizzazione autoregolamentata al fine di proporre linee guida per la legalizzazione delle offerte iniziali di valute digitali (ICO) e di formulare chiari standard di settore per proteggere gli investitori consentendo allo stesso tempo la crescita e l’innovazione del settore.

Il Venezuela, soffocato dai debiti ha pensato che una cryptvaluta digitale parallela al Bolivar, la valuta venezuelana, sarebbe potuta essere una soluzione efficace. Così a febbraio ha lanciato il Petro supportato dal petrolio. Questo avrà pieno valore di valuta legale, potrà essere accettato come forma di pagamento per tariffe e tasse ed essere scambiato con la valuta del paese. A fine aprile, alcuni giornali sudamericani hanno riportato la notizia che il Venezuela avrebbe offerto all’India uno sconto sugli acquisti di greggio pari al 30% se avesse pagato in Petro.

Dal Sudamerica all'Europa. La Svezia è stato il primo paese in Europa ad autorizzare gli scambi di due ETN (sono strumenti analoghi agli Etf, Exchange Trade Fund), in Bitcoin già dal 2015.  I due ETN, il Bitcoin Tracker One XBT (ST:SE0007126024) e il Bitcoin Tracker EUR XBT Provider (ST:SE0007525332) sono entrambi scambiati sulla Nordic Nasdaq, un’importante piazza svedese. A metà gennaio, la CNBC ha rivelato che gli investimenti svedesi sul Bitcoin avevano attirato 1,3 miliardi di dollari di finanziamento.Non sorprende perciò, che la banca centrale svedese, la Riksbank, stia pensando di creare una valuta elettronica, chiamata e-krona, in conseguenza del fatto che la Svezia sta rapidamente diventando la prima società senza contante al mondo.

La Svizzera è quasi una culla per le cryptovalute. L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) elvetica è all’avanguardia per quanto riguarda la chiarezza relativa alla regolamentazione delle cripto ed al supporto alle ICO. L’area intorno alla città di Zug nella Svizzera centro-settentrionale è nota come Crypto Valley da quando vi ha avuto luogo l’ICO di Ethereum nel 2014. Nella parte Svizzera di Chiasso alcune tasse comunali posso essere pagate in Bitcoin.

Berlino, è considerata la città più a misura di cripto dell’Unione Europea. È stata definita la Capitale del Bitcoin d’Europa nel 2013 dal britannico Guardian. Se si hanno Bitcoin da spendere, Berlino è la città adatta. Utilizzando il Bitcoin nella città tedesca si può prenotare vacanze, mangiare e bere in vari locali e addirittura comprare un appartamento! Non a caso la Germania è stato il primo paese ad accettare il Bitcoin come valuta, nel 2014.

Sono Lorenzo MasiniGiornalista, docente universitario, formatore, analista finanziario ed esperto in cryptovaluteHai una domande da pormi? Desideri un mio parere? Mi puoi scrivere a: info@lorenzomasini.it

Tags:
bitcoincriptomonetabeppe grillodavide casaleggio

i più visti
in evidenza
La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

Schumi, parla Corinna

La moglie rompe il silenzio
"Michael è un combattente e..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel: debutta la tecnologia democratica

Opel: debutta la tecnologia democratica

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.