A- A+
Economia
Borsa, Atlantia crolla. Galassia Gavio ko. Effetto domino in Spagna su Acs

ATLANTIA: S&P METTE RATING SOTTO OSSERVAZIONE NEGATIVA

L'agenzia S&P annuncia di avere messo sotto osservazione negativa il rating BBB+ di Atlantia e delle controllate Adr e Aspi, alla luce delle prospettive legate al crollo del ponte Morandi di Genova. Il CreditWatch Negativo - che prelude a un possibile taglio del rating - è dovuto, spiega S&P, alla "difficoltà di quantificare le conseguenze operative e finanziarie" del disastro.

La sciagura del Ponte Morandi di Genova si abbatte anche su Piazza Affari e addirittura arriva fino in Spagna su Acs. Seduta difficile infatti per tutte le società autostradali dopo il crollo dell'infrastruttura ligure e l'annuncio da parte di esponenti del governo di voler avviare la procedura per la revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia, controllata da Atlantia.

Gilberto Benetton
 

Gli operatori ipotizzano che la tragedia del ponte Morandi possa portare a cambiamenti nella struttura delle concessioni e a piu' alti costi in termini di investimenti per la manutenzione.  

Al di la' del fatto che la revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia sia per il momento ritenuta poco probabile così come non viene ritenuto credibile una mancata messa in gara delle concessioni in scadenza, il rischio piu' concreto allo stato attuale - per le societa' del settore - e' ritenuta "la richiesta di maggiori investimenti in manutenzioni non remunerati attraverso gli aumenti tariffari", scrive Equita Sim secondo cui "l'incidente di Genova peggiorerà nei prossimi mesi il rischio politico per il settore autostradale nel suo complesso".

Sul tema della revoca e dell'affidamento delle concessioni comunque il vicepremier Di Maio e' tornato questa mattina a sottolineare che il ritiro della concessione ad Aspi verra' avviato e che non si aspetta il pagamento di penali: "I venti miliardi di penale si devono pagare quando si straccia un contratto senza motivazione. Qui stiamo parlando di un contratto ad Autostrade per l'Italia che prevedeva degli obblighi che per noi non sono stati rispettati; si deve retrocedere alla concessione" ha detto a Radio24. Inoltre Di Maio ha ventilato l'ipotesi di una gestione pubblica della rete autostradale: "Se i privati non sono in grado di gestire una parte di strada, interverra' il pubblico. Vedremo con quali forme nei prossimi mesi, adesso abbiamo il ritiro della concessione".

beniamino gavio lapo elkann5

Beniamino Gavio (a destra) con Lapo Elkann


 

Al suono della campanella in Borsa, il titolo Atlantia, il gruppo che fa capo alla famiglia Benetton, non riesce a fare prezzo e segna un calo teorico del 23,5%.

Riammesse alle contrattazioni dopo un'ora, le azioni della societa' che controlla Autostrade per l'Italia cedono il 25% a 17,57 euro, bruciando 4,85 miliardi di euro di capitalizzazione di Borsa. In chiusura Atlantia lascia sul terreno il 21,45% a quota 18,49 euro. 

Il Ko delle azioni (oggi perde il 20% e martedi' il 5,4%) porta la capitalizzazione di Borsa del gruppo di servizi autostradali e aeroportuali sotto i 15 miliardi di euro, circa 6 miliardi in meno rispetto ai valori antecedenti il disastro di Genova avvenuto alla vigilia di Ferragosto. Con le azioni sotto quota 18 euro infatti, la capitalizzazione di Borsa si attesta a 14,7 miliardi di euro a fronte dei 20,5 miliardi di lunedi' sera al prezzo di chiusura delle negoziazioni (24,88 euro). Le quotazioni Atlantia non scendevano sotto quota 18 euro dall'autunno del 2014. Male anche Autostrade Meridionali (-2,9%).

perez ronaldoFlorentino Perez con Cristiano Ronaldo
 

Coinvolti, per le richieste che arrivano alla politica di nazionalizzare nuovamente la viabilità autostradale e dopo che il governo ha minacciato una stretta su tutte le concessioni autostradali, anche i titoli della Galassia Gavio, l'altro grande gruppo titolare di concessioni, assieme ai Benetton (Atlantia) in Italia.

Astm e Sias, le concessionarie autostradali di proprieta' del gruppo dell'impero autostradale di Beniamino Gavio, crollano in scia ad Atlantia: i titoli della Astm lasciano sul terreno il 10,40%% a 17,92 euro mentre quelli di Sias cedono il 6,92% a 12,24 euro.

L'effetto domino di Atlantia arriva fino in Spagna, sul gruppo Acs del miliardario Florentino Perez (costruttore e patron del Real), che alla Borsa di Madrid ha perso l'1,97% a 34,75 euro. I due gruppi, infatti, sono da mesi al lavoro sul dossier congiunto per rilevare assieme la societa' autostradale Abertis. Il sei luglio scorso la Commissione europea ha autorizzato la proposta di acquisizione da parte di Acs (insieme alla sua controllata tedesca Hochtief) e Atlantia.

Il 25 luglio l'assemblea degli azionisti di Abertis ha cosi' approvato il delisting di tutte le azioni del gruppo spagnolo dalle borse di Madrid, Barcellona, Bilbao e Valencia. L'esclusione dalle negoziazioni e' legata proprio all'opa lanciata da Acs attraverso Hoctief, che ha raggiunto un accordo con Atlantia per ottenere il controllo congiunto di Abertis dopo la battaglia a colpi di rilanci. Al giro di boa, ul titolo Hochtief AG perde in questo momento a Francoforte il 3%.

"I numeri in borsa che stiamo vedendo in queste ore li hanno puniti prima che annunciassimo la revoca della concessione", ha tuonato stamane il vicepremier Luigi di Maio al termine del vertice in prefettura a Genova. "Noi abbiamo detto chiaramente - ha aggiunto Di Maio - che non abbiamo intenzione di andare avanti sulla strada delle concessioni ad Autostrade perché ci sono gravi inadempienze ma la borsa aveva condannato autostrade e atlantia prima ancora che il governo annunciasse questa misura".

Dopo le accuse, i Benetton affidano la loro posizione a una nota facendo sapere che "Edizione, in qualità di azionista di riferimento della società quotata Atlantia, partecipata tramite la società di diritto italiano Sintonia, farà tutto ciò che è in suo potere per favorire l'accertamento della verità e delle responsabilità dell'accaduto".

Edizione Srl, a nome dei suoi azionisti e del suo management, "esprime profondo cordoglio alle famiglie delle vittime e la propria vicinanza ai feriti e a tutti coloro che sono stati coinvolti nel tragico crollo avvenuto a Genova".

La holding controllata dalla famiglia Benetton si dice inoltre "certa della determinata volontà di collaborazione con le istituzioni e le autorità preposte da parte della società operativa Autostrade per l'Italia e della sua capogruppo Atlantia che, negli ultimi 10 anni, hanno investito oltre 10 miliardi di euro nell'ampliamento e ammodernamento della rete autostradale italiana".

 

 

Tags:
atlantia borsaatlantia piazza affariatlantia crollo borsa
i più visti
in evidenza
Diletta Leotta torna single Il gossip che scalda l'estate

Sport

Diletta Leotta torna single
Il gossip che scalda l'estate


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole

Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.