A- A+
Economia
Cina, fondi d'investimento ed Etf. Come far soldi sulla "Via della Seta"

Cina sempre più protagonista della scena economica mondiale, con Xi Jinping che a Roma sigla il memorandum d’intesa per avviare la nuova “Via della seta” mentre in parallelo una trentina di accordi regolerà partnership e progetti destinati a coinvolgere sino a 300 aziende e marchi italiani. Ma per un piccolo investitore che volesse scommettere sulla crescita della ormai seconda economia mondiale dietro solo agli Stati Uniti, quali strumenti possono essere utilizzati?

borsa ap
 

L’accesso ai mercati finanziari cinesi non è così semplice come nel caso di un mercato occidentale: fino a qualche anno fa, anzi, gli investitori esteri, anche istituzionali, non potevano acquistare i titoli di classe A, ma solo i titoli di classe H o “red chips” quotate sul listino di Hong Kong. Caduta questa barriera, banche e fondi d’investimento possono ora comprare anche i titoli quotati sui mercati di Shanghai e Shenzen attraverso account di intermediazione mobiliare azionaria. L’acquisto diretto da parte di investitori privati è invece ancora vietato.

Due le strade maestre dunque per investire sulla “tigre” asiatica, il cui peso sta aumentando anche nei grandi indici mondiali, favorendo l’ulteriore investimento da parte delle maggiori case d’investimento occidentali: tramite strumenti indicizzai (Etf) o tramite fondi d’investimento specializzati sia sull’azionario sia sull’obbligazionario.

borsa ap 2
 

Da notare che con l’annunciato stop ai rialzi della Federal Reserve molte case d’investimento prevedono infatti che proprio il debito emergente potrà godere dei maggiori benefici in termini di performance borsistiche, almeno a breve termine. Ancora prima di decidere l’asset class e lo strumento è tuttavia opportuno pensare a quale peso dare alla componente cinese del proprio portafoglio.

Considerato che il mercato azionario cinese rappresenta circa il 10% del Pil di Pechino contro il 36% circa dell’azionario americano e che la volatilità sui mercati emergenti (Cina compresa) è decisamente superiore a quella dei mercati sviluppati, mentre la trasparenza e la tutela degli investitori sono ancora decisamente inferiori, il suggerimento è di non esagerare e quindi limitarsi a un 15% circa del portafoglio, salvo aumentare il peso in parallelo all’aumentata presenza di titoli cinesi nei benchmark azionari mondiali. 

xi jinping
 

Morgan Stanley, che lo scorso anno aveva incluso le prime 233 “blue chip” cinesi, ha ad esempio già fatto sapere che nel corso dell’anno porterà dal 5% al 15% il peso delle azioni cinesi nell’indice Msci Emerging Markerts, mentre Ftse Russell dal prossimo mese di giugno inserirà i titoli cinesi di classe A nel suo indice dedicato ai mercati emergenti con un peso del 5,5% (peso che in futuro potrà arrivare, in caso di inclusione completa, al 20%).

Tra gli Etf si possono selezionare prodotti come quelli di XTrackers che replicano l’indice Csi 300, oppure optare per l’iShares China Large Caps che replica il Ftse China 50, ma sono disponibili anche prodotti di Hsbc che replicano l’Msci China A Inclusion Index o l’Msci China Index. Se si preferisce puntare sull’obbligazionario anziché sull’azionario XTrackers propone un Etf dedicato ai titoli di stato di Pechino che replica l’indice Csi Gilt-edged Medium Term Note Index, mentre iShares propone una replica del Jp Morgan Emerging Cembi Broad Diversified Core Index dedicato ai bond corporate emessi da aziende cinesi.

(Segue...)

Commenti
    Tags:
    cinanuova via della setainvestimenti cinabriborse cinesifondi che investono in cina
    i più visti
    in evidenza
    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA
    LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Audi svela la nuova RS 6 Avant

    Audi svela la nuova RS 6 Avant

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.