Clima/ Vertice Onu, al via la svolta ecologica della Cina. Obama: rischiamo la catastrofe ambientale

All'Onu il forum sui cambiamenti climatici. Presenti, oltre al segretario generale Ban Ki-moon, l'ad di Eni Paolo Scaroni, unico italiano, ma anche il nobel Al Gore... E dalla Cina parte la svolta ecologica

Martedì, 22 settembre 2009 - 16:15:00
Obama Hu Jintao
Jintao e Obama

"La minaccia è grave, urgente e crescente: se non agiremo rischiamo di consegnare alle future generazioni una catastrofe irreversibile". Il presidente americano Barack Obama lancia l'allarme al vertice Onu sul clima a New York. Un vertice aperto dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, che ha rimproverato la comunità internazionale per la "lentezza glaciale" dei negoziati verso un nuovo trattato internazionale che sostituisca il protocollo di Kyoto.

Ban ha detto che "abbiamo meno di dieci anni per evitare gli scenari peggiori" causati dal surriscaldamento del pianeta e ha avvertito che "sull'Artico i ghiacci potrebbero sparire entro il 2030 e le conseguenze sarebbero sentite dai popoli di ogni continente".

Il cambiamento climatico colpisce soprattutto i Paesi meno sviluppati e in particolare l'Africa, dove "il cambiamento climatico minaccia di cancellare anni di sviluppo - ha detto -, destabilizzando Stati e rovesciando governi". Ban ha lanciato un appello ai Paesi industrializzati, invitandoli "a fare il primo passo", perché così "altri adotteranno misure audaci". Il nuovo trattato deve includere "obiettivi per la riduzione di emissioni entro il 2020 e supporto finanziario e tecnologico" ai Paesi in via di sviluppo, cioè quelli che "hanno contribuito di meno a questa crisi ma hanno sofferto di più, e per primi".

Un fallimento alla conferenza sul clima di Copenaghen, il prossimo dicembre, sarebbe moralmente ingiustificabile. Ban ha ricordato che, da qui alla conferenza, «i giorni effettivi per i negoziati sono soltanto quindici». Un flop sul clima, ha aggiunto, sarebbe «moralmente ingiustificabile, economicamente miope e politicamente avventato».

vignetta

Clima, Medio Oriente, Cina: il presidente americano Barack Obama ha in programma oggi una raffica di attività nella sua prima giornata di incontri. Dopo il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen, incontri che saranno seguiti da un summit a tre (previsto per le 17.30 italiane) che mira a fare decollare il negoziato di pace tra israeliani a palestinesi, Obama parteciperà ad una colazione di lavoro al Waldorf Astoria Hotel. Dove alloggia l'inquilino della Casa Bianca, con i capi di stato dell'Africa sub-Sahariana. Nel pomeriggio il presidente americano vedrà il presidente cinese Hu Jintao (che sarà presente a sua volta al vertice sul clima). Jintao, nel discorso che terrà all'Onu, lancerà, secondo quanto ha fatto sapere  il viceministro degli esteri He Yafei in una dichiarazione al quotidiano China Daily, un "segnale positivo" alla comunità internazionale sulla volontà della Cina di impegnarsi a contenere le emissioni di gas inquinanti

0 mi piace, 0 non mi piace



Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA