A- A+
Economia
COVIP: ANEDDA (CNPADC), NON VOGLIAMO UN REGOLAMENTO SUGLI INVESTIMENTI GIA’ ANACRONISTICO

COVIP: ANEDDA (CNPADC), NON VOGLIAMO UN REGOLAMENTO SUGLI INVESTIMENTI GIA' ANACRONISTICO - "Non siamo mai stati pregiudizialmente contrari ad un sistema regolatorio per gli investimenti delle Casse previdenziali ma, proprio aderendo ai concetti espressi dal presidente della Covip, che ha ricordato la costante evoluzione cui è soggetto il settore, non è pensabile richiamare un provvedimento già anacronistico nei contenuti". Il presidente della Cassa dei Dottori Commercialisti (CNPADC), Walter Anedda, commenta così le parole del presidente della Covip, Mario Padula, sulla necessità di procedere rapidamente all'adozione del regolamento sugli investimenti delle Casse professionali nel corso della presentazione alla Camera della relazione annuale 2018. E ha aggiunto: "Siamo pronti a sederci intorno a un tavolo con il Ministero vigilante, cogliendo l'invito del sottosegretario Claudio Durigon, per definire un sistema regolatorio che sia in linea con i tempi e preservi l'autonomia delle Casse".  

Fondi pensione: Padula, recuperare ritardo normativo Casse professionali - Occorre "recuperare il ritardo normativo delle Casse professionali: occorre procedere rapidamente all'adozione del Regolamento sugli investimenti delle Casse, atteso dal 2011. In assenza di tale Regolamento, le Casse professionali continuano a essere gli unici investitori istituzionali privi di una disciplina unitaria in materia". Lo afferma il Presidente della Covip, Mario Padula, nella sua relazione annuale. "Occorre - aggiunge Padula - anche un aggiornamento normativo per assicurare procedure di intervento con appropriata gradualita', volte a superare eventuali inefficenze riscontrate e prevenire situazioni gestionali che richiedano provvedimenti straordinari di piu' ampia portata".

Fondi pensione: Padula, piu' sinergia con sanita' per sviluppo Welfare integrativo - E' necessario lo sviluppo di un complessivo sistema di "Welfare integrativo piu' equo, efficiente ed inclusivo, capace di contribuire a dare una risposta alle trasformazioni demografiche e sociali in corso, nel quale le singole componenti operino in modo complementare e coordinato anche attraverso un'azione di vigilanza anch'essa integrata e unitaria su previdenza e sanita' integrative: una vigilanza a vocazione sociale". Lo afferma il Presidente di Covip, Mario Padula, nella sua relazione annuale, sottolineando l'esigenza di una "maggiore sinergia nell'ambito della sanita' integrativa: un settore sempre piu' cruciale per il Paese ma che, nonostante gli oltre 500 fondi operanti sul mercato, non e' ancora adeguatamente regolato ne' efficacemente vigilato".

Fondi pensione: Padula, agire per chiudere gap generazionale e sociale - Il settore dei fondi pensione deve compiere passi in avanti per chiudere il gap ancora presente, che si articola sul piano geografico e sociale, ma anche generazionale e di genere. Lo segnala il presidente della Covip, Mario Padula, nella sua relazione annuale secondo cui in particolare sono i giovani a restare ai margini della previdenza complementare: la partecipazione degli under 35 (20,4% rispetto alle forze di lavoro) e' di circa un terzo inferiore a quella della fascia centrale di eta' (31% per la fascia 35-54 anni), con una contribuzione di due terzi inferiore. "Rendere il sistema piu' inclusivo richiede uno scatto innovativo: bisogna raggiungere le persone perche' non perdano l'opportunita' di partecipare ai fondi pensione", afferma Padula.

Commenti
    Tags:
    commercialisti
    i più visti
    in evidenza
    Da Renzi a Tommaso Paradiso I frontmen abbandonano le band

    Il buono, il brutto e il cattivo

    Da Renzi a Tommaso Paradiso
    I frontmen abbandonano le band


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Fiat Panda Trussardi: il lusso diventa democratico

    Nuova Fiat Panda Trussardi: il lusso diventa democratico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.