A- A+
Economia
Decreto dignità, Confimprese: riapre contenzioso causali tempo determinato

«Giusto stabilizzare l’occupazione - interviene Mario Resca, presidente Confimprese - in un Paese che è agli ultimi posti in Europa per precarietà del lavoro, ma le clausole sul contratto a termine portano a un restringimento contrario ai principi del nuovo Governo. L’introduzione della causale non può comprendere i fatti ordinari dell’attività aziendali, ma solo quelli straordinari. Cosa che creerà un aumento eccessivo del contenzioso come nel passato».

C’è poi il problema della somministrazione che non subisce la stessa procedura del tempo determinato. «Le società di lavoro interinale – prosegue Resca – non devono inserire le causali e cresceranno in maniera sproporzionata soprattutto nel retail che è labour intensive e necessita di forza lavoro nei picchi di stagionalità. Chiediamo perciò al Governo di tenere in considerazione le esigenze del retail e di apportare al Decreto Dignità alcune modifiche fondamentali per il nostro settore che continua ad aprire nuovi punti vendita e creare migliaia di posti lavoro».

Tags:
decreto dignitàconfimpresemario rescadecreto dignità jobs act
i più visti
in evidenza
Kardashian, un abito esplosivo Kim col vestitino che non c'è

LE FOTO DELL'EREDITIERA

Kardashian, un abito esplosivo
Kim col vestitino che non c'è


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista

Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.