A- A+
Economia
E' online il nuovo sito internet dell'Agi


Da oggi online agi.it rinnovato nella sostanza e nella forma. Un sito per stare al passo con le nuove esigenze dei lettori. Ma questo è soltanto il primo passo per un rinnovamento complessivo dei servizi della nostra agenzia

https://images.agi.it/pictures/agi/agi/2017/03/06/122327587-ebd94aee-228e-4e59-bd8a-cafb38c32b4e.png

MARCO PRATELLESI

Ecco. Quello che avete davanti agli occhi è il nuovo sito di Agi. Siamo d’accordo con voi: un sito web non è una grande novità da almeno vent’anni. Eppure, per noi, in qualche modo lo è. Il sito che state visitando rappresenta la prima tappa di un progetto più ampio che ci accompagnerà nei prossimi mesi e che coinvolgerà i nostri clienti media (giornali, radio e tv), voi lettori e i partner che hanno accettato di condividere con noi questo viaggio che è un po’ anche una scommessa: reinventare l’agenzia di stampa (ma già questo è un termine riduttivo, retaggio del XIX e XX secolo) del terzo millennio.
Il mondo tra dieci anni

E’ questo il mandato che l’editore ci ha affidato dieci mesi fa quando ci ha scelti per dirigere l’agenzia. Ed è esattamente questo il motivo che, più di ogni altro, ha convinto me e Riccardo Luna ad accettare con entusiasmo la sfida: la possibilità di sperimentare, innovare, di cambiare le cose. Di provarci almeno. Era l’ottobre 2016. Da allora, con Riccardo Luna e tutti i colleghi dell’agenzia, ci siamo messi a pedalare, come furie, ma senza mai abbassare la testa che c’era da guardare lontano, oltre l’orizzonte definito. Se devi provare a svecchiare un settore rimasto ancorato alle logiche del vecchio mondo, se devi disegnare nuovi modelli di business che ritrovino una sostenibilità perduta, non puoi lavorare sul breve accontentandoti di risultati immediati quanto fugaci. Devi pensare a come sarà il mondo fra dieci anni e fare in modo di farti trovare pronto già da ora per allora.
Per noi la verità conta

La prima domanda che ci siamo posti: che cosa è una agenzia? L’agenzia è la prima e più ampia fonte di approvvigionamento di informazioni e notizie per i media, suoi clienti storici. Ha ancora un ruolo? Sì, in un’epoca attraversata da una crisi strutturale del modello di business dell’editoria, l’agenzia ha più che mai il compito di facilitare colleghi e editori a ritrovare punti di equilibrio tra qualità dell’offerta informativa ai lettori e conto economico.  Quindi? Quindi ci siamo dati il primo obiettivo, che abbiamo individuato in un valore per noi non negoziabile, senza il quale tutto quello che avremmo fatto non avrebbe avuto alcun valore: la verità conta .  Due semplici parole cariche di valore: per ricordarcele tutte le mattine le abbiamo inserite come pay off sotto la testata del sito e in tutte le nostre campagne di comunicazione. La nostra massima aspirazione sarebbe che Agi venisse identificata come l’agenzia per la quale “la verità conta”.
Il nostro viaggio sulla strada dell'innovazione

Ovviamente il sito, benché rappresenti il primo rifacimento organico e sistematico di una parte importante dell’agenzia, non è la sola cosa che abbiamo fatto in questi primi 300 giorni. Innanzitutto abbiamo messo mano al notiziario, il vero, grande motore di ogni agenzia di informazione. Rispetto a dieci mesi fa il notiziario si è arricchito di servizi che riteniamo importanti per affrontare l’informazione del terzo millennio. Così sono nati:

1.   IL PUNTO: articoli completi e chiusi con i quali, più volte al giorno, offriamo ai nostri abbonati una ricostruzione completa, ordinata e ben scritta dei principali fatti della giornata;

2.   SCHEDA: approfondimenti, ricostruzioni, spigolature, curiosità sui fatti in primo piano, ma anche profili di personaggi di cui si parla e che saranno al centro dei media nella giornata e sui quotidiani del giorno dopo;

3.   FACT CHECKING: lo consideriamo un po’ il fiore all’occhiello. Ogni giorno, insieme ai partner di Pagella Politica, individuiamo un argomento o la dichiarazione di un politico che decidiamo di sottoporre al controllo dei fatti e dei dati. Un lavoro lungo che abbiamo già raccontato in varie occasioni , ma nel quale crediamo fortemente e che realizziamo anche su richiesta dei nostri abbonati secondo le loro necessità (testuale o video);

4.   SUPERMEDIA :  è il servizio settimanale che abbiamo messo a punto con You Trend. Tutti i giovedì forniamo il quadro dell’andamento delle intenzioni di voto degli italiani rispetto ai partiti politici e ai principali leader, in base a una media ponderata dei principali sondaggi realizzati nei giorni precedenti;

5.   DATA JOURNALISM: analisi di dati, visualizzazioni e mappature che realizziamo, insieme al partner Formicablu, per trasformare numeri complessi in notizie verificate e verificabili; è un settore del giornalismo che, nel mondo dei big data, diventerà sempre più fondamentale per comprendere la complessità del reale;

6.   LE STORIE: i fine settimana, specialmente d’estate, senza campionato, sono i più difficili nei giornali. La politica latita e non sempre la cronaca offre spunti di primo piano. Ma il weekend è anche il momento di maggiore lettura e vendita dei giornali. Pensando ai nostri abbonati abbiamo inaugurato questa serie che propone, il venerdì e il sabato, storie e letture di approfondimento.
Un sistema unico multimediale

Certo molto ancora resta da fare: la battaglia contro i refusi - annoso problema di chi lavora in velocità - è tutt’altro che vinta. Ma il nuovo sistema editoriale, una versione aggiornata di Kolumbus, avrà una serie di controlli automatici che dovrebbe contribuire ad aiutare i giornalisti a pubblicare testi il più puliti possibile. Il sistema editoriale che debutta oggi con il sito sarà inoltre esteso a partire dall’autunno a tutta la redazione: grazie alla collaborazione con D-Share , Agi potrà così contare su un sistema unico che garantirà multimedialità e integrazione tra tutti i settori dell’agenzia.

Ma torniamo a parlare della novità di oggi: il sito. La grafica, che avete sotto gli occhi, è il risultato di una impostazione editoriale precisa. E risponde a una domanda: cosa è il sito di una agenzia di stampa? Se il compito principale di una agenzia è fornire notizie ai propri abbonati (media, pubblica amministrazione, associazioni di categoria, aziende e gruppi finanziari), quelle stesse notizie non possono alimentare il sito della stessa agenzia. La prima formula messa a terra con Riccardo appena arrivati in Agi è stata proprio questa: se il nostro compito è trovare e selezionare le notizie del mondo per venderle ai nostri clienti, non possiamo poi offrirle gratuitamente ai nostri lettori. Il notiziario è fatto per arricchire e potenziare la diffusione di notizie dei nostri abbonati. Fare concorrenza agli stessi utilizzando i contenuti che vendiamo loro è - a nostro parere - una contraddizione.

Questo preambolo per introdurre la linea editoriale del sito che avete sotto gli occhi, e che si sostanzia in tre macro aree:

1.   BREAKING NEWS: dal sito di una agenzia ci si aspetta comunque velocità nel dare i principali avvenimenti in tempo reale. Per  questo abbiamo introdotto uno spazio sotto la testata nel quale appariranno nel corso della giornata le notizie più importanti. Le stesse saranno poi raccolte nella sezione AgiLive, che si trova nella parte più bassa dello schermo. Si tratta di notizie secche, strillate: titolo e poche righe per spiegare cosa è accaduto;

2.   DIRETTA: tutte le volte che ci sarà l’opportunità e la possibilità seguiremo gli eventi in diretta video o, grazie all’importante accordo di partnership con l'Agenzia Vista, on demand. Dunque lo spazio dedicato al racconto video sarà sempre più ampio e importante e a disposizione dei nostri clienti, così come il format di approfondimento in diretta "Viva l'Italia";

3.   I FATTI SPIEGATI BENE: altro compito del sito e spiegare i fatti, analizzarli, trovare chiavi di lettura originali utilizzando al meglio le risorse della rete, da Facebook a Twitter, ma soprattutto rilanciando il lavoro dei vari siti nazionali e internazionali. E’ quello che nel lessico familiare dell’agenzia chiamiamo il lavoro da dj dell’informazione: una selezione accurata e curata che nelle intenzioni offre ai lettori il meglio di quello che è stato scritto e prodotto su un determinato argomento.
Aiutateci a migliorare

Infine, vi dobbiamo una spiegazione: perché partire con un nuovo sito il 31 luglio, quando i lettori sono più distratti e con la mente già alle vacanze? La scelta della data di lancio non è casuale: abbiamo pensato che con tutto agosto davanti avremmo avuto il tempo per aggiustare piccole sbavature, sintonizzare il giusto tono di voce per parlare ai lettori, rimediare ad alcuni errori che sicuramente avremo commesso. Una lavoro che vorremmo fare e continuare a fare con voi anche in futuro. Per questo da subito vi chiediamo di scrivere a dir@agi.it per suggerimenti, consigli, commenti, segnalazioni di errori. Nei prossimi giorni l’invito a interagire con il sito lo troverete anche in calce a tutti gli articoli. Insieme, grazie anche ai vostri suggerimenti e alle vostre idee, vogliamo migliorare giorno dopo giorno.
Cercatori di fatti con la passione per la verità

Ecco, vi abbiamo raccontato il bilancio di questi primi 300 giorni in Casa Agi. Una casa che ci appare giorno dopo giorno più bella, accogliente e confortevole. Nella quale ci divertiamo a lavorare duro con i colleghi, consapevoli che la buona informazione nasce soprattutto dove c’è entusiasmo e gioia, insieme a responsabilità e amore per il proprio lavoro. E non è finita qui. In autunno lanceremo tutta una serie di iniziative che pure sono parte del progetto Agi 4.0: dal mobile first, che permetterà ai colleghi di lavorare con velocità digitale, a tutta una serie di nuovi servizi e prodotti pensati per aiutare media e aziende ad essere padrone e attrici della propria comunicazione. Perché siamo un’agenzia di stampa. E un’agenzia di stampa è, per definizione, al servizio degli altri. Siamo cercatori di fatti. Non promettiamo verità, ma tutto l’impegno etico e deontologico per arrivare il più vicino possibile alla verità giornalistica. Ci è capitato e ci capiterà ancora di sbagliare. E quando succederà di nuovo ve lo racconteremo come già abbiamo fatto in passato proprio qui su Casa Agi. Perché la verità conta e chi cerca la verità non può farlo che con assoluta umiltà e trasparenza.

Tags:
agi

in vetrina
Ludovica Pagani star di Youtube: oltre 5 milioni di visualizzazioni

Ludovica Pagani star di Youtube: oltre 5 milioni di visualizzazioni

i più visti
in evidenza
Venezia chiede decoro ai turisti No tuffi, pipì e picnic nelle calli

Costume

Venezia chiede decoro ai turisti
No tuffi, pipì e picnic nelle calli

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Audi E-tron, nasce la gamma elettrica

Audi E-tron, nasce la gamma elettrica

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.