A- A+
Economia
Fisco, arrivano i premi sugli scontrini.Compensazioni già nel 730 precompilato


Accorpamento dell’Imu con la Tasi sugli immobili e una riforma della riscossione dei Comuni, ai quali saranno dati gli stessi poteri della vecchia Equitalia. Una stretta sulle compensazioni fiscali. Lotta alle frodi su accise ed Iva nel commercio dei carburanti e delle bevande alcoliche. L’arrivo, dopo mille rinvii, della lotteria degli scontrini con multe salate ai commercianti che non inseriscono il codice fiscale degli acquirenti per permettergli di partecipare all’estrazione, nonché misure ad hoc per contrastare il gioco illegale.

Il piano antievasione del governo prende forma, una serie di misure da inserire in un collegato alla manovra di bilancio con cui il Governo punta a recuperare buona parte dei 7 miliardi indicati dalla Nadef sotto la voce lotta all’evasione. Il decreto legge antievasione e il Ddl di bilancio, riporta il Sole 24 Ore, potrebbero essere approvati tra lunedì e martedì contestualmente all’esame di Palazzo Chigi del Draft budgetary plan da inviare a Bruxelles entro la mezzanotte del 15 ottobre.

Fuori dal provvedimento dovrebbero restare le tasse ambientali, tra cui riprende quota la sugar tax (0,25 cent) applicata alle bevande gassate e zuccherate.  Il quotidiano della Confindustria riporta poi che dall’incrocio delle banche dati già in possesso dell’amministrazione finanziaria partirà la caccia alle indebite compensazioni.

Oltre alla piattaforma tecnologica studiata dall’Inps per certificare i crediti previdenziali, il Fisco punta sia ai crediti delle imposte dirette (Irpef, Ires) e dell’Irap sia alle somme chieste a rimborso da cittadini e pensionati direttamente con i modelli “730” e “Redditi”. Nel primo caso, l’ipotesi che potrebbe trovare posto nel Dl antievasione sarebbe quella di estendere a tutte le compensazioni le regole oggi in vigore per quelle Iva. In sostanza per recuperare in compensazione un credito Ires, Irpef o Irap superiore a 5.000 euro, oltre al visto di conformità, prima di poterlo utilizzare a riduzione di debiti fiscali (compensazione verticale), contributivi o locali (compensazione orizzontale) il conribuente dovrà indicarlo in dichiarazione.

Se così sarà vorrà dire che per compensare i crediti Ires, Irpef o Irap imprese e professionisti dovranno at- tendere almeno dicembre, visto che ormai il termine per l’invio telematico del modello “Redditi” è stato spostato a regime al 30 novembre. L’altra stretta sulle compensazioni arriva da “730" e “Redditi” delle persone fisiche. In particolare, scrive sempre il Sole, da quelle precompilate. L’operazione dovrebbe prevedere la possibilità per il Fisco di “decurtare” l’importo dei rimborsi spettanti delle eventuali somme iscritte a ruolo di cui il contribuente è debitore. Lo Stato "compenserà", ma prima di riconoscere il diritto al rimborso azzererà o ridurrà eventuali imposte dovute e non pagate dal cittadino. 

Commenti
    Tags:
    fiscolotta all'evasione
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Francesca Cipriani, lato B nuovo 'Glutei alla Jennifer Lopez'

    Ferragni, sotto l'orsetto niente. FOTO

    Francesca Cipriani, lato B nuovo
    'Glutei alla Jennifer Lopez'


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Si rinnova l’appuntamento con gli “Alfa Action Days”:

    Si rinnova l’appuntamento con gli “Alfa Action Days”:

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.