A- A+
Economia
Flat tax, relax per tutti

Da pochi mesi si e' insediato il nuovo governo, guidato dal primo ministro Conte e coadiuvato dai due vicePremier Di Maio e Salvini. Il processo che ha portato alla formazione dell'attuale compagine governativa e' stato - come noto - molto complesso e difficile ma, alla fine, l'avventura dell'esecutivo e' partita e nelle scorse settimane già sono state presentate le prime rilevanti riforme che potrebbero realmente rivoluzionare il Paese.

In tale sforzo colgo un una spinta non lontana da ciò che fu il piano di riforme economiche e sociali promosso dal presidente statunitense Franklin Delano Roosevelt fra il 1933 e il 1937, allo scopo di risollevare il Paese dalla grande depressione e che tradizionalmente va sotto il nome di 'New Deal'.

Tra i grandi progetti che auspicabilmente andranno in porto c'e' l'introduzione della flat tax, cioè la tassa unica sui redditi delle persone fisiche, vigorosamente sostenuta da Matteo Salvini, leader nazionale della Lega.

Attualmente la tassazione del reddito percepito dalle persone fisiche avviene secondo il principio della progressività con l'applicazione di ben cinque percentuali di tassazione del reddito comprese tra il 23 ed il 43 per cento. In tal modo il cittadino viene pesantemente colpito sul piano fiscale giacché , anche con un reddito minimo, si trova a subire una pressione non indifferente che poi aumenta gradualmente fino ad erodere quasi la metà di quanto un individuo abbia potuto guadagnare. In altri termini, il sistema attuale sembra congegnato espressamente per impoverire la collettività e conseguentemente per sottrarre risorse per i consumi con riflessa stagnazione della nostra economia. Tale metodo di tassazione, peraltro, favorisce anche l'evasione fiscale giacche' e' logico che, poiché all'aumento dello scaglione corrisponde anche una aliquota più alta, il contribuente, già tartassato disumanamente dal fisco, cerca di mantenere la sua redditività entro scaglioni basso e ciò e' possibile solo nascondendo ricchezza.

La flat tax elimina oggettivamente e facilmente tutti quei problemi. Innanzitutto i cittadini sono tassati in modo chiaro ed unico: tutta la ricchezza prodotta - a prescindere dal suo ammontare - viene tassata con una unica aliquota di livello medio che non punisce ne' i poveri ne' i ricchi ma permette allo Stato di conseguire il prelievo necessario per il Paese.

Una tassa sui redditi unica, inoltre, elimina alla radice il fenomeno dell'evasione: perché mai un cittadino dovrebbe rischiare le conseguenze di un accertamento se la tassazione sui redditi e' chiara e soprattutto accettabile?

La flat tax, infine, lascia nel sistema economico molte più risorse finanziarie che alimentano i consumi e quindi la produttività nazionale.

Da queste semplici considerazioni si ricava facilmente la conclusione che la flat tax e' effettivamente l'uovo di colombo che potrebbe cambiare il futuro del nostro Paese e finalmente fondare il rapporto tra fisco e contribuente nel segno della collaborazione, come da quasi venti anni lo Statuto del Contribuente promette ma non riesce a mantenere a causa di un sistema di leggi - voluto dai nostri politici - che e' concepito per essere ingiusto e vessatorio. La semplicità della della flat tax mi induce a ritenere che tale meccanismo di tassazione non sia la classica chimera elettorale ma un fatto reale che richiede solo la sua attuazione.

'auspicio, allora, e' che la flat tax sia introdotta nel nostro sistema fiscale e tale metodo di tassazione e' certamente una idea rivoluzionaria che, se realizzata, potrebbe aprire una nuova stagione di rinascita dell'Italia, come fu il New Deal di Roosevelt per gli Stati Uniti. Relax per tutti.

Tags:
flat taxgovernofiscotasse

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.