A- A+
Economia
Gavio accorcia la catena societaria. Opa di Astm sul 5% di Sias e nozze

Al via il riassetto della galassia Gavio con il taglio della catena tra le due societa' operative Astm e la sua controllata Sias. Un'operazione che sara' sottoposta alle assemblee di entrambe le societa' convocate per il 16 ottobre e che prevede come primo passaggio un'Opa volontaria parziale di Astm sul 5% di Sias al prezzo di 17,5 euro (ieri il titolo aveva chiuso a 17,3 euro). L'efficacia dell'Offerta e' subordinata al fatto che Astm raggiunga il 66,693% del capitale di Sias (dall'attuale 61,69%). Il progetto prevede poi la fusione per incorporazione di Sias in Astm: tutte le azioni Sias, in questo caso, verranno annullate e concambiate con azioni Astm. Con il riassetto si dara' vita 'a un unica holding industriale quotata che, agendo come 'one company', sara' in grado di esprimere specifiche competenze nei settori delle concessioni industriali, delle costruzioni, dell'ingegneria e dell'innovazione tecnologica'. Sias è stata assistita in qualità di consulente finanziario da Societe Générale.

La fusione tra Astm e Sias avverra' sulla base di un rapporto di concambio, determinato dai cda, pari a 0,55 azioni Astm per ogni azione Sias. Ai titolari di azioni ordinarie di Astm che non avranno concorso all'approvazione del progetto di fusione spettera' il diritto di recesso che ha un valore di liquidazione pari a 21,76 euro per ogni azioni Astm.Da segnalare anche che, nell'ambito dell'Opa parziale sul 5% di Sias, la holding dei  Aurelia avra' la facolta' di apportare massimo l'1,88% di Sias. L'azionariato post fusione di Astm dipende dall'esito dell'Opa. In caso positivo Aurelia (holding dei Gavio) avra' il 6,335%, Nuova Argo Finanziaria (cassaforte al 60% di Nuova Aurelia e al 40% di Ardian) il 40,56% e la sua controllata Codelfa l'1,385% oltre al 6,968% di azioni proprie. Oggi, inoltre, Gavio e Ardian hanno firmato un patto parasociale che manterra' Aurelia e Nuova Argo sempre sopra il 50% piu' uno dei diritti di voto. Sull'operazione Sias e' stata assistita, tra gli altri, da Mediobanca e BonelliErede. L'obiettivo dell'operazione e' 'dare vita ad un'unica holding industriale quotata che, agendo come 'one company', sia in grado di esprimere specifiche competenze nei settori delle concessioni autostradali, delle costruzioni, dell'ingegneria e dell'innovazione tecnologica', sottolinea una nota congiunta.

Inoltre 'realizzare un accorciamento della catena di controllo rispetto alle societa' operative, in linea con le prassi nazionale e internazionale e con le aspettative del mercato per una semplificazione della struttura societaria del gruppo' ha 'ricadute positive per quanto concerne l'accesso a cash flows e di conseguenza al mercato dei capitali'.L'obiettivo e' anche 'creare una nuova realta' industriale che possa crescere in modo efficiente e competitivo sia sui mercati nazionali sia sui mercati internazionali, anche con ricorso al mercato mediante operazioni di rafforzamento del capitale alla luce del nuovo piano strategico che verra' presentato al cda successivamente alla fusione'. Infine si favorira' 'la creazione di un emittente quotato che per dimensione e liquidita' possa ambire a proporsi tra le societa' di primaria importanza del mercato borsistico italiano', razionalizzando 'la struttura societaria con conseguente riduzione dei costi di holding ed ulteriore rafforzamento delle sinergie industriali e miglioramento dei risultati operativi'.

Commenti
    Tags:
    *gavioastmsias
    i più visti
    in evidenza
    Amori, tradimenti e colpi di scena Che coppie bollenti sull'Isola

    Temptation Island al via

    Amori, tradimenti e colpi di scena
    Che coppie bollenti sull'Isola


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen: 100 anni di storia ed esperienza

    Citroen: 100 anni di storia ed esperienza

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.