A- A+
Economia
Il Governo impugna la finanziaria siciliana
Sicilia - San Vito lo Capo

Al raduno della Lega, il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha parlato per la prima volta tra le bandiere con l'emblema della Regione. Per il partito di Matteo Salvini è una svolta storica e politica. Un definitivo segnale di avvicinamento alle istanze del meridione che però non è stato sufficiente per impedire l'impugnatura della finanziaria siciliana da parte del governo gialloverde.

Secondo Palazzo Chigi unfatti, alcune norme contenute nella legge sarebbero anticostituzionali. E il M5s, che a Roma è al governo ma che nell'isola è ben saldo tra i banchi dell'opposizione al centrodestra, ha invocato le dimissioni del vicegovernatore con delega all'Economia, Gaetano Armao, in quota Forza Italia.

"Vogliamo instaurare una migliore interlocuzione istituzionale", ha detto Musumeci dal palco di Pontida, come riporta Italia Oggi. Nonostante il sodalizio tra Salvini e il governatore eletto con Fi, Lega e FdI, il consiglio dei ministri presieduto da Giuseppe Conte, su proposta del ministro degli Affari regionali, la leghista Erika Stefani, ha contestato alcuni articoli della legge finanziaria approvata dal parlamento siciliano lo scorso aprile. In particolare, da Roma hanno bloccato l'assunzione da parte della partecipata Resais di 2.600 precari degli ex Pip, Piani di inserimento professionale, che percepiscono un sussidio dalla Regione ma che non sono veri e propri dipendenti regionali.

Tags:
siciliagovernopalazzo chigi

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.