A- A+
Economia
Il M5S boccia lo scudo della Lega: "Lotta all'evasione senza ambiguità"

di Alberto Maggi
e Andrea Deugeni

Nuove frizioni fra Lega e M5S. I pentastellati bocciano la proposta del viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia di introdurre uno scudo anti-accertamento per chi dichiara un reddito incrementale del 10% maggiore rispetto all'anno precedente. "Non credo che al nostro sistema fiscale serva uno scudo, piuttosto la riduzione della tassazione deve andare di pari passo con una pubblica amministrazione meno invasiva nella lotta all’evasione. Ma quest’ultimo obiettivo va perseguito senza ambiguità", dice infatti ad Affaritaliani.it Raffaele Trano, capogruppo M5S in commissione Finanze alla Camera.

Il viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia ha proposto in queste ore uno scudo anti-accertamento per chi dichiara un reddito incrementale del 10% maggiore rispetto all'anno precedente. Siete d'accordo?
"Non credo che al nostro sistema fiscale serva uno scudo, piuttosto la riduzione della tassazione deve andare di pari passo con una pubblica amministrazione meno invasiva nella lotta all’evasione. Ma quest’ultimo obiettivo va perseguito senza ambiguità. Tassare meno i redditi incrementali è un incentivo di per sé all’emersione del nero ed è una proposta valida su cui dobbiamo ragionare insieme".

Sul fisco c'è chi dice che nel 2019 aumenterà la pressione fiscale. Ma non doveva succedere il contrario?
"Il livello della pressione fiscale preso da solo dice poco, l’importante è soprattutto come viene distribuita tra le diverse classi di reddito. Nella nostra prima Manovra l’abbiamo redistribuita dal basso verso l’alto: meno tasse per professionisti e PMI, più tasse per banche, assicurazioni, colossi del web e del gioco d’azzardo. Ricordo che l’Ires è scesa di 9 punti, dal 24 al 15%, che il regime forfettario al 15% è stato esteso per oltre 1 milione di partite Iva fino ai 65 mila euro di fatturato e che abbiamo tagliato il costo del lavoro per le imprese, sia riducendo del 30% i premi Inail che estendendo la decontribuzione Inps agli over 35. Per non parlare delle semplificazioni burocratiche già approvate e che approveremo in futuro. Cito in particolare la norma Bramini, con la quale garantiamo maggiori tutele a chi viene pignorato a cause delle sue pendenze con le banche, e i fondi per garantire gli imprenditori che vantano un credito con la pubblica amministrazione verso le stesse banche creditrici".

Confindustria e il FMI sono scettici sul reddito di cittadinanza e Quota 100 perché avrebbero preferito misure per investimenti ed imprese. Come replicate?
"Replico con le misure fiscali appena citate, a cui ne potrei aggiungere molte altre. Ma tengo anche a ricordare che Quota 100 prevede incentivi per chi manda in pensione anticipatamente i lavoratori e il Reddito di Cittadinanza è costruito su misure per le imprese: chi assume un lavoratore iscritto al programma del Reddito avrà un incentivo pari alle mensilità non ancora percepite dal beneficiario. Considerando che le mensilità massime per ogni ciclo di Reddito di Cittadinanza sono 18, se un’impresa assume nei primi mesi potrà pagare migliaia di euro in meno di contributi grazie all’incentivo che abbiamo previsto". 

Come sta andando la fatturazione elettronica? Avete già fatto un primo bilancio?
"Meglio di quanto previsto anche dai più ottimisti. Il sistema di interscambio finora ha retto bene, con 127 milioni di fatture inviate per un valore totale di circa 23 miliardi di euro, pari ad oltre 1,7 milioni di contribuenti. In questi mesi il M5S ha lavorato duramente in commissione Finanze insieme al sottosegretario Villarosa, a Sogei, al Ministero dell’Economia e ad Agenzia delle Entrate, così da apportare quelle migliorie richieste dai commercialisti e dalle associazioni di categoria. Le criticità non sono certo finite, ma considerando che siamo solo al primo mese l’inizio ci fa ben sperare".

Commenti
    Tags:
    tassefiscoscudo fiscalem5slega
    i più visti
    in evidenza
    Faceapp, l'app che invecchia Ecco i vip con 30 anni in più. FOTO

    Costume

    Faceapp, l'app che invecchia
    Ecco i vip con 30 anni in più. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Furti auto: le auto a noleggio piacciono di più

    Furti auto: le auto a noleggio piacciono di più

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.