A- A+
Economia
Il Polo Sace Simest rafforza Magnaghi Aeronautica sul mercato statunitense

La napoletana Magnaghi Aeronautica (MA Aviation Group) , leader nella produzione di carrelli di atterraggio per aerei ed elicotteri, rafforza la propria espansione internazionale grazie al supporto del Polo Sace Simest (Gruppo CDP) e di UniCredit. Dopo la costituzione con Simest di una newco che le ha consentito nel 2012 di accedere al mercato brasiliano, ora l’azienda aeronautica - sempre con il supporto del Polo-  “atterra” anche sul mercato statunitense. Il rafforzamento sul mercato Usa, avviato attraverso una operazione di finanziamento da 11 milioni di euro erogato da UniCredit con garanzia di Sace, si è concluso grazie all’acquisizione da parte di Simest -avvenuta con l’adesione a un aumento di capitale- di una quota di circa il 49% della controllata Magnaghi Aeronautica Usa, per un importo pari a 7 milioni di euro. Le nuove risorse sono rivolte a completare l’acquisizione della Blair, affermata azienda americana, attiva dagli anni ’50 nella produzione di sistemi completi di atterraggio e componenti per i settori civile e militare.

L’ingresso di Simest nel capitale di Magnaghi Aeronautica Usa fornisce un rilevante ulteriore contributo allo sviluppo di un Gruppo integrato, che investe costantemente in prodotti innovativi ad elevato contento ingegneristico e tecnologico.

Siamo particolarmente soddisfatti dell’operazione, perché contribuendo all’acquisizione di Magnaghi in USA abbiamo supportato l’ingresso di un’eccellenza del Sud d’Italia nel comparto civile e militare statunitense, riservato a produttori locali”, commenta Alessandra Ricci, ad di Simest. “Questo rappresenta un’importante opportunità di crescita per il nostro partner anche in Italia, visto che sono attesi risvolti positivi anche sull’attività di ricerca e sviluppo, effettuata nello stabilimento di Napoli”.

Siamo orgogliosi -commenta Paolo Graziano, ad di Magnaghi Aeronautica, già presidente degli industriali napoletani- che l'operazione di acquisizione della Blair si sia conclusa positivamente. I nostri progetti di internazionalizzazione, seri e credibili, rappresentano l’eccellenza del nostro Paese nel mondo. Ed è per questo che, come già avvenuto in passato, le istituzioni italiane sono state al nostro fianco, sposando i progetti e sostenendo l'azienda”.

L’azione congiunta del Polo Sace Simest e di UniCredit presenta una forte valenza strategica per il Gruppo Magnaghi, che amplia la sua presenza e le sue capacità a livello globale, acquisendo nuovi importanti programmi e clienti diversificati nei settori dell’aeronautica civile e soprattutto militare, con l’obiettivo di completare il piano industriale 2017-2022, che comporterà l’assunzione di circa 100 unità nel Sud Italia.

 

Commenti
    Tags:
    unindustrianapoliaereiunicredit
    i più visti
    in evidenza
    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

    Juventus News

    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO

    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.