A- A+
Economia
Industria, ancora segnali di ripresa. 5S: "Ulteriore spinta da misure governo"

Il fatturato dell'industria cresce a marzo. Lo stima l'Istat che indica un aumento congiunturale dello 0,3% con il proseguimento della dinamica positiva registrata nei due mesi precedenti. Nel primo trimestre l'indice complessivo e' cresciuto dello 0,9% rispetto all'ultimo trimestre del 2018.

L'incremento, commenta l'Istat, e' diffuso a tutti i principali raggruppamenti di industrie, ad eccezione di quello dell'energia. Anche gli ordinativi registrano a marzo un incremento congiunturale del 2,2%, mentre nella media del primo trimestre del 2019 sono rimasti invariati rispetto al quarto trimestre dello scorso anno.

La dinamica congiunturale del fatturato - prosegue la nota Istat - e' sintesi di una contenuta flessione del mercato interno (-0,3%) e di un sostenuto aumento di quello estero (+1,5%). Per gli ordinativi l'incremento congiunturale riflette una leggera contrazione delle commesse provenienti dal mercato interno (-0,5%) e una marcata crescita di quelle provenienti dall'estero (+6,2%).

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a marzo gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale dello 0,9% per i beni intermedi e dello 0,1% per i beni di consumo; i beni strumentali restano sullo stesso livello del mese precedente mentre l'energia registra una lieve riduzione dello 0,3%.

Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 21, contro i 22 di marzo 2018), il fatturato totale cresce in termini tendenziali dell'1,3%, con incrementi dello 0,2% sul mercato interno e del 3,5% su quello estero. Con riferimento al comparto manufatturiero, il settore dei macchinari e attrezzature e quello della gomma, plastica e minerali non metalliferi registrano la crescita tendenziale piu' rilevante (+7,9%), mentre l'industria farmaceutica mostra il calo maggiore (-10,3%).

In termini tendenziali l'indice grezzo degli ordinativi diminuisce del 3,6%, con riduzioni su entrambi i mercati (-4,4% quello interno e -2,4% quello estero). La maggiore crescita tendenziale si registra nelle industrie tessili (+4,6%), mentre il peggior risultato si rileva nell'industria farmaceutica (-12,9%). 

"Continuano ad arrivare segnali positivi dall'industria italiana. La crescita del fatturato a marzo ci fa ben sperare per il proseguo dell'anno. In particolare la nostra industria tiene bene sul mercato estero, con quella voce di fatturato in crescita del 3,5%. Siamo fiduciosi che non appena inizieranno a produrre i loro effetti le principali misure varate in manovra, dal Reddito di Cittadinanza fino al Decreto Crescita e allo Sblocca Cantieri, sarà proprio dalla ripresa del mercato interno che arriverà la principale spinta alla crescita. Di questo passo, chi continua ad annunciare una catastrofe che non c'è rischia di vedere venir meno l'ultimo briciolo di credibilità rimasta davanti agli italiani", commentano in una nota congiunta i membri delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera del M5S.

Commenti
    Tags:
    industria: istat+03% fatturato marzo+22% ordinativi
    i più visti
    in evidenza
    Wanda Nara, che spacco da urlo Si vedono gli slip... LE FOTO

    E quella frase sibillina...

    Wanda Nara, che spacco da urlo
    Si vedono gli slip... LE FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford EcoBoost 1.0 vince l’International Engine and Powertrain of the Year

    Ford EcoBoost 1.0 vince l’International Engine and Powertrain of the Year

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.