A- A+
Economia
Inps, nel 2018 +200mila contratti a tempo indeterminato. Disoccupazione giù

Lavoro, Inps: +200.000 contratti a tempo indeterminato

Il 2018 ha registrato un andamento sempre positivo per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (+200.000, in accelerazione a fine anno), per l'apprendistato (+81.000: livello tendenziale stabile nell'ultimo trimestre) e anche per i contratti in somministrazione. Lo rilevano i dati dell'Inps nell'Osservatorio sul precariato. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a dicembre 2018 risulta positivo e pari a +431.000, di poco inferiore a quello del 2017 (+466.000). Positivi ma in forte e progressiva diminuzione i saldi annualizzati dei rapporti di lavoro a tempo determinato; dello stesso segno ma con un'intensita' meno pronunciata risultano i saldi tendenziali per il lavoro intermittente. 

 

Lavoro, Inps: nel 2018 assunzioni +5,1%

Complessivamente le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, nel 2018 sono state 7.424.000: sono aumentate del 5,1% rispetto al 2017. E' quanto emerge dall'Osservatorio Inps, secondo il quale in crescita risultano i contratti a tempo indeterminato (+7,9%), i contratti a tempo determinato (+4,5%), i contratti di apprendistato (+12,1%), i contratti di lavoro stagionale (+6,4%) e i contratti di lavoro intermittente (+7,9%); i contratti in somministrazione risultano pressoche' stabili (+0,5%). Per le assunzioni in somministrazione e a tempo determinato la fase di crescita si e' conclusa tra luglio e agosto 2018: per i contratti a tempo determinato si registra una dinamica negativa nell'ultimo bimestre; per i contratti di somministrazione il calo e' netto e rilevante (attorno al 20%) a partire da agosto. Nel 2018 si registra, rispetto al 2017, un importante incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che risultano quasi raddoppiate (da 299.000 a 527.000: +228.000, +76,2%). Il trend di crescita, gia' elevato fin dai primi mesi dell'anno, evidenzia un'ulteriore accelerazione nell'ultimo bimestre con incrementi tendenziali superiori al 100%. Nel 2018 risultano in contrazione, invece, le conferme dei rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (-13,1%): tale flessione puo' essere ricondotta alla scadenza del triennio formativo degli apprendisti assunti nel 2015, anno in cui, a causa della possibilita' di utilizzo dell'esonero triennale, le assunzioni con contratto di apprendistato si erano notevolmente ridimensionate. Le cessazioni nel complesso sono state 6.993.000, in aumento rispetto all'anno precedente (+6,0%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti a termine, soprattutto i contratti intermittenti e in apprendistato, mentre sono diminuite quelle di rapporti a tempo indeterminato (-3,1%). 

 

Lavoro, Inps: domande disoccupazione calano 0,5% a dicembre

Le domande di disoccupazione presentate in totale all'Inps, lo scorso dicembre, sono state 127.012, registrando un calo dello 0,5% annuale. E' quanto emerge dall'Osservatorio Inps. In particolare, tra vecchie e nuove indennita', sono state presentate 124.734 domande di Naspi e 1.456 di Discoll. Nello stesso mese sono state inoltrate 822 domande di Aspi, mini Aspi, disoccupazione e mobilita'. 

 

Lavoro, Inps: ore Cig autorizzate in calo 12,3% a gennaio 

Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate a gennaio e' stato pari a 15,2 milioni, in diminuzione del 12,3% rispetto allo stesso mese del 2018 (17,3 milioni). Nel dettaglio, comunica l'Inps, le ore di cassa integrazione ordinaria sono state 7,2 milioni contro le 6,8 milioni di ore di un anno prima, per un aumento tendenziale del 5%. In particolare, la variazione tendenziale e' stata paria +13,1% nel settore Industria e -13,2% nel settore Edilizia. La variazione congiunturale risulta in crescita del 12,8%. Il numero di ore di cassa integrazione straordinaria autorizzate a gennaio 2019 e' stato pari a 7,8 milioni, di cui 1,7 milioni per solidarieta', con un calo del 22% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, che registrava 10 milioni di ore autorizzate. La variazione congiunturale e' pari a +2,5%. Gli interventi in deroga sono stati pari a circa 189.000 ore autorizzate con un decremento del 58,7% se raffrontati con gennaio 2018, quando erano state autorizzate 0,5 milioni di ore. La variazione congiunturale e' pari a +299,8%.

 

Lavoro, Inps: Cig autorizzata -12,3% a gennaio a 15,2 mln ore

Le ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate a gennaio sono state 15,2 milioni, in calo del 12,3% rispetto allo stesso mese del 2018 e in rialzo dell'8,2% rispetto a dicembre 2018. E' quanto emerge dall'Osservatorio Inps. Sempre nel confronto annuo, la cassa integrazione straordinaria registra una diminuzione del 22%, la cassa in deroga del 58,7%, mentre la cassa ordinaria segna un aumento del 5%. 

 

 

Commenti
    Tags:
    contratti a tempo indeterminatoinps contratti di lavoroinps disoccupazione
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Bacio tra Ronaldo e Dybala Il video diventa subito virale

    Sport

    Bacio tra Ronaldo e Dybala
    Il video diventa subito virale


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ecologica e spaziosa, come graffia la nuova Ford Puma

    Ecologica e spaziosa, come graffia la nuova Ford Puma

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.