A- A+
Economia
Intesa Sanpaolo firma accordo strategico con Intrum sui crediti deteriorati
Intesa Sanpaolo e Intrum hanno firmato oggi un accordo vincolante per costituire una partnership<em> </em>strategica riguardante i crediti deteriorati (NPL). Carlo Messina, Ceo Intesa Sanpaolo.

Intesa Sanpaolo firma accordo strategico di partnership con Intrum sui crediti deteriorati

Intesa Sanpaolo e Intrum firmano un accordo strategico riguardante i crediti deteriorati (NPL), che comprende due operazioni in partnership. A seguito dell’accettazione da parte del Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo dell’offerta che la Banca ha ricevuto da Intrum, i due enti hanno firmato oggi un accordo vincolante per costituire una partnership strategica riguardante i crediti deteriorati (NPL).

NPL Intesa Sanpaolo Intrum Messina video
 

Carlo Messina, CEO Intesa Sanpaolo, ha commentato durante la conferenza stampa tenutasi insieme a Intrum nel pomeriggio di martedì 17 aprile: "Quando abbiamo presentato il Piano Impresa 2018-2021 abbiamo detto di voler diventare la Banca numero uno in Europa, ma rispetto alle altre banche europee avevamo una debolezza nello stock NPL, quindi abbiamo deciso di sanarlo. Abbiamo valutato diversi partner con cui firmare l'accordo strategico e con l'aiuto di Medio Banca abbiamo scelto Intrum. Compreremo il 49% delle attività di Intrum in Italia, è la migliore soluzione per diventare leader del recupero credito in Italia. Quella insieme a Intrum è un'operazione che stabilizza le operazioni sugli NPL in Italia" e ha poi aggiunto "Questo è un accordo strategico industriale che accelererà la capacità di recupero e crea un operatore che potrebbe essere potenzialmente il numero uno in Italia. A Intesa Sanpaolo permette la riduzione dello stock dei NPL, accelerando il Piano Impresa e ponendoci come la prima Banca d'Europa se si guarda insieme le sofferenze e i divari dei portafogli delle varie banche".

 

Accordo strategico Intesa Sanpaolo-Intrum: due le operazioni previste nella partnership

Due le operazioni previste dall'accordo tra Intesa Sanpaolo e Intrum. La prima riguarda la costituzione di un operatore di primo piano nel servicing di NPL nel mercato italiano, con l’integrazione delle piattaforme italiane di Intesa Sanpaolo e Intrum, che avrà le seguenti caratteristiche: circa 40 miliardi di euro in servicing, 51% della nuova piattaforma detenuto da Intrum e 49% da Intesa Sanpaolo, un contratto di durata decennale per il servicing di crediti in sofferenza di Intesa Sanpaolo a condizioni di mercato, importanti piani di sviluppo commerciale della nuova piattaforma nel mercato italiano e infine circa 1.000 dipendenti interessati, incluse circa 600 persone provenienti dal Gruppo Intesa Sanpaolo, per le quali è previsto il confronto con le Organizzazioni Sindacali anche affinché la partnership valorizzi ulteriormente le risorse umane coinvolte.

La seconda operazione consiste nella cessione e cartolarizzazione di un rilevante portafoglio di crediti in sofferenza del Gruppo Intesa Sanpaolo, una delle più importanti operazioni realizzate nel mercato italiano, pari a 10,8 miliardi di euro al lordo delle rettifiche di valore, a un prezzo in linea con il valore di carico già determinato per la parte di sofferenze del Gruppo aventi caratteristiche di cedibilità, considerando lo scenario di vendita. La struttura finanziaria del veicolo della cartolarizzazione sarà la seguente, al fine di conseguire il pieno deconsolidamento contabile e regolamentare del portafoglio alla data del closing (previsto a novembre 2018): Tranche Senior corrispondente al 60% del prezzo del portafoglio, che verrà sottoscritto da un gruppo di primarie banche;  Tranche Junior e Mezzanine pari al restante 40% del prezzo del portafoglio, che verranno sottoscritte per il 51% da un veicolo - partecipato da Intrum e da uno o più co-investitori, ma che agirà comunque come singolo investitore ai fini di governance - e per il restante 49% da Intesa Sanpaolo.

 

Accordo strategico Intesa Sanpaolo-Intrum sui crediti deteriorati: apporto alla strategia di riduzione del profilo di rischio di Intesa Sanpaolo

Le predette operazioni, che sono subordinate all’ottenimento delle autorizzazioni da parte delle autorità competenti, prevedono una valutazione della piattaforma di servicing di Intesa Sanpaolo pari a circa 0,5 miliardi di euro e dei crediti in sofferenza oggetto di cartolarizzazione pari a circa 3,1 miliardi di euro. L’accordo dà un significativo apporto alla strategia di riduzione del profilo di rischio prevista nel Piano di Impresa 2018-2021 di Intesa Sanpaolo e permette di ridurre l’incidenza di NPL sui crediti complessivi al lordo delle rettifiche di valore sotto il 10% (al 9,6% dall’ 11,9%, considerando i dati a fine 2017), dimostrare la capacità di Intesa Sanpaolo di cedere un rilevante ammontare di NPL senza oneri straordinari per gli azionisti, realizzare una plusvalenza di circa 400 milioni di euro dopo le imposte nel conto economico consolidato, rispondere alle aspettative dei Regolatori in merito alla riduzione di NPL del sistema bancario italiano, rendere possibile l’ulteriore miglioramento nell’attività di recupero riguardante il portafoglio di crediti in sofferenza non ceduto da Intesa Sanpaolo - avvalendosi della partnership con un operatore internazionale di primo piano, che potrà beneficiare della complementarietà di competenze, capacità e risorse- e infine conseguire una potenziale futura creazione di valore con lo sviluppo di una primaria piattaforma in Italia, che costituisce uno dei principali mercati europei per il servicing di NPL.

Tags:
intesa sanpaolointrumaccordo strategicocrediti deterioraticarlo messinamikael ericson

in vetrina
Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

i più visti
in evidenza
Tre stelle a Mauro Uliassi E' il decimo chef in Italia

Siamo il secondo paese al mondo

Tre stelle a Mauro Uliassi
E' il decimo chef in Italia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.