A- A+
Economia
Intimo e beachwear italiani, l'export vola a +8,4%

Le esportazioni di capi italiani di intimo e beachwear hanno superato i 2 miliardi di euro con un +8,4%. Stabilità per i consumi interni: costumi da bagno a +2% e intimo donna a -0,7%. Sono i dati elaborati dal Centro Studi di Confindustria Moda per Sistema Moda Italia, secondo cui il comparto beachwear, sia maschile sia femminile, ha registrato, lo scorso anno, un +10% inelle esportazioni verso i Paesi Extra-UE, mentre l’Intra-UE segue con +8,1%. Spagna, Francia e Germania sono mercati di riferimento.

L’intimo (maglia e tessuto) vola fuori dall'Europa (+18,3%), anche se i primi tre Paesi di sbocco restano, Ue: Germania, Francia e Spagna. L’abbigliamento intimo sale dell’11,4%, seguito dalla maglieria intima con un +10% e dai costumi da bagno a +8,7 per cento. La calzetteria progredisce del 5,3%, con un picco del +19,4% per il côté maschile, mentre le calze donna registrano un +1,2 per cento.

Tags:
intimobeachwear italianiexport
i più visti
in evidenza
Spot sul bebè con due papà Dopo Gillette, polemica Pampers

Costume

Spot sul bebè con due papà
Dopo Gillette, polemica Pampers


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fiat rinnova la gamma Tipo

Fiat rinnova la gamma Tipo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.