A- A+
Economia
La disoccupazione scende al 9,9%. Valore più basso dal febbraio 2012

Tasso di disoccupazione in calo a maggio. Secondo le stime dell'Istat, la disoccupazione è calata al 9,9%, in discesa di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile. E' il valore più basso dal febbraio del 2012, e dopo sette anni si torna ad un tasso non più a doppia cifra. Le persone in cerca di occupazione sono in calo (-1,9%, pari a -51 mila). La diminuzione è determinata da entrambe le componenti di genere ed è distribuita in tutte le classi d'età tranne i 35-49enni. Nei dodici mesi, la crescita degli occupati si accompagna a un notevole calo dei disoccupati (-6,9%, pari a -192 mila unità) e a una sostanziale stabilità degli inattivi tra i 15 e i 64 anni. La stima complessiva degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a maggio è sostanzialmente stabile, l'andamento è sintesi di una diminuzione tra gli uomini (-29 mila) e una crescita tra le donne (+33 mila). Il tasso di inattività è invariato al 34,3% per il quarto mese consecutivo.

Lavoro, Istat: disoccupazioni giovani cala al 30,5% a maggio - A maggio il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è sceso al 30,5%, in calo di 0,7 punti rispetto al mese precedente. E' la stima dell'Istat.

Istat: a maggio +67mila occupati, tasso occupazione al top dal '77 - Dopo la sostanziale stabilità registrata ad aprile, a maggio 2019 la stima degli occupati risulta in crescita rispetto al mese precedente (+0,3%, pari a +67 mila); anche il tasso di occupazione sale al 59,0% (+0,1 punti percentuali) portandosi ai massimi dal 1977 (anno d'inizio delle serie storiche). E' la stima dell'Istat. Il numero degli occupati ha raggiunto 23 milioni e 387 mila unità. L'aumento dell'occupazione si concentra tra gli uomini (+66 mila) mentre risultano sostanzialmente stabili le donne; per età sono stabili i 15-24enni, in calo i 35-49enni (-34 mila) e in aumento le altre classi di età, prevalentemente gli ultracinquantenni (+88 mila). Si registra una crescita sia degli indipendenti (+28 mila) sia dei dipendenti, permanenti e a termine (+39 mila nel complesso). Anche su base annua l'occupazione risulta in crescita (+0,4%, pari a +92 mila unità). L'espansione riguarda entrambe le componenti di genere, i 15-24enni (+43 mila) e soprattutto gli ultracinquantenni (+300 mila) mentre risultano in calo le fasce di età centrali. Al netto della componente demografica la variazione è positiva per tutte le classi di età. La crescita nell'anno si distribuisce tra dipendenti permanenti (+63 mila), a termine (+18 mila) e indipendenti (+12 mila). "A maggio l'occupazione è in crescita dopo la sostanziale stabilità del mese precedente; tale aumento porta la stima degli occupati oltre i livelli massimi storici, sia in termini assoluti sia come incidenza sulla popolazione. La crescita occupazionale riguarda in particolare gli uomini e si distribuisce tra dipendenti permanenti, a termine e indipendenti. I dipendenti - ha spiegato l'Istat - superano per la prima volta il livello di 18 milioni di unità".

Lavoro, Istat: a maggio oltre 18 milioni di dipendenti, è record - A maggio i lavoratori dipendenti superano per la prima volta il livello di 18 milioni di unità. Lo ha reso noto l'Istat. Nell'ultimo mese la crescita degli occupati coinvolge tutte le posizioni professionali, i dipendenti permanenti (+0,2% pari a +27 mila), quelli a termine (+0,4% pari a +13 mila) e gli indipendenti (+0,5% pari a +28 mila). Anche nei dodici mesi crescono i dipendenti permanenti (+0,4%, +63 mila), i lavoratori a termine (+0,6%, pari a +18 mila unità) e gli indipendenti (+0,2%, +12 mila).

Commenti
    Tags:
    disoccupazione istat
    i più visti
    in evidenza
    Ufo, l'ammissione della US Navy Video veri, oggetti non identificati

    Cronache

    Ufo, l'ammissione della US Navy
    Video veri, oggetti non identificati


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Iniziano le prevendite della nuova Audi A1 citycarver

    Iniziano le prevendite della nuova Audi A1 citycarver

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.