A- A+
Economia
Lavoro, Di Maio: reddito cittadinanza in cambio 8 ore a comuni
Foto LaPresse

Il reddito di cittadinanza e' uno "strumento che puo' muovere tante obiezioni, ma io ci credo molto e dobbiamo farlo insieme". Lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, intervenendo al 17esimo congresso Uil a Roma spiegando che "l'obiettivo e' dire con franchezza: 'hai perso il lavoro perche' il settore e' finito o si e' trasformato, ora serve un percorso per formarti, riqualificarti. Ma mentre ti formi e lo Stato investe su di te, ti do un redito e in cambio dai al tuo sindaco ogni settimana 8 ore gratuite lavorative di pubblica utilita'".

Sul reddito di cittadinanza, ha aggiunto, "non arretreremo, ci metteremo insieme come forze politiche e parti sociali, se lo vorrete, perche' non ci siano abusi". Per Di Maio, la "vera grande questione e' la riconversione di chi oggi ha bisogno di essere riqualificato".

Tags:
lavoroluigi di maioreddito cittadinanza

i più visti
in evidenza
La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

Schumi, parla Corinna

La moglie rompe il silenzio
"Michael è un combattente e..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.