A- A+
Economia
Lavoro, In Veneto i frutti del Dl Dignità. Più occupati stabili. Il report

CLICCA QUI PER LEGGERE IL REPORT INTEGRALE DI VENETO LAVORO

Veneto Lavoro anticipa i dati sull’occupazione del 2018, da cui emerge un forte incremento dei contratti a tempo indeterminato, trainata in particolare dal boom di trasformazioni di rapporti di lavoro a termini in posti fissi, trasformazioni che sono raddoppiate nei dodici mesi presi in esame. Il saldo di fine anno è positivo per 25 mila unità, confermando un trend già in atto da qualche anno. Ma la novità, almeno a detta dell’assessore al lavoro della Regione Veneto Elena Donazzan, potrebbe essere data dai frutti del cosiddetto Decreto Dignità, che ha penalizzato i rinnovi dei contratti precari.

Schermata 2019 01 20 alle 11.35.58
 


Come si legge nel documento di Veneto Lavoro "la dinamica positiva dei contratti a tempo indeterminato nel 2018 risulta dovuta: al buon andamento, lungo tutto l’anno, delle assunzioni a tempo indeterminato (+15.000 circa, al netto dell’apprendistato); e, ancor di più, alla crescita intensa delle trasformazioni, raddoppiate rispetto all’anno precedente (60.000 contro 30.000). Esse hanno raggiunto nel quarto trimestre 2018 un’incidenza sul totale delle attivazioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato (assunzioni + trasformazioni) prossima al 50%".

Merito del Decreto Dignità? Secondo l’assessore Donazzan il merito potrebbe essere del decreto voluto dal ministro del lavoro Di Maio. "Il Veneto è la prima regione in Italia a poter fornire dati così tempestivi e dettagliati sul 2018 e a poter dare qualche indicazione sugli effetti concreti del Decreto Dignità – dice l’assessore -. I dati mostrano come la nuova normativa abbia contribuito a far aumentare i contratti a tempo indeterminato, anche se non possiamo stabilire con esattezza in quale misura. Sarà possibile ricavare indicazioni più precise solo tra qualche mese, ma intanto apprendiamo con soddisfazione che i posti a tempo indeterminato sono tornati a crescere e che il lavoro non è più solo o prevalentemente a termine".

L’assessore aggiunge tuttavia: "Bene la crescita del tempo indeterminato ma attenzione a non considerare il lavoro a termine un fattore di per sé negativo. Nel medio periodo più contratti a tempo determinato si traducono in più posti di lavoro a tempo indeterminato".

Commenti
    Tags:
    lavorodecreto dignitàveneto lavoro
    Error processing SSI file
    i più visti
    in evidenza
    Kardashian, un abito esplosivo Kim col vestitino che non c'è

    LE FOTO DELL'EREDITIERA

    Kardashian, un abito esplosivo
    Kim col vestitino che non c'è


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista

    Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.